La giuria deciderà sul ruolo della PADI nella morte di un adolescente

Azione di morte per stretta di tuta risolta
Mulini Linnea

L'agenzia di addestramento subacqueo PADI sarà chiamata davanti a una giuria nel Montana, negli Stati Uniti, in relazione alla morte della giovane subacquea Linnea Mills nel novembre 2020. Un giudice ha annullato la negazione di responsabilità di PADI per le azioni del centro immersioni e degli istruttori coinvolti nel incidente.

Divernet portava la storia di come Mills ha trovato la sua fine in un lago di montagna. L'incidente, parzialmente ripreso in video da un compagno di tirocinio, ha portato a una causa per negligenza da 12 milioni di dollari intentata dai genitori di Mills e da altri due subacquei contro Gull Dive di Missoula, i suoi proprietari David e Jeannine Olson, gli istruttori Debbie Snow e Seth Liston e PADI nel mondo. 

L'agenzia è stata accusata di negligenza nella supervisione di un'azienda membro, e ora il giudice distrettuale della contea di Missoula, Leslie Halligan, ha negato la sua affermazione secondo cui l'agenzia non dovrebbe essere inclusa come imputata.

Mills, 18 anni, era stata alla seconda immersione di un corso PADI Advanced Open Water Diver nel lago MacDonald nel Glacier National Park, a nord della sua città natale di Missoula, nel Montana.

Una Open Water Diver, non aveva precedenti esperienze di immersioni in acque fredde. Aveva noleggiato l'attrezzatura per l'immersione e una muta da Gull Dive per la prima immersione del corso in un altro lago di montagna, ma secondo la muta non aveva ricevuto alcun briefing pre-immersione. La temperatura dell'aria era sotto lo zero e un altro tirocinante aveva prestato a Mills la sua muta per tenerla al caldo.

Gull Dive aveva consigliato a Mills di acquistare una muta stagna per la sua seconda immersione pochi giorni dopo e lei aveva acquistato una muta su misura di seconda mano che era arrivata senza dispositivo di gonfiaggio. Non sapeva di averne bisogno e gli istruttori non avevano controllato la sua attrezzatura prima di partire con lei per Lake MacDonald.

Il corso doveva essere tenuto da Liston, descritto come avente "poco più esperienza" del suo allievo, e dall'istruttore appena certificato Snow, ritenuto non qualificato per insegnare immersioni con muta stagna o in quota, dove la ridotta galleggiabilità può essere un problema. Il lago MacDonald ha un'altitudine di 960 m.

Sul sito di immersione sono stati raggiunti da altri due tirocinanti, Bob Gentry e un quattordicenne chiamato EG, entrambi i quali avevano recentemente completato l'addestramento sulla muta stagna.

Quando gli istruttori si resero conto che la fornitura d'aria di Mills non poteva essere collegata alla sua muta stagna, le fu detto di usare il suo GAV per il controllo dell'assetto. Venti chilogrammi di piombo sono stati collocati nelle tasche della muta stagna e del GAV di Mills anziché su una cintura pesi rilasciabile. Si presume che non siano stati tenuti briefing.

Entrando in acqua alle 5:5 con poca luce, Snow ha portato Mills ed EG a 18 metri per circa cinque minuti. Snow ha riportato in piedi EG perché era a disagio, non riuscendo a notare quanta aria era già stata espulsa dalla muta stagna di Mills. Tornò e, con Liston, portò Mills, Gentry e un altro studente a XNUMX metri.

Si dice che il filmato della GoPro montata sul petto di Gentry mostri Mills in piedi su una sporgenza che fatica a respirare ma è troppo sovrappeso per salire. Incapace di attirare l'attenzione del suo istruttore Snow, fece cenno a Gentry di chiedere aiuto, ma mentre nuotava sopra lei si sbilanciò e iniziò ad affondare rapidamente.

Gentry la raggiunse a 26 metri. Mostrava segni di essere schiacciata dalla tuta e lui ha trascorso mezzo minuto cercando senza successo di localizzare e rilasciare i suoi pesi per fermare la discesa, dopodiché ha perso la sua seconda fase. Ha provato a condividere l'aria ma, rischiando di rimanere senza, è stato costretto a lasciarla a 32 metri e fare una rapida risalita.

Non c'era copertura in superficie, ma quando alla fine Snow emerse si tuffò brevemente per cercare Mills, ma non riuscì a trovarla. Durante una seconda immersione, il suo corpo fu ritrovato a 39 metri e riportato in superficie.

L'accusa sostiene che Jeannine Olsen abbia detto al medico legale che un compagno di immersione aveva visto Mills andare nel panico prima di cadere passivamente sul fondo del lago, ma non aveva mostrato alcun segno di difficoltà a 12 metri. Si afferma inoltre che lei aveva detto a Gentry, che da allora è diventato amico della famiglia Mills, di dire che era stato responsabile della fatalità. Si afferma inoltre che il medico legale non aveva notato lividi causati dalla compressione della muta stagna.

Il National Park Service avrebbe condotto un'indagine perché la Gull Dive non era stata autorizzata ad operare nel parco, secondo il Missoula Current, che ha pubblicato il rapporto originale sulla causa. Una precedente azione legale contro Gull Dive per un altro incidente mortale nel 2019 era in corso, ma poiché la scuola di immersione non aveva denunciato l’incidente alla PADI, Mills e la sua famiglia non ne sarebbero stati a conoscenza.

La PADI aveva presentato un documento in cui negava la responsabilità indiretta per la morte di Mills, sostenendo che Gull Dive e i suoi istruttori non erano né agenti né dipendenti dell'agenzia. Sosteneva che il modulo di esclusione della responsabilità firmato da Mills prima dell'immersione avrebbe dovuto chiarire che la PADI non poteva essere ritenuta responsabile nel caso qualcosa fosse andato storto.

Ma il giudice ha osservato che PADI esercitava un certo controllo su Gull Dive e i suoi istruttori in virtù della frase contenuta nei suoi accordi di adesione: "Salvo quanto diversamente previsto nel presente accordo di adesione..." e perché Gull Dive e gli istruttori erano contrattualmente obbligati a seguire i principi PADI. norme e istruzioni.

Inoltre, un istruttore potrebbe essere un “apparente” agente della PADI se Mills ritenesse che quell’istruttore rappresenti la PADI a causa delle affermazioni di PADI. Il giudice ha ritenuto che spettasse alla giuria decidere fino a che punto la PADI potesse essere ritenuta responsabile della morte di Mills.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

41 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Patty B
Patty B
1 anno fa

Come autista, non posso credere a molte cose di questa tragedia. Mettere un nuovo subacqueo in una muta stagna senza alcun addestramento è proprio negligenza. Consentire al subacqueo di utilizzare la muta stagna senza un tubo di gonfiaggio adeguato costituisce grave negligenza. Quella tuta inizia a stringerti dopo 10′!!

Aggiungere la beffa al danno appesantindola senza alcun mezzo di rilascio rapido è un'altra grave negligenza.

L'intera situazione, incluso mettere una nuova subacquea in un ambiente di acqua fredda in cui non si era mai immersa, insieme ad attrezzatura incompleta/non funzionante e fondamentalmente con un paio di "scarpe di cemento", è stata una tempesta perfetta di grave negligenza.

Anche se PADI potrebbe non essere direttamente responsabile, ha comunque una responsabilità nei confronti degli istruttori che agiscono come loro agenti.

MOLTO triste e tragico.

Robert
Robert
1 anno fa

L'immersione con la muta stagna è un'abilità che non si apprende facilmente. A mio avviso, il primo utilizzo dovrebbe essere effettuato in un ambiente controllato come una piscina. Una muta stagna richiede la capacità di far entrare e uscire l'aria per un utilizzo sicuro. Sembra che non avesse modo di immettere aria nella muta stagna, il che in profondità vanifica il suo scopo. L’acqua fredda di per sé è un fattore di stress piuttosto grande. La ponderazione è diversa. Il tuo centro di gravità cambia. Non ho tutte le prove ma se fossi stato io non avrei permesso al mio allievo di immergersi, visto quello che ci è stato detto fino a questo punto. Sono un MSDT, un ex membro del team di immersioni e istruttore di specialità con muta stagna.

Jesse Dube
Jesse Dube
Rispondi a  Robert
1 anno fa

Come sapete, lo standard prevede che la prima immersione avvenga in un ambiente controllato, questo dimostra che la colpa è dell'istruttore.

Stacy Minton
Stacy Minton
1 anno fa

Questo caso è tragico e avrebbe potuto essere evitato.
Leggendo l'articolo l'istruttore e PADI ne sono pienamente responsabili. I punti chiave sono: L'altitudine di immersione richiede istruzioni non fornite: consentire a uno studente di immergersi con una muta stagna senza istruzioni, appena acquistata di seconda mano, senza dispositivo di gonfiaggio per evitare che la muta si schiacci. Sovrappesare il subacqueo: l'istruttore ha permesso al subacqueo di usare la muta senza dispositivo di gonfiaggio e ha detto al subacqueo di usare solo il GAV. Posso andare avanti all'infinito. Questo caso è un tipico appaltatore PADI che insegna in un negozio di immersione PADI. Non ci sono controlli ed equilibri. L’ho già visto prima, dove nessuno vuole assumersi la responsabilità e punta il dito altrove. Quando finirà tutto questo? Probabilmente mai! Tutto ciò che interessa a PADI sono i $$ e che siano i numeri 1. So per certo che i reclami rivolti a PADI rimangono senza risposta. Sarebbe fantastico che qualcuno pubblicasse gli incidenti/inconvenienti per ente certificatore, ma non lo vedremo mai.

NON POWELL
NON POWELL
Rispondi a  Stacy Minton
1 anno fa

PADI Sta per mettere un altro dollaro. Sono responsabili.

Tommaso Michele Spencer
Tommaso Michele Spencer
Rispondi a  NON POWELL
7 mesi fa

Questa è una stronzata. Non puoi ritenere responsabile l'agenzia PADI per i problemi descritti. Tragico com'è stato? Stava frequentando un corso “Avanzato”. E in condizioni avverse. Non un corso di immersione sul ghiaccio o di muta stagna. È responsabilità esclusiva degli istruttori e certamente del negozio di immersione consentirlo. Negli oltre trent'anni che sono stato istruttore PADI? Mi sono imbattuto in eventi davvero stupidi durante le immersioni. La maggior parte ha a che fare con immersioni su relitti, profonde e in “grotte”. Anche se abilitati a tenere questi corsi. Dovresti avere le qualifiche e l'esperienza richieste. “Investire un altro dollaro” è stata la mossa economica adottata da PADI per molti anni. Sono comunque in affari per fare soldi. Non sono un'organizzazione senza scopo di lucro. Ma essendo la più grande agenzia di certificazione esistente, offrono ovviamente un obiettivo più ampio. Dio benedica questa giovane donna. Possa riposare in pace.

Jesse Dube
Jesse Dube
Rispondi a  Stacy Minton
1 anno fa

Prima di tutto, PADI non è proprietaria del negozio di immersioni, né gli istruttori PADI sono agenti dell'organizzazione. PADI non è altro che una società di elaborazione documenti, una guida su come immergersi in sicurezza e insegnare l'immersione in sicurezza. Dire che il PADi è responsabile è come dire che lo Stato è responsabile perché un istruttore di autoscuola ha detto a uno studente di non rispettare i limiti di velocità e poi è stato ucciso per eccesso di velocità durante una lezione. Oppure l'NRA è responsabile del fatto che un membro abbia usato un'arma che ha ucciso qualcuno. La colpa è sia di Gull Diver che dell'istruttore. Gull per aver consentito all'istruttore di tenere il corso pur non essendo certificato per avere studenti con una muta stagna e l'istruttore per non aver annullato la sua immersione quando ha visto che non c'erano fruste di bassa pressione aggiuntive per la muta stagna. Ho seguito tutte le lezioni in acque fredde e sono diventato un istruttore in tali condizioni. Non c'era motivo perché ciò accadesse.

Marcus
Marcus
Rispondi a  Jesse Dube
1 anno fa

Questo, questo qui è perfetto!!!

benzoino
benzoino
Rispondi a  Jesse Dube
1 anno fa

Anche se sono d'accordo con gran parte di quello che dici, non sono d'accordo anch'io. PADI elabora i documenti, ma soprattutto consente che il loro nome venga utilizzato per certificare gli istruttori. Sono un istruttore certificato sulla sicurezza delle armi da fuoco e non certificato dalla NRA, ma dallo Stato del Minnesota. Tuttavia sono un membro della NRA. Se do false istruzioni o le mie azioni portano alla morte, la NRA non è responsabile, lo è lo Stato del Minnesota. Questi istruttori subacquei sono istruttori certificati PADI, il che può renderli responsabili, anche con la liberatoria sulla documentazione, proprio come ha stabilito il giudice.

In questo caso, nessuno dei due istruttori era certificato per insegnare la muta stagna. PADI non ha alcuna responsabilità in questo caso. Questa non era una lezione di immersione con muta stagna. Era una lezione Advanced Open Water. Un istruttore aveva appena ottenuto la certificazione e l'altro aveva completato il corso Advanced Open Water il giorno precedente. Questo è tutto nel negozio di immersioni. In un'area in cui verranno utilizzate regolarmente le mute stagne, l'istruttore dovrebbe avere una conoscenza dell'attrezzatura che le persone utilizzeranno.

Per quanto riguarda PADI, poiché il loro nome è utilizzato nella certificazione, dovrebbero disporre di più controlli ed equilibri. È il loro nome che viene utilizzato, non solo sui documenti.

Timoteo
Timoteo
Rispondi a  Jesse Dube
1 anno fa

La prima cosa che mi viene in mente è “La PADI ha revocato lo status di istruttore ai due istruttori di questa immersione?”.

PADI ha avuto tutto il tempo per rivedere gli eventi di questa immersione e non ho incontrato un subacqueo qualificato per muta stagna che sarebbe entrato in acqua in quel modo o si sarebbe immerso con un amico che doveva configurare il kit di Linnea Mills.
Se PADI non ha revocato i certificati di istruttore, allora PADI afferma intrinsecamente che ciò è accettabile. Inoltre, se la PADI consente ancora agli istruttori di autocertificarsi come muta stagna, non ha impedito che ciò accada di nuovo e ciò dovrebbe lasciarli responsabili.

PADI stava guadagnando soldi da questo corso, questo da solo dovrebbe significare che non possono prendere completamente le distanze da OGNI responsabilità. Quando è stata l'ultima volta che PADI ha ispezionato Gull Dive? Quali rapporti c'erano e cosa stava facendo PADI a riguardo? C'è stato un decesso nel 2019 secondo l'articolo, perché PADI non ha una politica in atto per contattare la polizia locale ovunque si trovino i loro centri e dire "Ehi, se mai ci fossero incidenti, non importa quanto minori vogliamo essere informato?" – Mi sembra un’ignoranza intenzionale considerando l’immagine del marchio PADI.

PADI è felice che gli istruttori dicano "Sono un istruttore PADI" e i Dive Center dicano "Questo è un Dive Center PADI". Per me questo è come copiare e scrivere. Nella maggior parte del mondo, se un copy write non viene difeso, viene perso. PADI dovrebbe essere tenuta a un approccio simile: "Se permetti alle persone di rivendicare il tuo marchio nel materiale di marketing, E stai guadagnando denaro da tale dichiarazione (una parte delle spese del corso vanno a PADI), allora non dovrebbero essere in grado di sfuggire a tutti responsabilità"

Olof
Olof
Rispondi a  Jesse Dube
1 anno fa

@Jesse, sono completamente d'accordo. L'unico modo in cui PADI potrebbe essere ritenuta responsabile è se precedenti incidenti con il negozio di immersione gli fossero stati segnalati ma non avessero preso provvedimenti. Tuttavia, da quello che posso vedere e leggere online, non è stato segnalato alcun problema alla PADI prima di questo tragico caso. Per me è un mistero che un istruttore possa essere così negligente. La misura in cui gli standard sono stati deviati va oltre ciò di cui la maggior parte degli studenti OW sarebbe capace in una brutta giornata.

Peter Smith
Peter Smith
1 anno fa

Qualsiasi istruttore che consenta ad un apprendista di immergersi con una muta stagna senza mezzi di gonfiaggio ha un fondamentale malinteso sulla necessità di essere in grado di gonfiare la muta. Incompetenza totale

K. Heller
K. Heller
1 anno fa

Profondamente negligente da parte del negozio e dell'istruttore. Istruttore PADI da più di 20 anni e ho visto gli "standard" diventare Disneyficati. Trascorro gran parte del mio tempo aiutando i subacquei “certificati” a imparare ad immergersi durante i nostri viaggi. 😒

Hasski
Hasski
Rispondi a  K. Heller
1 anno fa

C'è una ragione per cui SSI sta diventando la certificazione preferita.
Sono PADI Rescue, ma non sceglierò PADI per i miei figli.

Mohammad Ashraf
Mohammad Ashraf
1 anno fa

Molti posti sono così negli Stati Uniti, ti fanno firmare alcuni documenti e dire che hai già un corso PADI, e poi ti buttano in acqua. A loro non importa della vita delle persone e si preoccupano solo di farti pagare il doppio perché qualcuno si immerga con te, una volta ho pagato per quello e mi hanno semplicemente dato un ragazzo senza esperienza che si prendesse cura di lui invece durante una gita in barca. Aveva fatto solo tre immersioni e gli hanno dato una bombola e gli hanno detto di saltare. Ha finito il suo acquario in 15 minuti. L'ho riportato sulla barca e ho promesso di non immergermi mai più negli Stati Uniti per tutti gli stupidi centri di immersione che non si prendono cura dei propri clienti.

Jesse Dube
Jesse Dube
Rispondi a  Mohammad Ashraf
1 anno fa

Gli Stati Uniti sono un paese che si vanta di “diritti e responsabilità individuali”, ciò di cui parli sarebbe ciò che molte persone più conservatrici chiamano “comunismo”. Ma seriamente, ho dovuto immergermi con dei principianti che hanno rovinato anche la mia immersione, dato che subacquei esperti hanno dovuto immergersi con me quando ero un principiante, questa è la natura di questo sport. E se vai praticamente ovunque nelle isole dei Caraibi, le cose andranno molto peggio. Digitare stupido subacqueo su YouTube e trovi alcune pratiche pazze e pericolose. Le immersioni in Canada sono davvero sicure. :)

Tina
Tina
1 anno fa

Il mio pensiero continua a andare a 20kg di piombo. NESSUNO SI IMMERGE MAI CON 20kg di piombo!!! Sono 44 libbre di piombo! Mi sono tuffato con 16 libbre con una muta umida che è più galleggiante. La sua muta deve essere stata un trilaminato o simile, che non ha nemmeno la galleggiabilità da sola senza l'aggiunta di aria. Non sono nemmeno certificato per la muta stagna, ma ho letto abbastanza per SAPERLO. Questo è sull'istruttore e sul centro immersioni. Ma sicuramente sarebbe stato possibile prevenirlo anche con più ricerca e autoeducazione da parte del subacqueo. Ma non potevo dire che a 18 anni conoscessi o mi importasse abbastanza di questo genere di cose. Questo è un appello a tutti i subacquei, soprattutto ai principianti, ad essere più autosufficienti e fare le proprie ricerche per essere preparati.

Olof
Olof
Rispondi a  Tina
1 anno fa

Effettivamente 20kg sembrano tanti. Tuttavia, un subacqueo con muta stagna è molto più galleggiante di una muta umida. Anche se una muta in trilaminato potrebbe essere meno galleggiante di una muta in sé, è sempre abbinata a indumenti intimi spessi per l'isolamento. Mi immergo con 4-6 kg di piombo in una muta da 5 mm e 10-16 kg in una muta stagna (a seconda degli indumenti intimi, dell'attrezzatura, dell'acqua salata/dolce e della temperatura).

JP McQueen
JP McQueen
1 anno fa

Questa è una storia assolutamente tragica ed è importante che il settore della subacquea ne senta parlare e da cui impari. Ma perché Divernet ha collegamenti ad articoli in vendita in una storia così terribile? Stai cercando di trarre profitto da una tragedia ed è disgustoso!

PW F
PW F
1 anno fa

Sfortunatamente questa fatalità non è una sorpresa. Cos'altro aspettarsi da “PAGATO”??? Advanced Diver senza alcuna esperienza… istruttori che si inginocchiano a terra e vanno avanti.

Hal Lomax
Hal Lomax
1 anno fa

Non sono un subacqueo ricreativo, ma sono un subacqueo commerciale dal 75 e ho insegnato a subacquei commerciali. Vedo molto che è stato fatto di sbagliato qui. Sarà interessante vedere se PADI sarà ritenuta responsabile e in che misura.

Hasski
Hasski
1 anno fa

Caso tragico. E un elenco di errori che hanno tutti contribuito alla morte di Linnea.
Personalmente, non so perché qualcuno dovrebbe voler immergersi con una muta stagna; Ho preso la specialità e non l'ho mai più fatto. Ci sono così tante cose che possono andare storte; schiacciamento, ribaltamento, rischio di salita incontrollata in caso di inceppamento della valvola.
Immergersi in quota, con tempo gelido, con una muta presa in prestito non verificata, senza pesi rilasciabili e in condizioni di scarsa illuminazione, per giunta, sono tutte cose pazze.
Ma la principale causa di morte in questo caso sono gli istruttori non qualificati a cui non avrebbero dovuto affidare una gomma da masticare e tanto meno la vita di qualcuno

Bruno
Bruno
1 anno fa

La studentessa era già una Open Water.. avrebbe dovuto sapere cosa fare, la cintura a sgancio rapido e l'addestramento con la muta stagna dovrebbero essere imparati prima in una piscina.. Quindi avrebbe dovuto sapere che aveva bisogno di una valvola di gonfiaggio per la sua muta.. Errore dello studente fino in fondo

tuffatore
tuffatore
Rispondi a  Bruno
1 anno fa

Chiaramente non sai di cosa stai parlando. L’addestramento con la muta stagna non fa parte del corso Open Water Diver. Non avrebbe potuto sapere come gestirne uno ed evidentemente anche l'istruttore era all'oscuro. Il fatto che l'istruttore abbia *riempito* le sue tasche con cerniera con 44 libbre (!!!) di piombo ha segnato il suo destino.

Stai suggerendo che tutti gli studenti dovrebbero essere in grado di individuare l'incompetenza della scuola e degli insegnanti e di raccontare *loro* i loro errori?

Se gli istruttori non sapevano quanto fossero pericolose le condizioni dell'immersione di Linnea, come avrebbe potuto saperlo meglio? Se avesse dovuto saperlo meglio, cosa dice questo degli istruttori che sono certamente al di sopra del livello Open Water?!?

Non si può sostenere che sia stato un errore della studentessa quando l'istruttore(i) l'ha riempita di peso eccessivo e le ha detto di usare il GAV invece della muta stagna disfunzionale, senza attribuire maggiore colpa all'istruttore(i). Ma sei chiaramente fuori dalla tua portata...

Vincent
Vincent
1 anno fa

Caso interessante. Mi chiedo quanta responsabilità abbiano gli studenti in questi casi. Naturalmente i professionisti sono responsabili per la maggior parte. Ma immergendosi in una muta stagna incompleta, senza peso rilasciabile, ad un certo punto si suppone che il buon senso di uno studente entri in azione, imho.

Scott
Scott
Rispondi a  Vincent
1 anno fa

Puoi sempre dire che il subacqueo/studente è il responsabile ultimo della propria sicurezza, ma uno studente non sa quello che non sa. Fino a quando uno studente non ha superato la certificazione, l'istruttore è responsabile di garantire la sicurezza dello studente oltre a controllare e spiegare la funzionalità di tutta l'attrezzatura che indossa. Nella mia mente l'istruttore e il negozio di immersioni erano completamente negligenti qui. L'istruttore avrebbe dovuto sapere che la compressione della tuta senza dispositivo di gonfiaggio l'avrebbe resa immobile in profondità. Non sono un subacqueo con muta stagna, quindi non me ne sono reso conto finché non ho letto la storia iniziale e l'ho fatta spiegare da qualcuno che è un subacqueo con muta stagna.

Karen
Karen
Rispondi a  Scott
1 anno fa

D'accordo, l'istruttore non era nemmeno certificato per insegnare quella specifica specialità della muta stagna. L'istruttore avrebbe dovuto chiamare questa immersione numerose volte, ma lei continuò, e Liston non era nemmeno un istruttore né un dive master, aveva appena ottenuto il livello avanzato il giorno prima. Per il parco nazionale non denunciare l'istruttore è ridicolo. Tutto ciò che viene insegnato a un istruttore, lo ha fatto in modo sbagliato su tutti i fronti. Semplicemente disgustoso

Mike
Mike
Rispondi a  Scott
1 anno fa

Ho letto bene? Chiunque abbia prodotto la muta stagna non aveva un mezzo per agganciarsi a una presa a bassa pressione per regolare la compressione della muta?

Tony f
Tony f
Rispondi a  Mike
1 anno fa

No, lo studente aveva noleggiato un set di equipaggiamento che non aveva un tubo di gonfiaggio, e nemmeno la tuta di seconda mano che aveva comprato era dotata di tubo.

Ronal Miller
Ronal Miller
Rispondi a  Tony f
1 anno fa

Ogni moderno set di erogatori ha almeno un tubo di gonfiaggio (per il GAV). Se dovessi assolutamente immergerti con una muta stagna e con una sola frusta di gonfiaggio, sarebbe molto meglio collegarla al GAV invece che al GAV. Puoi gonfiare oralmente un GAV ma non puoi fare nulla senza un dispositivo di gonfiaggio.

Tony
Tony
Rispondi a  Ronal Miller
1 anno fa

La connessione del gonfiatore della muta stagna normalmente non ha le stesse dimensioni del GAV. Sulla mia muta stagna, il tubo di gonfiaggio del GAV si collegherà con una forza eccessiva, ma si staccherà una volta aperta l'aria.

Dora
Dora
Rispondi a  Tony
1 anno fa

No, di solito sono esattamente gli stessi. Solo alcune tute rare o modelli più vecchi hanno collegamenti dei tubi diversi. Non sappiamo quale sia stato il caso in questo caso, ma non ha alcun senso mandare qualcuno in acque libere senza un precedente addestramento sulla muta in acque confinate o senza tubo di gonfiaggio

Nigel H
Nigel H
Rispondi a  Ronal Miller
1 anno fa

Tuttavia raccordi per valvole diversi

Timoteo
Timoteo
Rispondi a  Mike
1 anno fa

Esistono le mute stagne da vela. Quelli non hanno dispositivi di gonfiaggio. Ho visto altre fonti di notizie implicare che fosse una di quelle

Alec
Alec
Rispondi a  Timoteo
1 anno fa

Ci sono immagini fisse di riprese video che mostrano chiaramente che si tratta di una muta stagna da immersione; che non ha un tubo di gonfiaggio collegato.

Carolyn Wagner
Carolyn Wagner
Rispondi a  Mike
1 anno fa

No, il negozio di immersioni non è riuscito a fornire il tubo della muta stagna e lo studente non aveva una formazione precedente per sapere che ne aveva bisogno. Tutti devono leggere l'intera causa. Probabilmente sono stati commessi 25 errori. Lo odio... ma probabilmente negligenza criminale

Hasski
Hasski
Rispondi a  Scott
1 anno fa

Sì, il motociclista avrebbe dovuto essere più intelligente e togliersi di mezzo dal camion, così da evitare di tamponarsi ed essere ancora vivo, giusto?
 Ad un certo punto si suppone che il senso comune [sic] di un poster del forum entri in gioco, imho.

Steve Taylor
Steve Taylor
Rispondi a  Vincent
1 anno fa

Probabilmente non aveva idea dell'effetto della compressione della muta, sospetto che non avesse nemmeno una valvola di scarico perché probabilmente non era adatta per le immersioni. L'istruttore avrebbe dovuto impedire l'immersione. Inoltre, si sarebbe dovuto fermare anche l'impossibilità di scaricare il piombo. era una novellina quindi l'istruttore avrebbe dovuto prendere l'iniziativa
Ancora una volta PADI rifiuta di accettare la responsabilità di un centro Padi

Rachele
Rachele
Rispondi a  Vincent
1 anno fa

Non posso sottolinearlo abbastanza. Ciò non è stata affatto colpa dello studente o qualcosa che avrebbe dovuto calciare per lo studente. La maggior parte dei subacquei si immerge in acque tiepide dove la muta stagna non è un pensiero e questo è stato il caso di Linnea. inoltre il centro ne era consapevole e anche allora ha deciso di vendere una muta stagna di superficie e di non verificare con la studentessa che non le dava indicazioni. C'è una ragione per cui esiste un centro immersioni. Per dare indicazioni e istruzioni. Questo non è riuscito a farlo.

Luca Ryan
Luca Ryan
Rispondi a  Vincent
1 anno fa

Che completa e assoluta spazzatura. Sono impiegato come istruttore di guida di veicoli pesanti e non ci si può aspettare che uno studente che sa guidare un'auto abbia il "buon senso" per conoscere l'esatta configurazione e il funzionamento di un veicolo articolato, finché non glielo dico io. Sono completamente responsabile della loro educazione e sicurezza, non loro. Sono PADI Advanced (il che non significa nulla, nel grande schema delle cose), ma non sono ancora diventato qualificato per la muta stagna. Non saprei quali tubi dovrei o non dovrei avere, e ho un Master, quindi non sono stupido! Le mie più sincere condoglianze alla famiglia della giovane donna. Possa riposare in pace.

SEGUICI SU

41
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x