Sapori bizzarri degli squali tagliabiscotti

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

In quello che si ritiene essere un comportamento unico, squali tagliabiscotti che vivono in profondità è stato scoperto che si nutrono di creature sia dall'alto che dal basso della catena alimentare. 

Le specie (Isistius brasiliense) è piccolo, raramente supera i 56 cm e prende il nome perché era noto per mordere altri animali.

Gli scienziati si sono imbattuti in delfini, pesci spada, tartarughe, balene, squali bianchi e persino resti umani con tappi di tessuto dalla forma caratteristica prelevati dai loro corpi, e hanno anche notato morsi simili presi da cavi elettrici sottomarini. Queste “ferite da cratere” sono generalmente larghe 5 cm e profonde 7 m.

Formine per biscotti, conosciuti anche come squali sigaro, sono comuni ma vivono nelle acque profonde dei mari tropicali e subtropicali del mondo, quindi si sapeva poco di loro fino a quando un nuovo studio non è stato condotto da un team guidato dal professore associato Aaron Carlisle dell'Università del Delaware.

I ricercatori hanno utilizzato 14 squali tagliabiscotti raccolti dal Monterey Bay Aquarium nel Pacifico intorno alle Hawaii. Sebbene lo stomaco degli squali fosse per lo più vuoto, gli squali furono in grado di applicare una serie di nuove tecniche di tracciamento biochimico, comprese quelle ambientali. Analisi del DNA, per saperne di più sulle loro abitudini alimentari e sui loro habitat.

In precedenza si era ipotizzato che gli squali esibissero una “migrazione verticale”, arrivando in profondità solo di notte per nutrirsi di pezzi di grandi prede, ma ora sembra che queste incursioni forniscano semplicemente un supplemento alla loro dieta regolare di crostacei, calamari e piccoli pesci. Sembrava anche che solo i tagliabiscotti più grandi migrassero verticalmente.

"Si scopre che tutti questi morsi che vediamo sui mammiferi marini e sui pesci sportivi e commerciali più grandi e altro costituiscono in realtà una quantità relativamente minore della loro dieta", disse Carlisle.

“Questi animali occupano un ruolo ecologico unico negli oceani del mondo”, proseguì. “Si nutrono di tutto, dai predatori più grandi e resistenti – come gli squali bianchi, le orche, tutto ciò che puoi immaginare – fino alle creature più piccole. Non ci sono molti animali che fanno qualcosa del genere”.

***** NEL FRATTEMPO in Sardegna un cucciolo di squalo levriero è nato in una vasca piena di femmine in quella che sembra essere la prima “nascita verginale” per la specie. Chiamato Ispera (speranza), è nato presso l'acquario pubblico di Cala Gonone.

La madre di Ispera aveva vissuto nella vasca per 10 anni con un'altra femmina, secondo l'AGI, quindi la nascita sembrava essere un raro caso di partenogenesi, dove un ovulo si sviluppa in un embrione senza bisogno di essere fecondato dallo sperma di un maschio.

È noto che il processo si verifica in più di 80 specie di vertebrati, tra cui 15 tra squali e razze.

Si pensa che avvenga in natura quando c'è carenza di maschi e che venga innescato nelle femmine in cattività dopo una lunga separazione forzata dai maschi, comportando un rimescolamento dei geni della madre per creare una prole simile ma non identica alla madre.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x