Erogatore Scubapro Mk25 EVO T/S600 Titanio

archivio – Test subacqueiRegolatore Scubapro Mk25 EVO T/S600 Titanium

In un passato non troppo lontano, regolatore la performance è stata quasi un affare incostante. Alcuni modelli potrebbero lasciare l'utente in difficoltà nel respirare in profondità, mentre altri hanno un'erogazione eccessiva al punto da causare flussi liberi con spreco di gas.

La certificazione CE ha sostanzialmente posto fine a questi scenari, poiché tutti i moderni autorespiratori subacquei hanno dovuto superare test rigorosi prima di ottenere il marchio CE, consentendone la vendita sui mercati europei.
Con regolatore Le prestazioni ora sembrano standardizzate, i produttori si sono impegnati a migliorare questo umile ma fondamentale kit da immersione utilizzando nuove tecnologie e materiali. Uno di questi materiali è il titanio, una lega straordinaria ma difficile da utilizzare nella fabbricazione di regolatori.
Scubapro ha recentemente evoluto il suo primo stadio di punta MK25 utilizzando questa lega resistente, associandolo a un secondo stadio S600 rinnovato con dettagli in titanio.
Sono riuscito a mettere le mani sul primo modello nel Regno Unito per un'esclusiva DIVER Test.

Il materiale
Le leghe di titanio sono metalli che contengono una combinazione di titanio e altri elementi chimici; la versione più comune aggiunge il 6% di alluminio e il 4% di vanadio (Ti-6AL-4V).
La lega metallica risultante ha una resistenza alla trazione estremamente elevata, è molto leggera e ha un'eccezionale resistenza alla corrosione, soprattutto in acqua di mare.
Lo svantaggio è che richiede attrezzature e macchine speciali, poiché è difficile da produrre e fabbricare, quindi questo metallo esotico ha un prezzo enorme.

La prima fase
Il MK25 EVO Titanium è dotato di un pistone a flusso continuo bilanciato ad aria progettato per fornire un flusso d'aria costante e senza sforzo che, secondo i progettisti, non è influenzato dalla profondità, dalla pressione della bombola o dalla richiesta di respirazione.
È compatibile con l'acqua fredda grazie al sistema di isolamento termico esteso (XTIS) di Scubapro, che isola i componenti meccanici dagli ambienti di acqua fredda. Si afferma che la resistenza al congelamento sia stata aumentata fino al 30% rispetto a un MK25 standard.
L'XTIS integra un rivestimento isolante sulla molla principale, una boccola isolante sul corpo, un cappuccio antigelo e una filettatura del corpo e del cappuccio più grande.
Esternamente, la prima fase ha dei supplementi fini lavorato nel suo corpo per fornire uno scambio termico extra e migliorare la sua compatibilità con l'acqua fredda. I componenti chiave del sistema isolante sono stati verniciati di blu.
Il primo stadio a torretta è girevole e presenta due porte ad alta pressione fissate su entrambi i lati del corpo principale e quattro porte a bassa pressione sulla parte girevole, con una quinta porta lp aggiuntiva sulla punta per semplificare ulteriormente le configurazioni dei tubi e migliorare la versatilità .
È inoltre presente una regolazione esterna della pressione intermedia ad uso dei tecnici dell'assistenza, quindi non è necessario smontare tutti i componenti per regolare le prestazioni.
Il primo stadio è disponibile con connessioni internazionali da 232 bar o DIN da 300 bar e pesa 232 g (versione internazionale). Questo è più di 300 g più leggero dell'equivalente MK25 standard con corpo in ottone.

La seconda fase
Il T/S600 è un secondo stadio S600 evoluto con inserti, anello di rifinitura e canna interna realizzati con la stessa lega di titanio utilizzata nel primo stadio. È dotato di un alloggiamento della valvola in metallo ed è bilanciato pneumaticamente per ridurre lo sforzo inspiratorio durante le immersioni a profondità e pressioni della bombola variabili.
Il T/S600 è dotato di due controlli utente: una manopola di inspirazione regolabile dal sub e un interruttore di immersione/pre-immersione con assistenza del vuoto avviata da Venturi (VIVA).
Il tubo della pressione intermedia è in gomma, con un foro sovradimensionato per consentire un maggiore flusso di gas e di conseguenza una maggiore erogazione ad ogni respiro. Il pulsante di spurgo circolare è posizionato centralmente sulla parte anteriore del secondo stadio e sfoggia il logo Scubapro in titanio incorporato nella gomma sintetica.
Il T/S600 è rifinito con un boccaglio ortodontico in silicone progettato per essere comodo e facile da impugnare senza inibire il flusso di gas.

In uso
Ho portato con me la combinazione MK25 EVO T/S600 durante un viaggio di immersione a lungo raggio per testarla in condizioni reali difficili. Il vantaggio in termini di peso offerto dalla lega di titanio era un vantaggio, soprattutto laddove le tariffe aeree per il bagaglio in eccesso potevano costare centinaia di dollari.
Il primo compito è stato decidere la disposizione dei tubi. Stavo cercando il percorso più breve per ciascun tubo ottenendo la configurazione più snella. Le porte del primo stadio offrivano la soluzione ideale, posizionando manometro, polipo e il gonfiatore lp esattamente dove ne avevo bisogno senza creare alcuna tensione sui giunti dei tubi, causando rischi di intoppi o aumentando la resistenza subacquea.
Con alcune immersioni fatte per accertarsi che il regolatore funzionava correttamente, ho iniziato a sottoporlo alla mia serie standard di micro test.
Per prima cosa mi sono capovolto per vedere se il diaframma del secondo stadio lasciava passare l'acqua mentre inspiravo. Non ha lasciato cadere una goccia, permettendomi di godermi un respiro totalmente asciutto.
Ho quindi regolato e riadattato i controlli utente. La manopola di inspirazione era facile da individuare e potevo posizionarla per ottenere l'erogazione ottimale del gas per le condizioni e la mia frequenza respiratoria.
Poi ho sputato il regolatore in profondità. Alcuni modelli entrano immediatamente in flusso libero quando lo fai, ma il T/S600 ha appena fatto uscire le bolle intrappolate, quindi è rimasto dormiente al mio fianco.
Il pulsante di spurgo era facile da individuare e utilizzare con un solo dito. Il suo funzionamento è stato positivo e progressivo, dandomi il controllo totale del flusso di gas durante lo spurgo dell'acqua indesiderata.
In realtà raramente ho dovuto ricorrere allo spurgo, in quanto il secondo stadio si è rivelato a tenuta stagna.
Il boccaglio ortodontico era estremamente confortevole e, grazie al secondo stadio leggero e discreto, non era necessario morderlo con forza per mantenerlo in posizione.
Non ricordo di aver notato le mie bolle di gas di scarico durante le 15 immersioni che ho fatto con questo erogatore, anche se, poiché ogni immersione è stata trascorsa affrontando una corrente impetuosa, forse non lo farei!

Conclusione
Se sei consapevole di avere un erogatore in bocca durante le tue immersioni, probabilmente è a causa delle scarse prestazioni, della respirazione umida, della sovra o sottoerogazione di gas, oppure al fatto che è pesante, ingombrante o scomodo.
I migliori erogatori passano quasi in secondo piano, permettendoti di concentrarti sul divertimento sott'acqua.
Il MK25 EVO T/S600 Titanium ha fatto esattamente questo. Ho subito dimenticato di avere un respiratore subacqueo meccanico tra i denti sotto le onde.
Nel corso degli anni mi sono immerso con la maggior parte degli erogatori Scubapro e credevo che l'MK25 fosse il miglior primo stadio mai prodotto finché non mi sono immerso con questa versione in titanio.
Le prestazioni erano eccezionali, ma quando si aggiungono i vantaggi di questa lega esotica si ottiene un regolatore degno del suo status di punta - e forse di quel prezzo elevato.

SPECS
PREZZO: EUR 1079
PRIMO STADIO: Pistone a flusso passante bilanciato pneumaticamente
MATERIALI: Lega di titanio Ti-6AL-4V, polimeri di alta qualità
PORTI: 5 lp, 2 cv
COLLEGAMENTI: DIN 300 bar, morsetto ad A 232 bar
SECONDA FASE: Valvola bilanciata pneumaticamente
CONTROLLI: VIVA, resistenza inspiratoria regolabile
PESO: Primo stadio 232 g, secondo stadio 156 g
CONTATTI: www.scubapro.com
GUIDA SUBACQUEA 10/10

Scopri altri regolatori in Divernet Showcase

Apparso su DIVER giugno 2016

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x