Ala estrema del sistema Scubapro X-Tek Pro

1118 test Scubapro X Tek

È apparso in DIVER novembre 2018

UNO DEI MIEI ANIMALI ODIA è vedere i subacquei lavorare duro e lottare con l'assetto neutro perché sono sovrappeso e hanno dovuto gonfiare eccessivamente il GAV per compensare.

Usa tutto il piombo di cui hai bisogno, certo, ma il meno possibile con cui puoi farla franca in sicurezza. In questo modo, è sorprendente quanta poca galleggiabilità extra ti serva effettivamente.

Ma, ha detto, scendendo dalla sua scatola di sapone e con aria pensierosa, ci sono momenti in cui è necessaria una vasta gamma di regolazioni dell'assetto. Questo è quando un grande alaè l'unico gioco in città.

Usa un doppio set di gas di fondo e un paio di fasi per la decompressione, praticamente la norma per la tecnologia a circuito aperto, e puoi scoprire che il tuo peso cambia di circa 10 kg durante l'immersione man mano che consumi il gas. All'improvviso a ala con molta potenziale galleggiabilità ha senso.

Il che mi porta all'imbracatura Scubapro X-Tek Pro System Extreme e all'ala da 27 kg, offerti come pacchetto da una vasta gamma di imbracature e ali Scubapro.

Il design

La cinghia dell'imbracatura in materiale balistico largo 50 mm è infilata attraverso una piastra posteriore in acciaio inossidabile da 2 mm, tutto in un unico pezzo, ad eccezione della punta nella parte inferiore del passante per la spalla sinistra, che presenta una robusta fibbia per facilitare la rimozione del kit.

So che alcune persone vedono le fibbie come un potenziale punto di fallimento, ma non ne ho mai visto uno fallire. Realizzato in plastica quasi indistruttibile, il fallimento è così improbabile che il pensiero non ha mai attraversato ciò che mi passa per la mente durante l'immersione.

Entrambi gli spallacci sono dotati di imbottitura. Non è spesso, ma è più largo delle cinghie e ti aiuterà a proteggere le spalle della muta e ad alleviare il peso apparente del tuo twin-set, anche se nessuno si muove sul ponte della barca più del necessario una volta i cilindri sono a posto.

Due anelli a D sono presenti su ciascuna tracolla. La cinghia sinistra ha un anello elastico in cui ho infilato l'alimentazione diretta sinistra per tenerla a portata di mano.

La cintura ha un anello a D già montato sul lato sinistro, ma non c'è alcun anello a D sul lato destro. Aggiungerne uno dalla scatola dei ricambi è stato facile, ma non fornirne uno sembra un po' banale.

L'imbracatura X-Tek Pro, tuttavia, ha due anelli a D sulla cinghia inguinale, uno anteriore, uno posteriore, e la robusta fibbia a leva in acciaio inossidabile sulla cinghia in vita era eccellente.

La piastra posteriore è ben modellata per adattarsi alla tua schiena, ha una V sufficientemente profonda per accogliere i bulloni del tuo twin-set ed è abbastanza lunga da poter appoggiarsi sui fianchi anziché sulla parte bassa della schiena. Ho un metro e settantacinque e c'era abbastanza piastra di supporto e anche un po' di riserva.

Una copertura imbottita all'interno aggiunge comfort. C'è un'imbottitura aggiuntiva alla base della piastra posteriore, dove si trova appena sopra il sedere.

Questa ala è dotata di doppie camere d'aria per una galleggiabilità ridondante. Alcuni sostengono che a muta stagna fornisce già tale ridondanza, ma molti rabbrividiranno di disgusto all'idea di utilizzare a muta stagna per quello scopo. Se ti immergi in a muta, non hai comunque una galleggiabilità ridondante.

L'ala ha la tradizionale forma a ferro di cavallo, con gambe molto più spesse che si allargano ancora di più verso il fondo per mantenere la galleggiabilità più bassa possibile quando l'ala è completamente gonfia, come in superficie dopo l'immersione.

Come descrivere l'ala completamente gonfia? Conosci quei tubi rassicuranti e galleggianti sul RIB del club? Quello. La corda elastica fissata in modo permanente mantiene la vela in ordine quando non è gonfia e aiuta a far uscire il gas. Sono presenti due tubi corrugati, ciascuno con un dispositivo di gonfiaggio Scubapro Balanced Power, uno sulla superficie interna della parte superiore della vela, l'altro sulla superficie esterna sul lato opposto.

Entrambi ruoteranno, così potrai instradare i tubi come preferisci, e uno ha un fermaglio in tessuto per rendere più semplice la vestizione.

Ogni tubo corrugato è dotato di un anello di plastica con un tappo per mantenere pulito e ordinato il tubo del primo stadio. Il cappuccio copre il nipplo dell'unità di gonfiaggio per proteggerlo quando non viene utilizzato. È un bel tocco.

Ci sono tre valvole di scarico nella parte inferiore dell'ala, due su un lato e una sull'altro, con grandi nocche di plastica stampata da afferrare per scaricare il gas.

La copertura esterna è realizzata in robusto nylon balistico 1680D e le camere d'aria interne in nylon 420D. Se i numeri non significano molto per te, le camere d’aria interne sono pesanti quanto alcuni GAV e la copertura esterna è molto più resistente.

Impostare

Per fissare la vela all'imbracatura, fai passare le viti del tuo twin-set nei fori rinforzati da occhielli metallici nel pannello centrale della vela, poi nei fori equivalenti dello schienalino, e infine fissali con i dadi all'interno della vela. la piastra posteriore.

Dovrai rimuovere la copertura imbottita sulla piastra posteriore e Scubapro fornisce premurosamente un CD con le immagini per aiutarti.

Puoi anche infilare i camband attraverso le fessure nell'ala e nella piastra posteriore per usarlo con un singolo cilindro, ma perché dovresti? Usa in ogni caso l'imbracatura che hai accuratamente regolato, ma accoppiala con un'ala più piccola della gamma.

Durante l'uso, l'imbracatura quasi monopezzo richiede di dedicare un po' di tempo alla regolazione delle cinghie per adattarle. Non è un lavoro difficile, ma aspettati di terminare le tue prime due immersioni con modifiche per ottenere una vestibilità esatta e magari di tagliare le cinghie della lunghezza giusta quando hai finito.

Non sto dicendo che le cinghie siano troppo lunghe, ma è improbabile che finiscano la lunghezza, qualunque sia la tua forma e dimensione. Scubapro fornisce numerose cinghie elastiche per tenere in ordine le estremità finali della cinghia.

Una volta regolato, il modo più semplice per indossare un'imbracatura come questa è aprire gli spallacci, stare con la schiena rivolta al set e le braccia dietro la schiena, quindi sedersi sul set con le braccia che scivolano nelle cinghie. .

Potrebbe essere necessario un po' di movimento per mettere le cinghie sulle spalle, ma è comunque necessario tirare la cinghia inguinale davanti e al centro e infilare la cintura prima di allacciarla.

Anche sgonfia l'ala sembra grande, ma vuota non c'è galleggiabilità di cui parlare, e la piastra posteriore in acciaio più che compensa.

Aggiungi il tuo twin-set e ti ritroverai a togliere peso dalla cintura.

In acqua

L’altra cosa che l’ingombro extra suggerisce è una maggiore resistenza all’acqua, che rende il nuoto più difficile. Non lo è stato e non lo è.

Questa ala ha l'attrazione più notevole per un perfetto assetto orizzontale che abbia mai sperimentato. Potevo andare a testa in su o a testa in giù abbastanza facilmente, ma voleva davvero essere orizzontale e livellato e mi manteneva lì senza sforzo. Forse avevo le dimensioni e la forma esatte che i designer avevano in mente, ma prenderò quel risultato.

Il Balanced Power Inflator è dotato di pulsanti di entrata e di uscita sul lato dell'unità anziché gonfiare sul lato e scaricare all'estremità. Hanno un sacco di ali da riempire, quindi la velocità con cui riescono a far fluire il gas è impressionante, pari solo alla velocità con cui scaricano le valvole di scarico.

Il dispositivo di gonfiaggio risponde meglio a una mano ferma e le dimensioni dell'ala significano che dovrai rimanere in cima per aggiungere o scaricare il gas per controllare la tua galleggiabilità, ma sono stato facilmente in grado di effettuare una risalita controllata a mezz'acqua e di mantenere profondità comodamente, profondo o superficiale.

Ho scoperto che l'utilizzo del tubo corrugato per scaricare il gas faceva entrare più acqua nell'ala di quanto mi aspettassi.

Per quanto riguarda il supporto superficiale, ricordate quei tubi sul RIB del club? Non c'è niente che eguagli la sensazione di essere supportato ben fuori dall'acqua da una vera e grande ala, come mi è capitato con questa.

Conclusione

Se desideri una vela con doppie camere d'aria e volume elevato, non ti pentirai di aver acquistato lo ScubaPro X-Tek Pro System Extreme.

E se 27 kg di galleggiabilità non sono sufficienti, puoi procurarti una vela da 40 kg.

Specifiche

TSTER> Mike Ward

PREZZI> £699

PESO> Imbracatura e schienalino 3.7 kg, ala da 27 kg 2.5 kg

COLORE> Nero con bordino bianco

CONTATTI> scubapro.co.uk

GUIDA SUBACQUEA>  9/10

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x