I sub esplorano un relitto di 2,300 anni al largo dell'Egitto

Un sub esplora il sito del relitto di El-Alamein (Ministero del Turismo e delle Antichità)
Un sub esplora il sito del relitto di El-Alamein (Ministero del Turismo e delle Antichità)

Un relitto di nave mercantile di 2,300 anni è stato scoperto nel Mar Mediterraneo al largo della costa settentrionale dell'Egitto. I resti sono centrati su una scogliera sommersa, suggerendo che la nave sia affondata dopo aver colpito le rocce.

Leggi anche: I sommozzatori trovano il disco del "malocchio" e il villaggio di 100,000 punte

Un ingegnere di una società di indagini marine individuò i resti durante un'indagine di routine e informò il Consiglio supremo di archeologia del paese, che inviò una squadra scientifica di immersioni per determinare il significato storico e archeologico dell'antico relitto.

l'Egitto di Ministero del Turismo e delle Antichità, che ha appena annunciato la scoperta, ha affermato che i sommozzatori della Missione Archeologica Egiziana hanno indagato sul relitto carico di anfore, che si trova a circa 650 metri dalla città di El-Alamein. L'avevano datato al III secolo a.C.

Il carico comprende una serie di giare da vino dalla forma caratteristica (Ministero del Turismo e delle Antichità)
Il carico comprende una serie di giare da vino dalla forma caratteristica (Ministero del Turismo e delle Antichità)
Assortimento di reperti in ceramica sull'antico relitto (Ministero del Turismo e delle Antichità)
Assortimento di terrecotte sull'antico relitto (Ministero del Turismo e delle Antichità)

In quel periodo storico, la costa settentrionale dell’Egitto vantava molti porti commerciali oltre ad Alessandria, ha affermato il dottor Mustafa Waziri, segretario generale del Consiglio supremo di archeologia. Questi centri servivano le navi che navigavano tra l'Egitto, il Nord Africa e l'Europa meridionale, trasportando principalmente vino, olive e grano. 

Ha aggiunto che la scoperta ha offerto nuove prove dello status commerciale, economico e turistico dell'Egitto e della regione di El-Alamein. La città si trova a circa 115 km a ovest di Alessandria.

Le anfore vinarie sembrano aver avuto origine a Rodi (Ministero del Turismo e delle Antichità)
Le anfore vinarie sembrano aver avuto origine a Rodi (Ministero del Turismo e delle Antichità)

Sono stati rinvenuti resti del legname della nave insieme a centinaia di manufatti in ceramica, tra cui un gran numero di anfore progettate per trasportare il vino. Il loro stile indica che hanno avuto origine sull'isola greca di Rodi, ha detto il capo del settore archeologico egiziano del Consiglio supremo, il dottor Ayman Ashmawy. 

Gli archeologi hanno ora completato la documentazione del sito utilizzando la fotogrammetria 3D e hanno discusso le strategie per la gestione, il mantenimento e la conservazione dei numerosi reperti prima di intraprendere gli scavi per scoprire “quali segreti ha nascosto la nave”.

Anche su Divernet: I sommozzatori di sminamento ritrovano un antico relitto, I profondi relitti antichi traboccano di vetri, vasi e lampade, I sub esplorano un antico relitto di marmo del Mediterraneo, Le monete hanno portato i subacquei all'antico naufragio romano

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x