Dave Shaw è morto per black-out da anidride carbonica

Dave Shaw
Dave Shaw

L'autopsia ha concluso che un eccessivo accumulo di anidride carbonica ha causato il black-out e la morte del subacqueo con rebreather Dave Shaw.

I L'australiano è morto nel profondo di una grotta mentre cercava di sollevare il corpo di un altro subacqueo.

L'autopsia ha concluso che un eccessivo accumulo di anidride carbonica ha causato il black-out e la morte del subacqueo con rebreather Dave Shaw.

L'australiano è morto nelle profondità di una grotta mentre cercava di sollevare il corpo di un altro subacqueo.

Shaw, 51 anni, stava cercando di recuperare il corpo di Deon Dreyer, un ventenne scomparso durante un'immersione nella grotta di Boesmansgat, nell'entroterra del Sud Africa, nel 20.

L'operazione è stata effettuata a 270 metri, molto più in profondità di qualsiasi immersione di lavoro tentata in precedenza, al di fuori delle immersioni commerciali utilizzando campane di ricompressione.

Oltre a un esame fisico, l'attrezzatura di Shaw è stata ispezionata e le sue miscele di gas sono state analizzate. Gli investigatori hanno persino ricostruito i suoi schemi respiratori, basandosi sui filmati di Shaw video macchina fotografica.

Ciò dimostrava che il suo respiro diventava sempre più affannoso prima di fermarsi.

Si è visto che Shaw ha iniziato a lavorare per liberare il corpo di Dreyer ma, come prestabilito, ha interrotto il tentativo quando non ci è riuscito dopo sei minuti.

Salendo, rimase impigliato nella linea precedentemente utilizzata per segnare il corpo. Durante il tentativo di liberarsi, ha smesso di respirare dopo circa 22 minuti dall'inizio dell'immersione.

Il rapporto forense è stato pubblicato dall'Associazione Internazionale Nitrox e Subacquei Tecnici.

"Sembra che il riempimento eccessivo del suo respiratore gli abbia impedito di espirare correttamente", afferma il rapporto.

'Il disturbo respiratorio, combinato con la maggiore attività di recupero del corpo, ha portato ad un accumulo critico di anidride carbonica per un periodo di 10 minuti.

Questo fenomeno viene talvolta chiamato "black-out in acque profonde".

«David divenne sempre più incapace, alla fine perse conoscenza e alla fine annegò.

Sebbene relativamente rapida, la durata del processo favorisce l’accumulo di anidride carbonica come causa piuttosto che la mancanza di ossigeno.’

Il rapporto aggiunge che un elemento di narcosi da azoto potrebbe aver interferito in modo significativo con la sua capacità di risolvere il problema prima che fosse troppo tardi.

"I calcoli suggeriscono che potrebbe aver sperimentato l'equivalente narcotico di un'immersione di 44 metri in aria, ma questo sarebbe stato aggravato in modo significativo con l'aumento dei livelli di anidride carbonica", dice.

Stava usando un Mk15.5 rebreather durante l'immersione.

Link correlati
IANTD Sudafrica
I sub recuperano due corpi dalla grotta di Boesmansgat
Dave Shaw ha perso immersione in grotta per recuperare il corpo
Un subacqueo con rebreather trova il corpo a 271 metri a Boesmansgat
Due speleologi si sono persi mentre si tuffavano in un cenote messicano
New Immersioni in grotta britanniche record
Inizio a perdere la luce

Avvia una discussione nel forum su questo argomento

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x