I subacquei Amber hanno acceso le luci rosse, ma la polizia li ha lasciati andare

Parte dell'attrezzatura dei subacquei, incluso un DPV (Servizio di assistenza marittima di Danzica)
Parte dell'attrezzatura dei subacquei, incluso un DPV (Servizio di assistenza marittima di Danzica)

Sembra che la polizia polacca abbia mostrato una notevole mancanza di curiosità dopo che tre subacquei sono stati salvati dal Baltico alle 2 del mattino di una notte tempestosa, sostenendo che stavano cercando l'ambra sott'acqua e avevano aspettato sei ore per chiedere aiuto dopo l'immersione. la barca si è rotta.

I soccorritori del Maritime Search & Rescue Service sono stati chiamati dalla città di Gdynia il 15 gennaio e, a seguito di un'operazione di ricerca, hanno trovato la barca a motore senza contrassegni di 4 metri che affondava a circa 5 km nel Golfo di Danzica. I subacquei hanno raccontato che stavano tentando di riavviare il motore già intorno alle 8 della sera precedente.

Il servizio ha commentato che le immersioni notturne nelle condizioni prevalenti, con forti venti e correnti e temperature fredde, erano altamente insolite, soprattutto se l’intenzione era quella di trovare l’ambra. Il prezioso minerale si trova nel Baltico, ma si dice anche che sia insolito usare un DPV per cercarlo, come avevano fatto gli uomini, perché si muoverebbero troppo velocemente e solleverebbero i sedimenti.

La barca e i sommozzatori sono stati portati nel porto di Gorki Zachodnie. Gli agenti delle forze di polizia della Pomerania lo hanno controllato e non hanno trovato ambra, ma hanno riferito che mancava di caratteristiche di sicurezza di base come luci di navigazione, comunicazioni e attrezzature salvavita. Gli uomini non avevano né il permesso di immergersi né quello di guidare l'imbarcazione, che si rivelò non registrata. 

La barca per le immersioni salvata (Polizia della Pomerania)
Il motoscafo salvato (Polizia della Pomerania)

La polizia ha poi scoperto che i numeri di telefono forniti loro dai subacquei, che affermavano di essere cittadini spagnoli, si erano rivelati inattivi o fittizi, uno dei quali aveva troppe cifre. Solo uno dei subacquei è stato in grado di esibire un passaporto spagnolo, ma non sono stati trattenuti per ulteriori interrogatori e si ritiene che tutti abbiano già lasciato la Polonia. 

Gli esperti di sicurezza hanno notato che una serie di siti infrastrutturali nel Golfo di Danzica potrebbero essere considerati critici nel contesto del tentativo di invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Danzica, che si trova a soli 30 km dal territorio russo, è un canale chiave per le importazioni polacche di petrolio e carbone. I sommozzatori erano stati trovati nelle vicinanze dell'impianto petrolifero Naftoport e del sito di un nuovo terminale per il gas naturale.  

La polizia è stata criticata in Polonia per aver permesso ai subacquei di lasciare il paese, e un commentatore della sicurezza li ha descritti come “geni”. Si dice che ora sia in corso un'indagine interna della polizia e dei servizi di sicurezza, che vorranno capire perché gli agenti non erano più sospettosi, soprattutto perché l'incidente era avvenuto meno di quattro mesi dopo il sabotaggio del gasdotto sottomarino Nordstream 1.

Anche su Divernet: I delfini sorvegliano le navi da guerra russe dai subacquei, Il ministro ucraino si diverte ad immergersi nel relitto di Moskva, Mista: la reazione dei subacquei all’invasione dell’Ucraina

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x