Le femmine di polpo molestate lanciano colpi di avvertimento

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Le femmine di polpo molestate lanciano colpi di avvertimento

ottobre 2

Immagine: Peter Godfrey-Smith.

I polpi selvatici nell'Australia orientale sono stati visti impegnati in un'attività insolita tra gli animali: lanciare conchiglie, limo e alghe contro altri individui della stessa specie in quelli che sembrano essere attacchi mirati. 

Un team scientifico guidato dal professor Peter Godfrey-Smith dell'Università di Sydney ritiene che il comportamento sia spesso usato come segnale di avvertimento da parte delle femmine di polpo ai maschi eccitati che le loro attenzioni sessuali non sono desiderate.

Il loro studio era basato su 21 ore di video catturato tra il 2011 e il 2018 in un sito di 8 mq popolato da un numero insolitamente elevato di polpi comuni di Sydney (Polpo tetrico).

I molluschi sono in grado di raccogliere e spingere materiali utilizzando le braccia, e allo stesso tempo emettono un potente getto d'acqua dal sifone tenuto sotto la loro ragnatela per aumentarne lo slancio.

I lanci più vigorosi: quelli che hanno maggiori probabilità di colpire il bersaglio polipo – di solito coinvolgevano il limo ed erano accompagnati da modelli del corpo uniformi o scuri che segnalavano un comportamento aggressivo.

A volte il polipo inclinava anche il corpo per ottenere più potenza nel tiro ed era in grado di raggiungere distanze di diverse lunghezze del corpo.

Dei 101 lanci osservati in un anno, 90 sono stati provocati da donne e per i due terzi da due individui intimidatori. In un'occasione si vide una femmina scagliare limo contro un maschio persistente cinque volte di seguito.

I maschi cercavano di schivare i proiettili o di respingerli con le braccia, anche se ci riuscivano solo circa la metà delle volte. Potrebbero anche lanciare loro stessi dei materiali in quello che sembrava essere un segno di frustrazione, ma mai nei confronti della femmina.

31 agosto 2021

Il lancio mirato di oggetti è un comportamento raro negli animali, affermano i ricercatori.

Laddove viene impiegato tra creature come primati, elefanti o uccelli, di solito è contro le prede, per rilasciare cibo inaccessibile o per allontanare minacce da altre specie, ma raramente è diretto contro animali della stessa specie, tranne che tra gli scimpanzé.

Lo studio, che deve ancora essere sottoposto a revisione paritaria, è stato pubblicato da bioRxiv.

maggiore

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x