Barche charter sciolte, ma le domande rimangono

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Barche charter sciolte, ma le domande rimangono

Weymouth

Immagine: Colin Smith.

Le barche charter per immersioni in Inghilterra possono tornare al lavoro, e le barche club possono imbarcare gruppi più grandi da sabato 4 luglio, ora che il governo ha ritirato le linee guida confuse emanate l'11 giugno.

Tali linee guida del Dipartimento per l'Ambiente, l'Alimentazione e gli Affari Rurali (DEFRA) avevano impedito qualsiasi utilizzo di imbarcazioni a noleggio, sebbene gli operatori avessero ricevuto messaggi contrastanti sul fatto che la restrizione si applicasse alle acque costiere o interne, come riportato su Divernet.

Le linee guida avevano inoltre limitato l'uso di un club individuale o di una barca per immersioni di proprietà privata a singole unità familiari o bolle di sostegno.

L'allentamento annunciato il 1° luglio fa seguito alle pressioni del settore delle imbarcazioni charter, nonché degli enti subacquei e di pesca, ma i dettagli devono ancora essere annunciati. Le navi devono soddisfare i requisiti di sicurezza Covid e ora possono essere ospitati fino a sei membri di famiglie separate purché venga mantenuta la distanza sociale.

I requisiti di distanziamento sociale all’aperto rimangono di 2 metri, ma se ciò non è sempre possibile è possibile applicare la nuova guida “1 metro e più”, purché vengano prese “precauzioni aggiuntive”.

La Professional Charter Association aveva detto ai suoi membri dal 23 giugno che avrebbero potuto prepararsi a riprendere le operazioni dal 4 luglio con nuove regole da divulgare, ha detto il presidente della PCA Ian Winson Divernet.

Ma ha sottolineato che si attende ancora una direttiva finale da parte del DEFRA e prevede problemi nella gestione di aspetti come il distanziamento sociale.

"Mancano due giorni all'apertura e non è stato rilasciato nulla, tranne un'e-mail senza dettagli, quindi non abbiamo idea di come i membri e gli operatori possano conformarsi senza l'avviso", ha affermato.

“Le barche per le immersioni dipenderanno dalle dimensioni: i gommoni saranno notevolmente ridotti, ma una grande barca per le immersioni con ponti aperti può raggiungere buoni numeri”.

La maggior parte dei membri della PCA hanno pianificato un ritorno con restrizioni, ha detto Winson, “ma conosco anche altri che dicono che non apriranno ancora perché i numeri limitati renderanno la cosa insostenibile in termini di costi rispetto a entrate”.

2 luglio 2020

"Credo che alcune associazioni stessero promuovendo l'avviso DEFRA piuttosto che contestarlo", ha aggiunto. "Alcune persone con cui abbiamo parlato non rinnoveranno con quelle associazioni il prossimo anno, mentre abbiamo visto un buon aumento di nuovi membri."

L'organo di governo delle immersioni del Regno Unito, il British Sub-Aqua Club, che aveva anche contestato la sua sentenza, ha emesso un parere preliminare sull'uso sia delle barche club che di quelle charter nella sua guida completa Safe Return to Diving a maggio.

"Siamo tutti lieti che questo cambiamento sia stato riconosciuto da DEFRA", ha affermato il CEO Mary Tetley. “Lavorare insieme a tutte le altre agenzie non ha fatto altro che rafforzare la nostra attività di lobbying su consigli contrastanti”.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x