MASCHERE CRESSI AIR CRYSTAL / TUSA Freedom Tri-Quest

Prove subacquee

ORA QUI;SA PRIMA PER ME, UNA RECENSIONE DI NON UNO MA DUE maschere negli stessi test DIVER. Il mio è ben documentato mask la dipendenza sta subendo un doppio colpo. Ooh, mi sento un po' debole!

Questi due maschere sono molto diversi l'uno dall'altro ma si sforzano di fare la stessa cosa: mantenere l'aria dentro e l'acqua fuori, consentire la compensazione dei seni e fornire a chi lo indossa una visione illimitata del mondo sottomarino.

Uno è un modello a doppia lente del produttore italiano di ingranaggi Cressi; l'altro è un modello a lente singola con finestre laterali del Americani a TUSA.

Cressi Air Crystal

Cressi è stato il primo mask-maker per incorporare lenti a forma di lacrima inversa che erano inclinate verso il basso.

Questo design, ora brevettato, offre un campo visivo più basso, aiutando chi lo indossa ad accedere alle informazioni critiche per il rischio visualizzate sui manometri e sui dispositivi integrati computer console tradizionalmente fissate attorno alla parte inferiore del busto.

I primi modelli furono giustamente chiamati Big-Eyes e ottennero un enorme seguito. L'originale Big-Eye maschere aveva profili piuttosto grandi, a differenza del Nano di Cressi mask, progettato per l'apnea. Questo modello più piccolo a doppia lente ha un volume interno minimo pur incorporando le lenti inclinate a goccia inversa.

L'ultima maschera Air Crystal utilizza caratteristiche di design prese in prestito dalla sua compagna di scuderia più piccola. La sua struttura affusolata deriva direttamente dal design Nano, con le lenti dalla forma ormai standard inclinate esattamente allo stesso angolo.

L'Air Crystal ha una doppia montatura integrata con un profilo estremamente basso, che consente alle lenti in vetro temperato di sedersi vicino agli occhi, aumentando così l'angolo di visione e riducendo il volume interno.

Il materiale utilizzato per il facciale è il silicone Crystal trasparente di Cressi, con una sezione più spessa sopra il telaio che si dice aumenti la capacità di tenuta della maschera irrigidendo il facciale in quest'area. Le fibbie girevoli sono fissate al telaio della maschera tramite linguette in silicone per consentire la regolazione del cinturino della maschera.

SPECS

CRISTALLO D'ARIA CRESSI
PREZZO: EUR 62
LENTI A CONTATTO: Vetro temperato a doppia goccia
GONNA: Silicone cristallino trasparente
COLORI: Blu, giallo, rosa, lilla e nero
FIBBIE CINTURINI: Sollevamento per rilascio
CONTATTI: Sito web delle maschere Cressi
GUIDA SUBACQUEA: 9/10

La Tri-Quest della Libertà

TUSA produce maschere da quella che sembra un'eternità e ha acquisito un grande seguito. Il Tri-Quest è un design a lente singola con finestre laterali a doppia cupola.

La lente frontale temperata è realizzata in vetro ottico CrystalView, a cui è stato ridotto il contenuto di ferro e altre impurità per lasciare una lente senza tinta verde. Si dice che trasmetta il 92% della luce disponibile.

Il telaio utilizza polimeri di alta qualità e comprende finestrini laterali in polimero trasparente. La gonna rappresenta la "Freedom Technology" di TUSA, un insieme di caratteristiche che garantiscono vestibilità e comfort superiori.

Utilizza vari spessori di silicone morbido e ha una sezione trasversale con bordi arrotondati con creste posizionate strategicamente per aggiungere stabilità e impedirne il collasso sotto pressione.

La superficie della linea di tenuta del facciale ha una finitura a basso attrito con piccole fossette destinate a prevenire lo scivolamento e a renderlo più confortevole.

L'imbottitura per la testa viene regolata tramite fibbie a sgancio fissate alle alette in silicone sulla gonna.

Cristallo d'aria in uso

Il profilo estremamente basso dell'Air Crystal è stato immediatamente evidente, perché la parte inferiore delle lenti a goccia quasi toccava le mie guance su entrambi i lati del naso. Ciò era dovuto all'angolo acuto della linea della lente e al volume interno molto basso.

L'effetto del posizionamento delle lenti più vicino agli occhi è stato sorprendente, consentendo una visione estremamente ampia da quello che è a tutti gli effetti il ​​contorno stretto e piccolo della maschera. Il campo visivo verso il basso era enorme, permettendomi di vedere il mio manometro montato sul GAV con un semplice movimento degli occhi, invece di inclinare completamente la testa.

La tasca sul naso è abbastanza grande e per fortuna può contenere facilmente la mia sirena romanica. Piacevolmente, la sezione della montatura attorno alla parte superiore del naso è stata sagomata e non ha esercitato alcuna pressione indesiderata sul mio ponte (qualcosa di cui spesso soffrono i grossi trombettieri tra noi).

Le fibbie bloccavano saldamente il cinturino in posizione ma erano un po' complicate da rilasciare con i guanti. A causa dell'angolo inclinato del telaio, la tasca anteriore era quasi completamente esposta ed era di facile accesso.
Questo, combinato con il volume molto basso, ha reso l'equalizzazione e lo spurgo un gioco da ragazzi.

Tri-Quest della Libertà in uso

Il Tri-Quest con i suoi finestrini laterali a bulbo ha un profilo ampio e quindi un grande volume interno. Sott'acqua sembrava un po' ingombrante, ma questo è diventato presto una considerazione insignificante poiché ho goduto del campo visivo laterale panoramico più ampio che abbia mai sperimentato.

Potevo vedere tutto intorno a me senza girare la testa ed ero perfettamente consapevole dei subacquei e degli animali marini di medie e grandi dimensioni che cercavano di avvicinarsi di soppiatto da dietro. Ho dovuto alzare l'indicatore dei contenuti per poterlo leggere, ma non è stato un grosso problema.

La gonna sembrava eccezionale contro il mio viso. Non sono sicuro del contributo effettivo di tutta quella Freedom Technology, ma sembrava molto morbida e flessibile e forniva una fantastica tenuta stagna. Non ricordo di aver dovuto spurgare l'acqua dall'interno una volta.

Il telaio arrivava quasi alla punta del mio naso, quindi ho dovuto posizionare l'indice e il pollice sotto di esso per chiudere le narici e pareggiare durante la discesa.

L'intera esperienza è stata molto piacevole, con la grande quantità di luce lasciata entrare da questa maschera che le conferisce una sensazione ariosa.

La visione claustrofobica a tunnel a cui sono stato sottoposto in passato è stata sostituita con una visione super ampia, quasi a tutto tondo.

SPECS

TUSA FREEDOM TRI-QUEST
PREZZO: EUR 70
LENTI A CONTATTO: Vetro ottico CrystalView monotemperato, finestre laterali in polimero
GONNA: Silicone trasparente o nero
COLORI: Nero, rosa, blu e traslucido (gonna trasparente). Nero, blu, giallo e rosa (gonna nera)
FIBBIE PER CINTURINI Spremere per rilasciare
CONTATTI: Sito web del partenariato CPS
GUIDA SUBACQUEA: 9/10

Conclusione

Sulla carta queste due maschere sono agli antipodi l'una dell'altra: una è un modello a lente singola, con montatura ampia e visione ultra ampia e finestre laterali, l'altra è una maschera a doppia lente di medie dimensioni con volume minimo che offre un'eccezionale vista verso il basso.

Tuttavia, ognuno rappresenta lo stato dell’arte della tecnologia delle maschere.

Ricordo quando la lente di una maschera era circolare e grande quanto l'oblò di una nave, i gonne di gomma e il volume interno misurato in galloni.

Questa è tutta storia. La cosa meravigliosa è che ora c’è moltissima scelta per i mascherati come me, e le vedute in stile paesaggio o ritratto sono solo una piccola parte del quadro.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x