I subacquei sollecitano un’azione per proteggere i pesci di Malta

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I subacquei sollecitano un’azione per proteggere i pesci di Malta

Relitto di Malta

Immagine: Mal B.

La comunità subacquea di Malta, una delle destinazioni d’oltremare preferite dai subacquei del Regno Unito, ha invitato le autorità delle isole a proteggere i siti di immersione popolari dalle attività di pesca, alla luce di quello che definisce un preoccupante calo del numero di pesci.

La Federazione delle attività subacquee di Malta e l'Associazione delle scuole di immersione professionali hanno rilasciato una dichiarazione congiunta in risposta a un avviso emesso dall'autorità di rilascio delle licenze Transport Malta.

L'avviso specifica le aree in cui le barche possono fermarsi o ancorare intorno a Malta, Gozo e Comino, e attualmente consente che alcuni tipi di pesca di superficie vengano effettuati facendo passare le barche su molti siti di immersione.

25 Gennaio 2019

I subacquei vogliono in particolare che tutti i siti dei relitti delle isole, comprese le barriere coralline artificiali, siano protetti. Hanno suggerito che le boe segnaletiche perimetrali vengano utilizzate per escludere dai siti tutto il traffico diverso dalle barche per immersioni approvate almeno da marzo a dicembre, i nove mesi più attivi dell'anno,

Tale azione non solo migliorerebbe l’esperienza subacquea ma proteggerebbe anche i subacquei dalle lenze “potenzialmente mortali”, affermano gli organismi professionali. Sostengono inoltre che la mossa andrebbe a vantaggio della comunità di pescatori, perché i siti di immersione agiscono come un “incubatore” che aiuta a ricostituire gli stock ittici nelle aree circostanti.

"I visitatori locali e stranieri stanno assistendo a un preoccupante calo del pesce attorno alle coste delle isole maltesi, come supportato dalle ultime indagini di settore", si legge nella dichiarazione.

Riflettendo il timore che i subacquei in visita possano scegliere di andare altrove, continua: “L’industria delle immersioni porta decine di migliaia di visitatori ogni anno, e la clamorosa lamentela da parte di questi visitatori si riferisce alla quantità limitata o al declino della vita marina osservata intorno alla nostra costa nel corso degli anni. negli ultimi anni, qualcosa di cui i nostri concorrenti più diretti in questo settore ne hanno in abbondanza!”

I subacquei sostengono che l’attuale regolamentazione del passaggio delle barche “complica l’applicazione della protezione per queste zone, poiché è più difficile distinguere tra i diversi tipi di pesca per confermare se una regola è stata infranta o meno.

“Molte volte i trasgressori possono essere scomparsi molto prima che qualcuno possa ottenere un numero di registrazione o prima che gli agenti delle forze dell'ordine si trovino ovunque nell'area. Ciò equivale ad avere una strada principale che attraversa un parco per famiglie”.

Le barche per le immersioni dovrebbero essere incoraggiate a utilizzare punti di ormeggio permanenti piuttosto che ancoraggi, riconoscono gli enti subacquei, che sollecitano che si intervenga prima dell'inizio della stagione in primavera, "quando le attività acquatiche intorno alla costa aumenteranno di dieci volte".

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x