All'interno della HMS Terror 170 anni dopo

Piatti e altri manufatti sugli scaffali accanto a un tavolo da mensa dove l'equipaggio avrebbe mangiato. (Foto: squadra di archeologia subacquea di Parks Canada)
Piatti e altri manufatti sugli scaffali accanto a un tavolo da mensa dove l'equipaggio avrebbe mangiato. (Foto: squadra di archeologia subacquea di Parks Canada)

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Il primo filmato sistematico catturato all'interno dello storico relitto artico dell'HMS Terrore è stato rilasciato dal team di archeologia subacquea di Parks Canada.

L'agenzia governativa sta collaborando con gli Inuit locali per esplorare i relitti dell' Terrore e HMS Erebus. Le due navi salparono dall'Inghilterra nel 1845 al comando di Sir John Franklin alla ricerca del leggendario passaggio a nord-ovest, e affondarono tre anni dopo.

Aggiornare: 275 reperti recuperati dal naufragio della Erebus

La spedizione di sette giorni, parte di quella che viene descritta come l’impresa archeologica subacquea più complessa della storia canadese, ha avuto luogo all'inizio di questo mese. Nave da ricerca la David Thompson arrivò al largo dell'isola King William nel Nunavut il 7 agosto in quelle che furono descritte come condizioni meteorologiche eccezionali.

Nel corso di sette immersioni con ROV sono state esplorate 20 cabine e scompartimenti. Si dice che siano state ottenute immagini chiare di oltre il 90% del ponte inferiore della nave, comprese le cabine del capitano e degli altri ufficiali e gli alloggi dell’equipaggio.

HMS Terrore è stato ben conservato dalle acque fredde e profonde di Terror Bay e da strati di sedimenti protettivi. Nelle cabine degli ufficiali restano al loro posto letti, scrivanie e scaffali, alcuni dei quali contengono oggetti.

Altri scaffali con piatti, bicchieri e calici rimangono in quella che si pensa fosse la dispensa della mensa degli ufficiali. Ulteriori file di scaffali contenenti piatti, ciotole e bicchieri intatti furono trovate nella zona di prua dove erano alloggiati i ranghi inferiori.

La cabina del capitano Francis Crozier era quella meglio conservata, grazie ai sedimenti penetrati dalle finestre della galleria di poppa. Sono stati identificati la sua scrivania, armadietti portacarte con cassetti chiusi, scatole contenenti probabilmente strumenti scientifici, un treppiede completo e una coppia di termometri.

L’unica porta chiusa sul ponte inferiore era quella che conduceva alla zona notte del capitano.

Parks Canada prevede che ulteriori indagini riveleranno documenti sigillati e ancora leggibili in queste aree, preservate dall'oscurità e da una temperatura dell'acqua intorno allo zero.

“L'impressione che abbiamo riscontrato esplorando l'HMS Terrore è quello di una nave abbandonata solo di recente dal suo equipaggio, apparentemente dimenticata dal passare del tempo – indipendentemente dal fatto che siano trascorsi circa 170 anni fa Terrore affondò senza tante cerimonie sul fondo della baia dove ora riposa", ha detto Ryan Harris, direttore del progetto Parks Canada e pilota ROV.

La pubblicazione del filmato, che è ora in fase di analisi dettagliata, è stata programmata in concomitanza con il festival locale Umiyaqtutt (naufragio). “L’Inuit Heritage Trust è molto soddisfatto delle recenti scoperte sull’HMS Terrore", ha affermato Pamela Gross, presidente dell'Inuit Heritage Trust.

“In qualità di comproprietari dei manufatti, condividiamo l’entusiasmo di Parks Canada per l’incredibile potenziale di svelare di più su questo mistero che, combinato con la conoscenza tradizionale Inuit, aiuterà a dipingere una storia più completa della spedizione Franklin e del suo destino”.

Il filmato del relitto dell'HMS Terror può essere visto qui.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x