I subacquei delle Cayman hanno i loro usi

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I subacquei delle Cayman hanno i loro usi

Corallo

SCTLD in Florida. (Foto: Nick Zachar / NOAA)

Ai subacquei delle Isole Cayman, che fino a poco tempo fa si sentivano messi da parte a causa della pandemia di coronavirus, ora è stato chiesto di aiutare a combattere un’altra malattia: quella dei coralli.

Alcune settimane fa i subacquei esprimevano frustrazione per essere le ultime persone autorizzate a rientrare in mare, poiché le restrizioni di blocco del coronavirus erano state revocate per altri utenti dell’acqua.

La sensazione si è infiammata quando il premier Alden McLaughlin ha giustificato il divieto continuato riferendosi a "molti contatti e talvolta l'uso da parte di più persone degli stessi occhialini e boccagli... anche molta saliva attorno a queste cose..."

Ora, a seguito di una gradita svolta nella sentenza, il governo chiede alla comunità dei subacquei di aiutare a cercare prove di una malattia letale dei coralli che teme possa essere arrivata nelle isole da quando le immersioni sono cessate a marzo.

Come nel caso dell’altro flagello dei Caraibi, il pesce leone invasivo, la Stony Coral Tissue Loss Disease (SCTLD), sembra essere arrivato dagli Stati Uniti. È stato identificato per la prima volta sei anni fa sulle barriere coralline della Florida, dove ha causato devastazioni diffuse, ed è stato ritrovato nei Caraibi, sulle barriere coralline giamaicane nel 2017.

Conosciuto per colpire più di 20 delle specie di coralli che formano la barriera corallina a crescita più lenta e con la vita più lunga, in particolare i coralli cervello, pilastro, fiore liscio, labirinto, stella e stellina, si ritiene che l'SCTLD sia un agente patogeno batterico che può diffondersi rapidamente attraverso il contatto e circolazione dell'acqua.

24 Giugno 2020

Le colonie di coralli infette mostrano lesioni multiple e soccombono rapidamente, con tassi di mortalità che vanno dal 66 al 100%.

"Una volta che un corallo viene infettato da SCTLD e inizia a perdere tessuto vivo, è probabile che la colonia muoia nel giro di settimane o mesi", ha affermato il Dipartimento dell'Ambiente delle Isole Cayman in una dichiarazione invitando subacquei e snorkelisti a segnalare qualsiasi prova scoprono della malattia.

“La perdita di questi coralli influisce sulla salute generale della barriera corallina e può avere impatti catastrofici sugli ecosistemi”.

La diffusione della SCTLD attraverso i Caraibi dalla Giamaica è stata finora monitorata attraverso Quintana Roo in Messico fino alle Isole Vergini americane, Repubblica Dominicana, Isole Turks e Caicos, Belize, Sant’Eustazio, Porto Rico e Grand Bahama.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x