Gli eco-ormeggi possono proteggere i cavallucci marini di Studland

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Gli ambientalisti, compresi i subacquei, hanno unito le forze con la comunità dei canottieri nel tentativo di salvare l'ambiente sottomarino della Studland Bay nel Dorset.

Leggi anche: Rompere le catene per i cavallucci marini dello Studland

Il Seahorse Trust e Boatfolk, un gruppo nazionale di porti turistici, stanno collaborando a un progetto senza scopo di lucro per posizionare i primi 10 “eco-ormeggi” – un’alternativa ecologica alla pratica dannosa di gettare le ancore nella baia.

Nel fondale viene fissata un'ancora a vite elicoidale, collegata alla boa di ormeggio tramite un tirante o un cavo elastico. La cavalcatura si allunga con l'alta marea e si contrae con la bassa marea, impedendo a qualsiasi attrezzatura di perlustrare le alghe circostanti. I diportisti non hanno più bisogno di gettare le proprie ancore, che spesso possono trascinarsi prima di afferrarsi.

Ogni ormeggio ecologico costa circa 2000 sterline, ma si spera che siano disponibili fondi per installarne fino a 100 nei prossimi anni, possibilmente con l'aiuto degli sponsor. Il gruppo di ristoranti del West Country Rockfish ha sponsorizzato uno dei primi 10 eco-ormeggi.

Le alghe di Studland sono un terreno fertile per i cavallucci marini spinosi, che sono protetti dal Wildlife & Countryside Act. L’area è stata designata Zona di Conservazione Marina (MCZ) nel 2019, con l’obiettivo di riportare sia le praterie marine che i cavallucci marini in “condizioni favorevoli”, e il progetto è stato approvato dalla Marine Management Organization.

Le praterie di fanerogame marine non solo forniscono un habitat essenziale per specie come i cavallucci marini, ma immagazzinano anche fino al doppio del carbonio per ettaro rispetto alle foreste terrestri, contribuendo a contrastare gli effetti negativi del riscaldamento globale.

"Sono lieto di lavorare con i barcaioli per sviluppare una soluzione pratica che consenta ai diportisti di continuare a godere di questo straordinario sito, in un modo che consenta anche la conservazione di rare praterie di fanerogame marine e di cruciali terreni di riproduzione di cavallucci marini", ha affermato il subacqueo e direttore esecutivo del Seahorse Trust. Neil Garrick-Maidment.

"Il compito di Boatfolk è rendere facile per le persone uscire in acqua e godersi il tempo trascorso a galla", ha affermato l'amministratore delegato del gruppo Michael Prideaux. “Fornire un’opzione alternativa a Studland che protegga questo incredibile ambiente marino significa fare la cosa giusta per i diportisti e per il nostro pianeta.

“Il ritorno finanziario non è un obiettivo qui; ci impegniamo a rendere Studland Bay una destinazione nautica sostenibile per le generazioni a venire e siamo orgogliosi di mettere il nostro nome e le nostre risorse dietro questo progetto”.

La mossa fa parte della strategia di sostenibilità Coastline Deadline di Boatfolk.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x