Regolatore SEAC D-Synchro

archivio – Regolatore Test Subacquei SEAC D-Synchro

È stato portato alla mia attenzione di recente regolatore i test si sono concentrati quasi interamente su modelli di fascia alta, alcuni con cartellini dei prezzi allettanti.
Quindi, nell'interesse dell'equilibrio, sono stato sott'acqua con una serie di regolatori classificati come entry-level e con un prezzo che difficilmente ti farà piangere mentre consegni i tuoi soldi. Il D-Synchro proviene dal produttore italiano Seac.

Primo stadio
Il corpo compatto del primo stadio è realizzato in ottone forgiato di qualità marina con finitura cromata lucida. Il sistema di funzionamento interno utilizza un diaframma bilanciato sigillato a livello ambientale e la sigillatura conferisce a questo modello una classificazione per l'acqua fredda.
Esternamente sono presenti due porte ad alta pressione e quattro porte GPL, due delle quali angolate a 30° per facilitare il passaggio dei tubi. Il primo stadio è disponibile con 232bar International o
Attacchi DIN serbatoio-valvola, quest'ultima dotata di rotella gommata per facilitare la presa e dal peso di 850 g.

Seconda fase
Sia il secondo stadio che i corpi dedicati dell'octo sono realizzati in tecnopolimeri ed elastomeri plastici. Il secondo stadio è dotato di un sistema di bloccaggio della membrana e di una leva di controllo di immersione/pre-immersione.
La valvola a domanda ha un design asimmetrico e Seac afferma che ciò consente la massima apertura della valvola per migliorare le prestazioni in profondità.
È presente un ampio coperchio anteriore in elastomero per consentire un semplice spurgo manuale e le piastre di copertura sono bloccate in posizione con il sistema di blocco della membrana Seac. C'è anche una valvola di scarico di ampia superficie e una porta di scarico ergonomica con mentoniera incorporata.
L'octo ha una copertura frontale gialla per un'identificazione immediata, ed entrambi i secondi stadi sono dotati di tubi in gomma a bassa pressione e bocchini ergonomici.

Il Test
Ho imbrogliato un po' con i test nel mondo reale e ho chiesto a Yvonne Tatchley, membro del team DIVER Test, se avrebbe utilizzato gli erogatori nel suo posto di lavoro quotidiano presso il centro immersioni di Wraysbury. Ha accettato di immergersi con loro per due settimane di insegnamento, guida e lavoro generale di manutenzione subacquea prima di riferire le sue scoperte.
Li ho portati anche a Stoney Cove per diverse immersioni sul famigerato Hydrobox e sul relitto dello Stanegarth.
Il primo stadio è molto compatto, soprattutto con l'attacco DIN sui modelli che ci sono stati forniti. L'impugnatura gommata attorno alla rotella DIN era un bel tocco e rendeva lo scollegamento della valvola un gioco da ragazzi, anche con le mani bagnate.
L'instradamento del tubo è stato un compito facile, perché le porte sono disposte in una classica configurazione tre per lato con le due porte LP anteriori inclinate verso chi lo indossa. Questi portavano il secondo stadio principale e i tubi di gonfiaggio del BC ordinatamente sulle spalle senza inutili punti di impigliamento.
Il secondo stadio sembrava leggero, soprattutto in superficie, ed è rimasto al suo posto senza che nessuno di noi dovesse mordere con forza il bocchino. C'è una piccola sezione concava sulla porta di scarico che sembrava aumentare il comfort poiché si adattava perfettamente al mento.
Sott'acqua, il regolatore si è comportato in modo impeccabile, fornendo un flusso d'aria regolare anche quando abbiamo provato a capovolgere l'oggetto "zoccolando" quanto più gas potevamo ottenere.
I regolatore rimaneva asciutto indipendentemente dal nostro orientamento e si rifiutava di fluire liberamente quando sputato in profondità. La manopola di immersione/pre-immersione era facilmente accessibile e ha impedito con successo qualsiasi flusso libero dall'octo quando si entrava in acqua.
C'erano un paio di piccoli inconvenienti. Eravamo entrambi d'accordo sul fatto che il coperchio di spurgo fosse un po' fuorviante: la grande faccia di gomma sembra essere abbassabile ovunque sulla sua superficie per attivare il meccanismo di spurgo, ma in realtà devi essere abbastanza preciso e premerlo il più centralmente possibile.
Fatto ciò, la valvola ha rilasciato l'aria progressivamente fino a quando lo spurgo non è stato completamente depresso, ma non ha erogato un'erogazione eccessiva.
L'altro inconveniente era che la valvola a domanda del secondo stadio era rumorosa in superficie, anche se si fermava non appena ci immergevamo, apparentemente perché l'acqua stava lubrificando
le sue parti.

Conclusione
Quando sono stato coinvolto per la prima volta regolatore testare le unità non richiedeva un certificato di approvazione, ma tutto cambiò quando la certificazione CE europea divenne obbligatoria per le apparecchiature di supporto vitale vendute nel Regno Unito.
C'era una volta regolatore set che erano seriamente sottodimensionati in termini di prestazioni, al punto da essere addirittura pericolosi, ma al giorno d'oggi possiamo goderci il nostro autorespiratore subacqueo senza paura di fallire.
Gli standard sono elevati e sfido la maggior parte dei subacquei a distinguere le prestazioni tra un set che costa poche centinaia di sterline e uno che costa quattro cifre.
Questi Seac D-Synchros sono un ottimo esempio dello stato di avanzamento di oggi. Si sono comportati brillantemente sott'acqua, erano compatti, leggeri, comodi e facili da usare.
Yvonne sicuramente li ha apprezzati e non sono rimasto sorpreso nel vedere che dopo un mese sceglieva ancora di immergersi con questi erogatori “entry-level”. In quel periodo li portò a immergersi con le foche di Lundy e in un'escursione di immersioni sui relitti da Weymouth.
I suoi regolatori più costosi sembrano essere stati temporaneamente in pensione e stanno attualmente raccogliendo polvere su uno scaffale – un grande elogio davvero per questi rompi-budget italiani.

SPECS
PREZZI: Primo e secondo stadio £169. Ottobre £81
PRIMO STADIO: Membrana bilanciata sigillata ecologicamente
CONNESSIONE: Morsetto ad A o DIN da 232 bar
PORTI: 2 hp, 4 lp, due angolati a 30°
CLASSIFICAZIONE ACQUA FREDDA:
CONTROLLI: Immersione/pre-immersione
CONTATTO: www.seacsub.com
GUIDA SUBACQUEA: 9/10


È apparso in DIVER novembre 2016

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x