I sommozzatori italiani trovano un relitto del XVI secolo

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I sommozzatori italiani trovano un relitto del XVI secolo

subacquei italiani

Immagine: Rasta Divers.

Il relitto del Santo Spirito e Santa Maria di LoretoSi ritiene che due subacquei abbiano localizzato la , una delle più grandi navi mercantili italiane del XVI secolo, a una profondità di 16 metri al largo della costa settentrionale italiana, vicino a Genova.

Il relitto sarebbe stato ritrovato nell'area marina protetta di Porto Pidocchio da Gabriele Succi ed Edoardo Sbaraini, che gestiscono il centro Rasta Divers nella vicina Santa Margherita Ligure.

La scoperta è stata fatta a febbraio ma è stata annunciata solo ora dalla Soprintendenza Archeologica del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

21 Giugno 2020

La nave in stile ragusano (Ragusa era una repubblica marinara con sede attorno all'attuale Dubrovnik in Croazia) naufragò il 29 ottobre 1579.

Se l'identità fosse confermata si tratterebbe del primo ritrovamento nelle acque italiane di un'imbarcazione di quell'epoca con lo scafo ancora intatto.

I sommozzatori archeologici e di polizia stanno effettuando indagini e lavorando con gli storici marittimi per identificare e datare con certezza il relitto.

La sovrintendenza afferma che i sommozzatori si aspettano di trovare ceramiche, monete, strumenti di navigazione, cannoni e ancore, e che la scoperta offre una rara opportunità per studiare in dettaglio l'architettura navale dell'epoca.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x