I sommozzatori retrodatano antiche mini-isole

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I sommozzatori retrodatano antiche mini-isole

Crannog X

Crannog nel Loch Langabhat. (Foto: Fraser Sturt)

I Crannog sono misteriose isole artificiali trovate nei laghi e negli estuari scozzesi e irlandesi e ora, grazie a una ricerca ispirata alla scoperta di un subacqueo, sono stati datati fino a 5700 anni fa, tre millenni prima di quanto si pensasse in precedenza.

Gli archeologi e subacquei Fraser Sturt dell'Università di Southampton e Duncan Garrow dell'Università di Reading hanno collaborato con il subacqueo dell'isola di Lewis Chris Murray per indagare sui crannog sull'isola delle Ebridi Esterne e li hanno datati al radiocarbonio al 3640-3360 a.C.

Ciò colloca le isole artificiali nel periodo neolitico, quando gli antichi si stavano trasformando dalla caccia alla raccolta all’agricoltura. Fino ad allora si pensava che avessero avuto origine durante la più recente Età del Ferro.

5 luglio 2019

Murray, 68 anni, ex subacqueo della Royal Navy, verricello di elicotteri della guardia costiera e archeologo, è una figura ben nota a Lewis e ora trascorre gran parte del suo tempo come fotografo naturalista subacqueo e di superficie.

Durante un'immersione sette anni fa, trovò vasi di ceramica del Neolitico medio/antico insolitamente ben conservati sul letto di un lago. Insieme a Mark Elliot del museo Nan Eilean di Lewis, ha recuperato vasi altrettanto intatti in altri cinque siti di crannog di Lewis nel 2016 e nel 2017. La natura dei reperti suggerisce che fossero stati depositati lì sistematicamente, forse come parte di antichi rituali.

Il team scientifico ha continuato a indagare approfonditamente quattro dei siti attraverso rilievi terrestri e subacquei, fotogrammetria e scavi, ma i loro risultati sono stati pubblicati solo di recente, nell'Antichità.

“Questi crannog rappresentano uno sforzo monumentale compiuto migliaia di anni fa per costruire mini-isole ammucchiando molte tonnellate di rocce sul letto del lago”, ha affermato il professor Sturt. “La nostra ricerca mostra che si tratta di un nuovo tipo di sito per il Neolitico britannico, che indica diverse forme di pratica preistorica. È molto emozionante pensare al potenziale che questi siti hanno per migliorare la nostra comprensione del passato”.

Solo un quinto delle centinaia di crannog conosciuti è stato datato e solo il 10% è stato datato al radiocarbonio. I ricercatori ritengono che potrebbero esistere più isole artificiali del Neolitico, ma rimane il mistero sul perché e come piccole comunità senza i benefici della tecnologia moderna siano state in grado di costruire strutture così ambiziose.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x