Pinne Apeks RK3

Nella mia esperienza, ci sono pinna progetti che hanno resistito alla prova del tempo, e ci sono alcuni modelli hi-tec che sembrano arrivare sulla scena con un'ondata di clamore pubblicitario, solo per svanire nell'insignificanza subito dopo. L'esempio testato questo mese riguarda un progetto che è il primo. Nato quasi 50 anni fa per essere utilizzato dalle squadre di guerra speciale della Marina degli Stati Uniti, il modello è stato meticolosamente ricreato nel Regno Unito dal produttore di attrezzature tecniche per immersioni Apeks.

IL DESIGN

Costruito in robusta gomma termoplastica, RK3 fini sono dotati di tasche per i piedi sovradimensionate per ospitare mute stagne ingombranti o robusti stivali da roccia.
La costruzione solida e i materiali densi danno come risultato un pinna che pesa sostanzialmente di più rispetto ai modelli in plastica standard. Gli RK3 bianchi di grandi dimensioni che abbiamo testato pesavano quasi 1.5 kg ciascuno, il che li rendeva negativamente galleggianti, un vantaggio per muta stagna subacquei con piedi galleggianti che, utilizzandoli fini, potrebbe eliminare i pesi alla caviglia con cinturino.
Le lame sono corte e larghe con una striscia ventilata al centro per eliminare, secondo il produttore, i vortici che possono formarsi nella parte posteriore della lama.
I fini sono dotati di cinghie a molla in acciaio inossidabile e cuscinetti in gomma plastificata sul tallone con linguette per facilitare la vestizione e la svestizione.
Le cinghie sono mantenute in posizione da fibbie progettate su misura, con fermi a pressione che consentono una facile rimozione se le cinghie dovessero mai essere sostituite.
Un foro su ciascuna punta e tallone della pala consente di agganciare insieme le pinne tramite un unico moschettone per riporle o trasportarle in siti di immersione remoti.
Apeks ne produce anche una versione più rigida e leggermente più pesante pinna chiamato RK3 HD.

IN ACQUA

Le grandi tasche per i piedi hanno mangiato il mio ingombrante muta stagna stivali ed erano un po' grandi per me. Apeks mi aveva inviato la taglia Super mentre la taglia Large sarebbe stata più adatta alla mia modesta taglia nove.
Detto questo, le alette erano ancora utilizzabili e lo spazio extra non sembrava influenzare le prestazioni. Le RK3 hanno superato quasi tutte le pinne moderne che ho provato negli ultimi anni. Utilizzando calci svolazzanti, a rana, a forbice o all'indietro sia con colpi rilassati che potenti, le lame facili sono rimaste stabili, senza mostrare segni di torsione né durante i colpi verso l'alto né verso il basso.
Alcuni anni fa, abbiamo lanciato una gamma di pinne ormai familiari digitale- test su scala per confrontare le prestazioni, e includevano un paio di pinne Trident in gomma dal design retrò delle scuderie Poseidon, che hanno portato la bilancia a ben 22 kg.
Ho preso gli RK3 per la stessa serie di test in piscina e non sono rimasto sorpreso nel vedere che hanno fatto un lavoro ancora migliore, portando la bilancia a ben 22.4 kg.
Questo è impressionante, soprattutto se considerato nel contesto dei test di gruppo del 2014, dove la migliore prestazione misurata è stata quella di una coppia di Mares Plana Avanti Quattro da 23 kg.

CONCLUSIONE

Il mio defunto padre mi diceva spesso: "Se non è rotto, perché preoccuparsi di aggiustarlo?" Il design originale di queste pinne di livello militare non ha dovuto essere modificato nemmeno leggermente perché non era difettoso.
È stata introdotta nel 21° secolo con l'uso di gomma termoplastica e cinturini a molla in acciaio inossidabile invece delle pale e dei cinturini originali in gomma piena, ma questo è tutto: non è stato necessario cambiare nient'altro su una pinna che, quasi mezzo secolo dopo, è continuando ad affrontare i giovani pretendenti e ad abbronzarsi il fondoschiena.

SPECS

PREZZO: £120
MATERIALI: Gomma termoplastica
CINTURINI: Molla inossidabile integrata
COLORI: Nero bianco
TASCHE PER I PIEDI: Vestibilità ampia
TAGLIE: M, L, Super
PESO: 2.6 kg (taglia Super, paio)
CONTATTO: Apeks
GUIDA SUBACQUEA 9/10

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x