FANTASIA LEGGERA XR DCT/V/S

archivio – Test subacqueiLIGHT MARES XR DCT/V/S

MI IMMERGO DA 30 ANNI O COSÌ, e anche se riconosco che questo non è tanto un brufolo sul retro della quantità di immersioni che alcuni di voi hanno fatto, sostengo che è stato un periodo decente e ho visto alcuni cambiamenti.

Il più profondo di questi è stata l’adozione universale di computer e nitrox, ma la più evidente è stata la rivoluzione nell’illuminazione.
Uno dei miei strani ricordi di immersione è l'incontro con una torcia subacquea Scubapro sul ponte di Thistlegorm nel Mar Rosso durante un'immersione notturna.
Non era acceso, probabilmente è per questo che nessuno si era accorto che era andato perso, quindi l'ho preso e ho deciso di provarlo.
Si spense la mia vecchia torcia con la lampadina a incandescenza che emetteva poca luce giallastra, e si accese la Scubapro a LED blu luce del giorno. Ottima giornata al mattino! Chi ha riacceso il sole? È stata una rivelazione.
Quello Scubapro aveva una potenza dichiarata di soli 230 lumen e utilizzava batterie C-cell.
Ora ho una piccolissima torcia che dichiara di produrre 300 lumen e che funziona per un'intera settimana di immersioni notturne con tre batterie AAA.
Immaginate, quindi, cosa hanno fatto 3200 lumen ai miei nervi ottici. Questo è il risultato del nuovo Mares XR DCT, uno di un set di tre nuove luci a contenitore a portata estesa, ognuna delle quali sono stato mandato a testare.
Ogni luce viene fornita in una custodia ben attrezzata che contiene anche le batterie a marchio Mares necessarie per alimentare le luci, un grande e grosso caricabatteria con tutti i cavi e gli accessori che ti consentono di collegarlo in qualsiasi parte del mondo, oltre a un caricabatterie smontato Maniglia Goodman.
Avrai bisogno di trovare un nastro per fissare la bombola alla bombola, ma è tutto ciò che manca nella scatola.

Il design
Le tre luci sono la XR DCT, che ha un fascio spot di 12° e produce i già citati 3200 lumen per 2.1 ore; l'XR DCTV video modello, che ha un fascio dichiarato di 120° di 3400 lumen e dura 1.9 ore; e il modello XR DCTS sidemount, che emette un fascio di 12° di 2000 lumen e dura 2 ore, utilizzando solo due batterie e non tre dei suoi fratelli.
Tutte e tre le luci condividono la stessa eccellente qualità costruttiva e sono quasi indistinguibili, a parte il contenitore della batteria più piccolo sul DCTS e la testa a sei LED sul DCTV.
Il contenitore della batteria si svita semplicemente quando è necessario accedere alle batterie. Sono sigillati con tre O-ring e nel kit sono inclusi i ricambi. I cordoni ombelicali misurano 125 cm.
Le batterie arrivano parzialmente cariche, quindi il primo lavoro è stato caricarle correttamente. I modelli a tre batterie utilizzano un caricabatterie che si illumina per avvisarti che sta funzionando, con un piccolo schermo che mostra che ciascuna delle tre celle si sta caricando correttamente.
Una volta completata la ricarica, le luci e lo schermo si spengono e l'unità rimane al buio. È una preferenza personale, ma preferisco un indicatore positivo che qualcosa stia funzionando. Sarebbe utile una luce che indichi che le batterie sono cariche e che l'unità non è appena morta. Ed è proprio quello che ha il modello a due batterie, con una luce rossa per indicare la carica che diventa verde per indicare che è carica.
Mentre le batterie si caricavano, ho assemblato le maniglie Goodman. Ogni luce viene fornita con una maniglia in due parti e un Bags contenente due chiavi a brugola, una piccola chiave inglese e varie rondelle elastiche, grani, dadi e bulloni per assemblarlo.
Non è un grosso lavoro, ma faccio presente che la bella custodia in cui viene fornita ogni lampada non è più utilizzabile quando la maniglia è attaccata.

Nel laboratorio
È giunto il momento del test del secchio, in cui ciascuna lampada è stata accesa a piena potenza e lasciata funzionare a vuoto in un secchio d'acqua. Tutti e tre hanno funzionato più a lungo dell'autonomia dichiarata e non hanno emesso molto calore. L'acqua nel secchio non è mai salita al di sopra della temperatura ambiente.
La ricarica delle batterie ha richiesto circa cinque ore utilizzando il caricabatterie da tre batterie, e un po' di più con l'unità da due batterie.
Successivamente, ho misurato l'emissione luminosa delle lampade. Ognuno ha un semplice interruttore magnetico. Premi una volta per la massima potenza, di nuovo per la potenza media, quindi bassa, bassissima e disattivata. Premere e tenere premuto il pulsante e le spie lampeggiano. Non provarlo in una stanza piccola.
La potenza massima dei due faretti sembrava essere la stessa, ma era al limite massimo dell'esposimetro che ho utilizzato per il test. Le potenze media e bassa erano ciascuna di circa uno stop in meno, il che significa che l'emissione luminosa si dimezzava ad ogni passaggio in basso.
Il super basso era ben tre stop meno luminoso del basso, il che equivale a un ottavo dell'uscita. Entrambi i raggi avevano un punto centrale molto luminoso, circondato da un alone meno luminoso e comunque stretto.
I video la luce misurava molto meno potente, ma il raggio era molto, molto più ampio. Ho misurato un'uscita abbastanza costante fino a circa 70°, poi un calo di stop fino ai 120° dichiarati.
Usalo come a video luce e mostrerà una certa vignettatura ai bordi dell'inquadratura della tua action camera, ma non abbastanza per essere visibile nella vita reale.

In acqua
E poi è arrivato il momento della prova in acque libere.
Ho usato un camband di riserva per collegare il contenitore della batteria al cilindro dil del mio rebreather e ho fatto passare il cordone ombelicale sulla mia spalla sinistra.
Se avessi pianificato di utilizzare le luci a lungo termine, avrei perfezionato il set-up, ma il contenitore si annidava magnificamente tra il cilindro e il contenitore dello scrubber, ed era tutto ciò che cercavo all'inizio.
La maniglia Goodman fornita era ben dimensionata per dimensioni, facile da tenere sia con la mano nuda che con i guanti, e l'interruttore di funzionamento era facile da individuare e premere, anche con una mano con guanti spessi.
La necessità di scorrere i livelli di potenza per spegnersi era un po' irritante, ma non troppo complicata.
Per quanto riguarda l'illuminazione, le lampade hanno fatto esattamente quello che dovevano fare. I faretti proiettavano una luce potente a lunga distanza attraverso l'acqua e fornivano una quantità di illuminazione più che utile, anche a bassa visibilità.
Su un relitto britannico profondo e buio, il DCT o il DCTS farebbero il loro lavoro, con una durata della batteria sufficiente per un tempo di fondo decente.
Naturalmente la luce video non penetrava così lontano, ma era ampia e uniforme, e come combinazione per le riprese la DCTV in una mano e una action camera nell'altra è fattibile.

Conclusione
Se sei nel mercato, queste lampade valgono più che la pena dare un'occhiata.

SPECS
PREZZI: DCT £ 527, DCTS £ 483, DCTV £ 571
FONTE DI LUCE: 3 LED CREE XM-L2
PESO: DCT 1100g, DCTS 880g, DCTV 1100g
LIVELLI DI USCITA: DCT 3200 lumen, DCTS 2000 lumen, DCTV 3400 lumen
BATTERIA: Litio ricaricabile
TEMPI DI BRUCIAMENTO: DCT 27 ore, DCTS 21 ore, DCTV 23 ore
CONTATTO: mares.com
GUIDA SUBACQUEA 8/10

Apparso su DIVER gennaio 2018

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x