Sottomarino australiano della Seconda Guerra Mondiale trovato a 2 metri

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Sottomarino australiano della Seconda Guerra Mondiale trovato a 2 metri

Corona di Ferro X

Immagine: Museo marittimo dell'Australia meridionale.

Il trasportatore di minerali australiano Corona di ferro, affondato da un sottomarino giapponese durante la seconda guerra mondiale, è stato scoperto dagli archeologi marini nelle acque profonde dello stretto di Bass tra Victoria e la Tasmania.

La nave da 100 metri fu silurata il 4 giugno 1942, mentre era pesantemente carica di minerale di manganese, e affondò in un minuto con la perdita di 38 vite umane, lasciando solo cinque sopravvissuti.

23 Aprile 2019

Il relitto è stato localizzato a circa 60 miglia a sud del confine tra Victoria e Nuovo Galles del Sud durante un'indagine sonar multiraggio.

L'Australian National Maritime Museum (ANMM) ha guidato la spedizione, utilizzando la nave da ricerca con sede a Hobart Investigatore, gestito dalla Commonwealth Scientific & Industrial Research Organization (CSIRO).

L'area di ricerca è stata selezionata in seguito a una ricerca preliminare condotta dalla Maritime Archaeology Association di Victoria. IL Corona di ferro è uno dei soli quattro relitti della Seconda Guerra Mondiale nelle acque vittoriane e l'unico ad essere stato silurato da un sottomarino.

La scienziata capo del viaggio Emily Jateff dell'ANMM, che ha guidato la ricerca, ha affermato che il relitto sembrava essere relativamente intatto. "La nave è posizionata verticalmente sul fondo del mare, a circa 700 metri d'acqua", ha detto. “Abbiamo mappato il sito e il fondale marino circostante utilizzando il sonar, ma abbiamo anche acquisito una visione molto ravvicinata della struttura della nave utilizzando una telecamera a caduta.

“Ciò ci consentirà di creare un’immagine composita dell’intero sito per assistere nelle indagini di follow-up per la sua conservazione e gestione”.

Le immagini mostravano la prua intatta con ringhiere, catene ed entrambe le ancore ancora in posizione, insieme ad altre strutture del ponte.

"Questa è una scoperta importante per l'Australia", ha detto Jateff. “Il fatto che così tante vite siano andate perdute nell’affondamento della Corona di ferro è stato qualcosa che ha colpito nel segno tutti gli scienziati, il personale e l'equipaggio della nave che lavoravano a bordo Investigatore. "

Si dice che la scoperta faccia parte di un nuovo approccio intergovernativo al rilevamento dei fondali marini in Australia, progettato per aiutare a migliorare le carte marittime e la conoscenza della sua storia marittima. I relitti e i manufatti risalenti a più di 75 anni fa sono indicati nell'Historic Shipwrecks Act del 1976.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x