Resistenza esposta ai cacciatori di tesori delle profondità marine

Resistenza
Coronamento dell'Endurance e timone della nave, ponte di poppa (FMHT / NatGeo)

La nave di Sir Ernest Shackleton Resistenza, recentemente scoperto sotto il ghiaccio antartico da una spedizione del Falklands Maritime Heritage Trust (FMHT), potrebbe ora cadere preda di saccheggi da parte di "organizzazioni canaglia", secondo il direttore dell'esplorazione Mensun Bound.

L'emozionante scoperta della famosa nave è stata descritta su Divernet il 9 marzo. Ma ora Bound ha espresso a Metro.co.uk le sue preoccupazioni riguardo al fatto che i cacciatori di tesori potrebbero tentare di accedervi Resistenza dopo che le attività della sua squadra hanno rivelato la sua posizione approssimativa, anche se si trova in mari ghiacciati a una profondità di 3 km. 

Schiacciato dal ghiaccio marino nel 1915, il relitto fu scoperto a circa 6 km a sud della posizione originariamente registrata dal Capitano Frank Worsley.

Resistenza
Mensun legato (Esther Horvath)

Bound espresse il suo timore che i manufatti perfettamente conservati a bordo rischiassero di finire in mostra negli "hotel di Las Vegas", in una sorta di situazione di "aiuto fai da te" che si era verificata negli anni successivi alla scoperta, nel 1985, da parte di Robert Ballard dell'ancor più profondo -dire bugie Titanic

I Resistenza L'equipaggio aveva evacuato in fretta la nave perché era allagata, lasciando tutto nelle loro cabine, ha detto Bound. Si riferiva a "un'enorme quantità di effetti personali delle persone a bordo... semplicemente sedute lì nelle cuccette dove li avevano lasciati: libri, valigie piene di cose, cassetti pieni di cose".

Sottomarini russi

Bound ha ammesso che oggigiorno si può fare ben poco per prevenire l’interferenza dei relitti: “Come si protegge qualcosa nel mezzo del Mare di Weddell sotto il ghiaccio? Chiunque abbia qualche sottomarino russo o qualcosa del genere potrebbe andare laggiù." 

Tuttavia, preferiva sperare che in futuro un’organizzazione archeologica “benpensante” potesse accedere al relitto per aiutarlo a mantenerlo o addirittura a restaurarlo come sito educativo.

I Resistenza22 Il team della spedizione, che comprendeva lo storico e documentarista Dan Snow, si era rivolto a un vasto pubblico internazionale di scolari come risultato del suo programma di sensibilizzazione. “I nostri scopi erano interamente scientifici, archeologici, storici ed educativi… abbiamo affrontato Dan Snow e Hit di storia perché sapevamo che avrebbero potuto far uscire la storia in un modo che noi non avremmo potuto”, ha detto Bound.

Resistenza
Endurance nel 1915 (Frank Hurley/Biblioteca del Congresso)

Sempre parlando con Metro.co.uk, Snow ha affermato che sarebbe molto più conveniente condividere la realtà sottomarina Resistenza con il pubblico attraverso le nuove tecnologie piuttosto che tentare di rialzare e conservare la nave.

“La scansione laser 3D è strabiliante e consentirà di produrre modelli accurati al millimetro, che le persone potranno esplorare con le cuffie”, ha affermato, prevedendo “un foto-qualità reale che lo renderà come nessun altro naufragio che tu abbia mai visto”.

Ha detto che credeva che in futuro il Resistenza La scoperta avrebbe “un enorme impatto sul modo in cui ci impegniamo con il patrimonio sottomarino”.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Alessandro Monteiro
Alessandro Monteiro
anni fa, 2

Mensun Bound ha già lavorato con cacciatori di tesori, quindi quella è una nave che era già salpata.

SEGUICI SU

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x