I sub esplorano un antico relitto di marmo del Mediterraneo

Un capitello in stile corinzio (Autorità israeliana per le antichità)
Un capitello in stile corinzio (Autorità israeliana per le antichità)

Un raro carico di preziosi componenti edilizi in marmo di epoca romana, proveniente da una nave mercantile naufragata in una tempesta al largo della costa mediterranea di Israele, è stato ritrovato da ulteriori tempeste circa 1,800 anni dopo.

Il nuotatore Gideon Harris ha individuato i manufatti a una profondità di 4 metri, a circa 200 metri al largo di una spiaggia chiamata Beit Yanai vicino a Netanya, una città a nord di Tel Aviv. Ha riferito la sua scoperta all'Autorità israeliana per le antichità, la quale afferma che quello che ha trovato è il più antico carico marittimo del suo genere conosciuto nel Mediterraneo orientale. 

Leggi anche: 6 relitti del Med controllati durante la missione dell'UNESCO

Sommozzatore con una delle colonne rinvenute sul luogo del relitto (Israel Antiquities Authority)
Subacqueo con architrave in marmo e capitello ritrovato sul luogo del relitto (Israel Antiquities Authority)

Le circa 44 tonnellate di manufatti in marmo bianco sono in stile corinzio e comprendevano capitelli o supporti decorati con motivi fogliari, capitelli parzialmente scolpiti e architravi lunghi fino a 6 metri. I sommozzatori dell'Unità di Archeologia Marina dell'Autorità, che hanno esaminato il sito del relitto, affermano che gli elementi architettonici sarebbero stati di alto valore e probabilmente sarebbero stati destinati a prendere posto in un edificio pubblico come un tempio o un teatro.

Una piccola ma completa colonna di marmo
Un supporto marmoreo intatto

"Siamo a conoscenza dell'esistenza di questo carico naufragato da molto tempo, ma non sapevamo dove si trovasse esattamente perché era coperto dalla sabbia, e quindi non abbiamo potuto indagare", ha detto Koby Sharvit, direttore della l'unità di archeologia subacquea dell'Autorità israeliana per le antichità.

"Le recenti tempeste devono aver esposto il carico e, grazie all'importante rapporto di Gideon, siamo stati in grado di registrarne la posizione e di svolgere indagini archeologiche preliminari, che porteranno a un progetto di ricerca più approfondito."

“Dalle dimensioni degli elementi architettonici si possono calcolare le dimensioni della nave; stiamo parlando di una nave mercantile che potrebbe trasportare un carico di almeno 200 tonnellate”, ha detto Sharvit.

Misurazione di una delle enormi colonne (Autorità israeliana per le antichità)
Misurazione del marmo (Autorità israeliana per le antichità)

“Questi pezzi pregiati sono caratteristici di edifici pubblici maestosi e di grandi dimensioni. Anche nella Cesarea romana tali elementi architettonici erano realizzati in pietra locale ricoperta di intonaco bianco per sembrare marmo. Qui parliamo di vero marmo”.

Si ritiene possibile che la nave fosse diretta dalla Grecia o dalla Turchia all'Egitto. Quanto al modo in cui l'equipaggio riuscì a perdere un carico così prezioso, gli archeologi hanno dedotto dalla posizione, dalla formazione e dall'angolazione dei manufatti che devono essere stati costretti a gettare l'ancora nel disperato tentativo di evitare che la nave si incagliasse.

(Autorità israeliana per le antichità)

“Tali tempeste spesso esplodono all’improvviso lungo la costa del paese e, a causa del limitato potenziale di manovra delle navi, vengono spesso trascinate in acque poco profonde e fanno naufragio”, ha detto Sharvit. Mentre gli scavi procedono, la squadra di sub spera che parte del legname della nave possa essere stato preservato sotto la sabbia nel luogo del relitto. 

Anche su Divernet: I sommozzatori rivelano nuovi tesori nel “porto del vizio” romano, Un sub recupera la spada del crociato nel Mediterraneo, Il contenuto del relitto britannico recuperato sulla Costa del Sol, Marmi perduti e ritrovati, Corpo ritrovato sul relitto – testa ritrovata 120 anni dopo?

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x