I sub aiutano a identificare l'hotspot dello squalo leopardo

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I sub aiutano a identificare l'hotspot dello squalo leopardo

Squalo leopardo squamato

Immagine: Anna Flam / MMF.

L’esistenza di un importante hotspot globale e di una potenziale area di riproduzione per gli squali leopardo è stata rivelata in Mozambico dalla Marine Megafauna Foundation (MMF). Il suo nuovo studio è stato prodotto in collaborazione con l’Università di Swansea e l’ente di volontariato All Out Africa.

Sulla base delle loro scoperte, gli scienziati raccomandano la protezione a livello di specie e l’espansione delle aree marine protette per salvaguardare gli animali, conosciuti anche come squali zebra.

The team used underwater surveys and identification photos submitted by “citizen scientist” recreational scuba divers to track individual leopard sharks, which have unique spot patterns. Over the course of the study the researchers helped to create il libro selvaggio per gli squali leopardo, un globale online database through which any diver can submit photos.

Le immagini scattate tra il 2010 e il 2018 sono riuscite a identificare 90 singoli squali di entrambi i sessi, di cui il 38% osservato nel corso di più anni, indicando un'affinità con l'area. Più del 62% degli squali erano maturi.

L’elevata frequenza di squali adulti sia maschi che femmine in una piccola area indica un’area di riproduzione – un habitat privilegiato da proteggere.

The scientists also interviewed 100 local fishermen to identify potential habitats, because they were likely to come across the sharks as bycatch in gillnets. The combined information was used to create distribution maps, with habitat modelling identifying further potential locations for survey.

“When used in combination, fishers’ observations and dive surveys can complement each other,” said lead author Saoirse Pottie. “Fisher surveys can collect sightings information at a wider spatial scale than underwater surveys, yet dive surveys are capable of providing more in-depth information on the movement and behaviour of individuals.”

18 luglio 2021

Gli squali leopardo sono elencati dalla IUCN come a rischio di estinzione, ma non sono formalmente protetti in Mozambico, e anche la maggior parte degli habitat idonei identificati nello studio non sono protetti.

“This is one of the world’s largest identified populations of zebra sharks and we should protect them, otherwise we could see them disappear, as has happened in parts of south-east Asia,” said MMF scientist and co-author Anna Flam.

Lo studio è pubblicato su Ocean and Coastal Management.

Con sede in Mozambico MMF è stata fondata nel 2009 per ricercare, proteggere e conservare squali, razze e tartarughe minacciate a livello globale.

maggiore

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x