L'Apeks reg sopravvive al "test definitivo dell'acqua salata"

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Un sub norvegese costretto ad abbandonare la sua attrezzatura subacquea durante un'immersione l'ha ritrovata tre anni dopo – e il suo Apeks XTX50 con Stage Three polipo regolatore il set funzionava ancora secondo gli standard ufficiali dell'acqua fredda.

Nel settembre 2016, Per Wichstad stava effettuando un'immersione alla deriva oltre confine nell'Iddefjord, tra Norvegia e Svezia, passando sotto il ponte Svinesund, dove il fiordo si trova nel punto più stretto.

"C'è una corrente di marea molto forte e la visibilità è estremamente scarsa, forse 1-2 metri", ha detto. "Mi sono messo nei guai sott'acqua e una catena di eventi mi ha portato a scaricare la maggior parte della mia attrezzatura per rimanere a galla."

Sperava che uno degli altri 15 partecipanti all'immersione riuscisse a recuperare il suo kit, ma nelle difficili condizioni nessuno era riuscito a trovarlo.

Wichstad ha poi preso parte all'immersione al confine dell'anno scorso. "Cosa sai? Ho nuotato direttamente nella mia vecchia attrezzatura!” Egli ha detto. “Che strana sensazione vedere le vecchie attrezzature in quest'acqua torbida! I granchi avevano usato la mia attrezzatura come casa.

Il kit, che è riuscito a recuperare, aveva trascorso tre anni nel limo a 25 metri di profondità e la maggior parte era ormai inutilizzabile.

Tuttavia, Wichstad scoprì che la sua bombola conteneva ancora aria e... regolatore rimaneva pressurizzato e sembrava perfettamente funzionante. Nonostante il freddo, le correnti veloci, i detriti, l'acqua salata e la vita marina, non si erano verificati flussi liberi o perdite.

Quando Wichstad raccontò la storia ad Apeks, era ansioso di testare il suo prodotto in laboratorio per scoprire come fosse sopravvissuto a quello che definì “il test definitivo dell’acqua salata”.

Svuotamento del file regolatore di gusci di granchio, pietre e sabbia, si è scoperto che, nonostante l'incrostazione della maggior parte delle parti, la torretta del primo stadio continuava a ruotare senza intoppi e i regolatori del secondo stadio rimanevano pienamente operativi.

Era in condizioni sufficientemente buone per essere messo direttamente sulla macchina ANSTI del produttore, che valuta le prestazioni respiratorie. IL regolatoreLa pressione interstadio di era ancora impostata sulle impostazioni di fabbrica.

Apeks ha impostato la macchina per simulare un'immersione a 53 metri con una temperatura dell'acqua di 3°C, con una frequenza respiratoria di 25 respiri al minuto. Ed è stato emozionante scoprire che il set XTX50 funzionava secondo uno standard in grado di superare la normativa EN250A sull'acqua fredda.

“This is not an advert for not properly maintaining and servicing your Apeks regulators, but it is nice to know that when we say you can trust an Apeks regolatore, this story shows that you really can,” says the manufacturer. Even before the ANSTI test, Wichstad had told Apeks he would be a life-long fan of the brand.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x