Il computer rotto ha provocato la morte del CCR

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Screpolato computer ha portato alla morte del CCR

Luce di Eddystone

Danni ad un'immersione-computer collegato a un rebreather a circuito chiuso ha causato la morte di un subacqueo tecnico esperto, ha riferito un'inchiesta.

Per la seconda volta in una settimana, la corte dei coroner di Plymouth ha condotto un'indagine su un incidente mortale che ha coinvolto il club Plymouth Sound Divers la scorsa estate. Divernet ha riferito il 18 febbraio sull'inchiesta sulla morte di Richard Fletcher, 57 anni, durante un'immersione dalla riva.

Peter Dahle, 56 anni, non è riuscito a riemergere da un'immersione profonda il 3 agosto, un episodio riportato all'epoca su Divernet. Si stava immergendo nell'East Point, il relitto di un piroscafo da carico affondato nel 1917, che si trova a una profondità massima di 68 metri a circa cinque miglia al largo del faro di Eddystone.

Dahle, un ex Royal Marine e vigile del fuoco di Plymouth, si stava immergendo con altri membri della filiale BSAC Plymouth Sound Divers, secondo quanto riportato da Devon Live e BBC sull'inchiesta.

L'ufficiale subacqueo del club Will Schwarz, che ha organizzato l'immersione, si era recato sul luogo del relitto con altri quattro subacquei, incluso Dahle. Dahle era entrato in acqua in un gruppo di tre per quella che doveva essere un'immersione di due ore. È stato riferito che i controlli del rebreather e del compagno sono stati completati come al solito.

Paul Downs, uno dei subacquei con Dahle, lo ha descritto alla corte come un “subacqueo molto attento alla sicurezza”. Ha detto che Dahle lo aveva aiutato quando ha iniziato a farsi prendere dal panico dopo essere rimasto impigliato nella rete durante la discesa sulla linea di tiro.

Quando raggiunse il relitto, Dahle si era reso conto che il computer collegato al suo rebreather non funzionava e, sebbene all'epoca questo non fosse considerato un problema serio, i tre subacquei decisero di iniziare insieme la loro risalita graduale a quel punto.

Tuttavia, quando Downs raggiunse la soglia dei 6 metri, disse di aver perso di vista Dahle e presumeva che fosse già emerso.

Quando Downs emerse, lui e quelli sulla barca avevano visto l'SMB di Dahle, che avrebbe inviato da una profondità compresa tra 20 e 6 metri, vicino a un altro, quindi presumevo che fosse con l'altro subacqueo. Downs si avvicinò alla boa ma non riuscì a vedere Dahle sotto. È stata lanciata una chiamata del Mayday ed è stata avviata un'operazione di ricerca.

The inquest heard that during the ascent a crack on Dahle’s computer screen had led to water flooding the handset. This would have affected the oxygen supply to his rebreather, with hypoxia causing him to gradually lose consciousness by the time he reached his 6m stop.

23 Febbraio 2020

L'ufficiale del coroner Graham Higginson ha detto che è probabile che la rottura sia stata causata da una scarsa manutenzione piuttosto che dai danni subiti mentre districavano Downs dalla rete. Dahle non sarebbe stato a conoscenza dell'effetto sulla sua fornitura di ossigeno.

Un patologo ha dichiarato che Dahle era relativamente in forma e ha indicato che la causa della morte è stata l'annegamento accidentale, l'ipossia e l'ingresso di acqua nel sistema del rebreather.

Restituendo un verdetto di morte accidentale, l'assistente coroner Stephen Covell ha affermato che il club potrebbe voler rivederlo formazione e il sistema degli amici alla luce della morte di Dahle.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x