I delfini alzano la voce contro il frastuono umano

Delta e Reese con etichette attaccate (Dolphin Research Center)
Delta e Reese con etichette attaccate (Dolphin Research Center)

Molte specie animali utilizzano il suono per aiutarsi a compiere azioni cooperative, ma questa dipendenza può renderle vulnerabili ai disturbi derivanti dall’inquinamento acustico umano.

Ora un team internazionale di ricercatori guidati dall’Università di Bristol ha dimostrato come la capacità dei delfini di lavorare insieme sia ostacolata dal rumore generato dall’uomo, che li costringe ad alzare la voce in uno sforzo che può essere destinato al fallimento.

Leggi anche: Legge britannica “incoerente” che non rispetta balene e delfini

Gli scienziati hanno usato delle ventose per taggare due delfini tursiopi addestrati e “altamente motivati” chiamati Delta e Reese in un recinto del Dolphin Research Center della Florida. L'obiettivo era quello di registrare i vocalizzi e i movimenti dei due delfini mentre partecipavano a un compito in cui ciascuno doveva premere il proprio pulsante subacqueo entro un secondo l'uno dall'altro. 

I delfini normalmente collaborano per portare a termine il compito comunicando tramite fischi. Tuttavia, quando gli scienziati hanno aumentato il livello di rumore esterno, hanno scoperto che i fischi di Delta e Reese diventavano più forti e più lunghi mentre cercavano di compensare – e il loro successo nell’esecuzione del compito diminuiva.

Sott'acqua i delfini faticavano a farsi sentire (Dolphin Research Center)
Sott'acqua i delfini faticavano a farsi sentire (Dolphin Research Center)

"Sappiamo da anni che gli animali possono tentare di compensare l'aumento del rumore nel loro ambiente regolando il loro comportamento vocale", ha affermato l'autrice principale dello studio Pernille Sørensen della School of Biological Sciences di Bristol. “Il nostro lavoro dimostra che questi aggiustamenti non sono necessariamente sufficienti per superare gli impatti negativi del rumore sulla comunicazione tra animali che lavorano insieme.

“Abbiamo avuto un’opportunità unica di studiare gli effetti negativi del rumore sul comportamento cooperativo in un ambiente controllato, cosa che è quasi impossibile da fare in natura. I nostri risultati evidenziano chiaramente la necessità di tenere conto di come il rumore influisce sui compiti di gruppo negli animali selvatici».

"Ci mostra anche che i delfini possono modificare in modo flessibile le loro vocalizzazioni nel tentativo di continuare a cooperare con il loro partner, rivelando che questa specie è capace di una collaborazione attivamente coordinata", ha aggiunto l'autrice senior Dr Stephanie King, professoressa associata di comportamento animale. a scuola.

“Abbiamo dimostrato che il rumore prodotto dall’uomo influisce direttamente sul successo degli animali che lavorano insieme. Se il rumore rende i gruppi di animali selvatici meno efficienti nell’eseguire azioni cooperative, come il foraggiamento cooperativo, allora ciò potrebbe avere importanti conseguenze negative per la salute individuale e, in ultima analisi, per la salute della popolazione».

I il documento viene pubblicato in Current Biology.

Anche su Divernet: Delfini per Avatar: cosa stava pensando JC?, Malta Park incolpa i subacquei per la morte dei delfiniI delfini sorvegliano le navi da guerra russe dai subacqueiPerché oggi è la giornata mondiale dei delfini

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x