PROVA SUBACQUEA: Scubapro Hydros Pro

Scubapro Hyrdos Pro
Scubapro Hyrdos Pro

Recensione Scubapro Hydros Pro

Nel lontano 1977 Mike Todd, allora redattore tecnico di DIVER, condusse un test sui consumatori su nove GAV all'avanguardia. Uno era più all'avanguardia degli altri, un'unità di gonfiaggio posteriore, o ala, con pesi integrati, chiamata BCP.

Tutti gli altri erano equilibratori con collare di cavallo, modellati sui giubbotti di salvataggio gonfiabili utilizzati per la sopravvivenza in mare. I principi sono stati modificati per le immersioni con l'aggiunta di grandi tubi di gonfiaggio orale e cartucce di anidride carbonica a colpo singolo o, standard nel Regno Unito, mini bombole d'aria riempite dal serbatoio principale per il gonfiaggio di riserva e valvole di scarico. per far uscire l'aria.

Indossavi una cintura pesi e un'imbracatura per bombola separate. Quando hai aggiunto aria per neutralizzare la tua galleggiabilità, si è accumulata dietro il collo, sollevando la testa e abbassando i piedi. Il tuo peso morto è stato portato su un sospensorio. Ho avuto il mio primo GAV con collare da cavallo quando avevo 15 anni. Per un adolescente, quel sospensorio si è rivelato un enorme incentivo a utilizzare il minor peso possibile.

A quel tempo, i subacquei ricreativi non usavano molto i GAV a gonfiaggio posteriore, specialmente nel Regno Unito ultra-conservatore. Si presumeva piuttosto ottimisticamente che il collare da cavallo, considerato un giubbotto di salvataggio, fosse in grado di farti galleggiare a faccia in su se avessi la presenza di spirito di gonfiarlo prima di svenire.

La mini-bombola forniva anche un'alimentazione d'aria indipendente che poteva essere respirata attraverso la borsa in caso di emergenza.

Ha anche svolto il ruolo di linebacker quando si spostava da e verso il sito di immersione su piccole imbarcazioni.

I subacquei semplicemente ignoravano le caratteristiche di galleggiamento sciatto dei GAV a collare di cavallo quando erano immersi.

Riguardo al BCP, Mike ha osservato con lungimiranza: “Si è rivelato il sistema più comodo per regolare l’assetto durante l’immersione”. Le ali rimarranno in gran parte appannaggio dei subacquei delle caverne fino a quando gli anni '1990 videro l'emergere delle immersioni tecniche e le ali migrarono lentamente dalla grotta alla tecnologia e agli utenti ricreativi.

È facile associare i GAV a gonfiaggio anticipato con piccoli marchi specializzati in immersioni speleologiche e tecniche e pensare che i grandi produttori di immersioni siano saliti a bordo del carrozzone solo di recente, ma non è la realtà.

Perché nel 1977 la vela BCP, con i suoi pesi integrati e molto in anticipo sui tempi, è stata realizzata da una delle aziende più note della subacquea sportiva, Scubapro.

Circa 40 anni dopo, cosa offre il GAV a gonfiaggio posteriore Hydros Pro di Scubapro per tentare i subacquei ricreativi?

Il design

L'Hydros Pro è un GAV di fascia alta progettato per le immersioni monobombola. Utilizza una cella d'aria a camera d'aria singola realizzata in PU rivestito in nylon da 420 denari, che fornisce un sollevamento di 16-18 kg a seconda delle dimensioni.

La cella d'aria è del tipo a ciambella anziché a ferro di cavallo, quindi l'aria può circolare attorno ad essa indipendentemente dalla tua posizione nell'acqua.

Se sei a testa in giù, l'aria si raccoglierà dove potrà essere facilmente sfogata attraverso un unico discarica.

Rilascio peso Hydros Pro.
Rilascio peso Hydros Pro.

Le celle d'aria a ferro di cavallo non si collegano alla base, dove i subacquei tecnici spesso vogliono utilizzare lo spazio risparmiato per trasportare bombole leggere, ad esempio, quindi potrebbero avere due discariche per consentire lo sfiato su entrambi i lati dell'ala quando si sei a testa bassa.

Sia le cellule a ciambella che quelle a ferro di cavallo hanno i loro sostenitori, quindi è probabilmente ragionevole supporre che nessuna delle due sia significativamente superiore all’altra per la maggior parte dei subacquei sportivi.

Per aiutare a mantenere la vela aerodinamica anche quando è solo parzialmente gonfia, tre serie di elastici collassano la camera d'aria. Questi sono montati internamente, anziché avvolgersi attorno alla cella d'aria esterna, dove potrebbero creare pericolo di intoppi.

Insieme al collaudato sistema di gonfiaggio bilanciato di Scubapro, con il suo gonfiaggio/scaricamento orale, c'è un rapido scarico dello scarico attivato abbassando il tubo di gonfiaggio orale, lo scarico delle spalle e il sedere.

Due tasche laterali a sgancio rapido supportano i pesi principali fino a 4 kg ciascuna. Sul retro sono montate tasche per il peso corporeo, che possono contenere fino a 2 kg ciascuna. Scubapro utilizza la sua normale fibbia in acciaio inossidabile per il cinturino della bombola e fornisce un anello per impostare l'altezza alla quale desideri posizionare la bombola. Non sono presenti tasche per accessori, ma sono forniti due anelli a D piccoli e quattro grandi in acciaio inossidabile.

Invece, Hydros Pro è predisposto in fabbrica per accettare una scelta di supporti per accessori che si fissano attraverso fori sopra e sotto le borse per pesi. Scubapro li utilizza non solo per imbullonare un coltello ma anche per montare ulteriori anelli a D avvitati e anelli elastici.

I progettisti dell'Hydros Pro non vanno pazzi per le tasche del GAV (alcune sono realizzate per l'Hydros, anche se sospetto che siano un po' in segno di protesta). La sensazione è che possano essere difficili da usare quando il movimento è limitato da una muta da sub e si siedono su borse portapiombi cariche.

In stile tech, invece, preferiscono un posto esterno per ogni cosa, e ogni cosa al suo posto e a portata di mano.

Questi accessori del sistema Hydros Pro non sono stati forniti per il test ma sembrano efficienti.

Le fibbie per le spalle dell'imbracatura hanno un'azione girevole per incoraggiarle ad assumere la posizione più comoda mentre ti muovi e sono dotate di sganci con clip. Si attaccano al zaino con cerniere che consentono di piegare gli spallacci piatti per l'imballaggio.

Scarico rapido e scarico a spalla Hydros Pro.
Scarico rapido e scarico a spalla Hydros Pro.

Quando il GAV è sgonfio, aiutano anche a tenere aperte le cinghie per facilitare l'indossamento. Una cinghia sullo sterno, anch'essa chiusa con una clip, può essere regolata in altezza per adattarsi a diverse lunghezze del busto, evitando interferenze con un muta stagna ad alimentazione diretta o per il comfort femminile (Scubapro ha prodotto una versione su misura per la forma femminile). Non c'è fascia da smoking, solo una cinghia in vita con un'altra fibbia a clip. È possibile aggiungere un sospensorio.

Se non desideri utilizzare le tasche per l'integrazione del peso, puoi sostituirle rapidamente con una semplice cintura, anch'essa dotata di rilascio con clip a pinza e anelli a D in acciaio inossidabile. È incluso e puoi passare avanti e indietro in pochi secondi rimuovendo una clip, senza bisogno di strumenti.

Piccole borse porta zavorre sono disponibili come extra. L'idea è che quando si utilizza molto piombo per compensare la galleggiabilità di una muta per acque fredde, le borse più ingombranti sono davvero la scelta migliore, ma quando si visita i tropici, dove un paio di

di chili potrebbero bastare, puoi farne a meno in favore di una cintura più compatta e di borse più piccole e leggere. Sembra un buon concetto.

Differenze materiali

Finora queste sono tutte buone caratteristiche, ma molte si trovano su altri GAV premium. La differenza sta nella scelta dei materiali da parte di Scubapro e ne rivendica fortemente i vantaggi.

Uno dei principali è l'uso generoso di un composto chiamato Monprene per il zaino. Il pacchetto principale è in plastica, che fornisce rigidità per stabilizzare il serbatoio, ma è combinato con Monprene. Sebbene sia abbastanza rigido su gran parte della schiena, lo zaino diventa progressivamente più flessibile sui fianchi e sulle spalle, permettendogli di adattarsi alla tua corporatura.

Questa aderenza dovrebbe, secondo Scubapro, migliorare il comfort fuori dall'acqua garantendo che il peso della bombola e dei pesi sia distribuito in modo ottimale. Il monprene riveste anche l'imbracatura. Sott'acqua, si dice che la "viscosità" del Monprene mantenga l'Hydros Pro aderente al corpo e aiuti a prevenire lo spostamento del GAV e la destabilizzazione del subacqueo, una seccatura per i fotografi subacquei che allineano uno scatto, ad esempio.

Scubapro afferma inoltre che la cella d'aria non solo è abbastanza robusta da resistere per anni a un uso intenso ma, come l'imbracatura, si asciuga rapidamente. Questo è un omaggio alle esigenze dei subacquei in viaggio che non vogliono affrontare il peso maggiore e il fastidio del trasporto dell'attrezzatura umida.

Hydros Pro è inoltre progettato per ripiegarsi su se stesso per ridurre al minimo l'ingombro durante l'imballaggio.

Hydros Pro nel suo zaino.
Hydros Pro nel suo zaino.

Infatti, Scubapro include uno zaino BC che dovrebbe essere abbastanza piccolo da poter viaggiare proseguire e puoi anche portare la tua reg, maschera, muta e, appese all'esterno, le tue pinne.

L'Hydros Pro è costruito in Sud Africa. Sembra condividere parte della filosofia "arrangiarsi e riparare" che ho imparato ad associare agli amici di lì, che detestano gli sprechi.

Secondo lo slogan BC 4 Life, quasi ogni parte di Hydros Pro è progettata per essere sostituibile sul campo dal proprietario. Ad esempio, le estremità della cinghia non sono cucite attorno ai punti di ancoraggio, quindi rompi una fibbia e puoi cambiarla facilmente senza bisogno di prendere una macchina da cucire.

Prime impressioni

Quando prendi in mano Hydros Pro, la prima cosa che noti è il Monprene. Sembra molto diverso dai soliti materiali in nylon presenti nei GAV. È anche un BC di peso medio. Scubapro lo descrive giustamente come “travel-friendly”, sostenendo che renderlo più leggero ne comprometterebbe significativamente la durabilità e la durata.

La fascia singola del serbatoio viene regolata modificando la lunghezza di una cinghia rivestita in velcro che passa attraverso un anello a D. La fibbia centrale in acciaio inossidabile si chiude attraverso questo ed è molto sicura. Scubapro utilizza varianti di questo dispositivo di fissaggio da decenni. Non è così comodo da modificare se si cambiano i diametri del serbatoio come una fibbia standard, ma una volta impostata funziona molto bene.

I pesi integrati vengono eliminati rilasciando le fibbie a pressione. La maggior parte dei GAV utilizza una variazione delle fibbie a pressione o ha maniglie di trazione, e ognuna ha i suoi ventilatori. La parte della fibbia che devi stringere è identificata da un colore ad alta visibilità. Premi il rilascio e il caricamento della molla prende il sopravvento e apre la fibbia. È facile da usare con guanti spessi.

Ci sono anelli a D per aiutarti a tirare fuori un peso recalcitrante, ma nei miei test i pesi a blocco che avevo caricato sono scivolati fuori non appena è scattato il rilascio. Gli anelli a D facilitano inoltre il trasporto dei pesi sulla copertura della barca.

Ho trovato facile caricare i pesi nell'Hydros Pro dopo essermi equipaggiato, per coloro che preferiscono non indossare un set da sub completamente carico.

I due anelli a D sugli spallacci si regolano velocemente, ma non mi sono preoccupato. Ne ho tagliato uno e l'ho trovato posizionato dove potevo vederlo perfettamente semplicemente abbassando lo sguardo. I bordi della cinghia non sono cuciti, quindi puoi aggiungere facilmente altri anelli a D se lo desideri.

Con una bombola in acciaio da 15 litri montata ed equipaggiata con 6 kg di pesi principali e un paio di pesi trim da 1 kg, stavo caricando circa 35 kg durante il mezzo chilometro a piedi fino al sito di immersione.

Indossavo un 7mm muta e posso confermare che l'Hydros Pro era molto comodo.

In acqua, ho misurato quanto in alto mi avrebbe fatto galleggiare l'ala controllando la distanza dalla linea di galleggiamento alla mia bocca. Ero adeguatamente zavorrato, quindi ero carico di circa 4 kg di aria che non avrei avuto alla fine dell'immersione.

L'Hydros Pro mi ha sollevato di ben 18 cm fuori dall'acqua e la stabilità della superficie era eccellente, senza alcuna tendenza a inclinarmi in avanti o all'indietro.

Questa è la posizione galleggiante ideale mentre aspetti che altri subacquei si uniscano a te in acqua, prendano una bussola o aspettino il ritiro della barca.

Sotto l'acqua

Sott'acqua, il Hydros Pro mi ha messo in posizione prona e mi ha sostenuto orizzontalmente, così ero snello senza alcuna inclinazione a testa in su e con le pinne in giù. Questo è ottimo per i fotografi che hanno bisogno di lavorare in basso sul fondale marino senza toccarlo.

Avevo le cinghie dell'imbracatura abbassate, ma anche la perfetta aderenza sembra dover molto al Monprene, che sembra afferrarti.

Ho ritenuto che ciò contribuisse a prevenire qualsiasi rollio laterale del serbatoio da 15 litri. Non sono mai andato d'accordo con loro, trovando che con la mia corporatura tendono a rotolarmi, creandomi un'irritante instabilità. Non c'erano queste sciocchezze indossando l'Hydros Pro.

Control

Gonfiatore a potenza bilanciata ScubaPro
Gonfiatore a potenza bilanciata ScubaPro

Le Gonfiatore a potenza bilanciata Scubapro (sopra) esiste da molto tempo, con modifiche minori apportate nel corso degli anni. È progressivo, quindi controlli la velocità del flusso con pressioni più leggere o più forti e molto precise. È chiaramente differenziato dal pulsante di scarico per forma e colore. Il gonfiaggio orale avviene tramite la normale pipetta.

A tutto volume, nei test a 10 metri, il BPI ha riempito l'Hydros Pro in circa 8 secondi. Poiché un'alimentazione diretta ad alto flusso che si attacca può mandare rapidamente un subacqueo in superficie, è importante poter riportare rapidamente sotto controllo una risalita involontaria. Sia lo scarico a spalla che lo scarico rapido, attivati ​​abbassando il BPI, scaricheranno l'aria più velocemente di quanto il BPI possa erogarla.

Ho anche testato la distanza di arresto gonfiando completamente l'Hydros Pro a 10 m mentre mi aggrappavo a qualche relitto, quindi lasciandolo andare. Potrei scaricare tutta l'aria e fermare la salita entro un metro usando lo spallaccio, o 1.2 ms usando la valvola RE, quindi nessuna preoccupazione per le risalite fuori controllo lì.

La valvola di scarico rapido è dotata di un piccolo interruttore incorporato che può essere attivato da chi la indossa allungandosi all'indietro o da un soccorritore che effettua un sollevamento controllato dalla parte posteriore, come sostenuto da alcuni formazione agenzie. Le corde di trazione sulla spalla e sul sedere sono facili da raggiungere e le linguette sono ad alta visibilità per una facile identificazione da parte del soccorritore.

Conclusione

Scubapro fa molte affermazioni sull'Hydros Pro e queste sono confermate dalla mia esperienza nell'usarlo. Le prestazioni sopra e sotto l'acqua non possono essere criticate. L'innovazione sta nell'uso intelligente del Monprene. Le altre caratteristiche e vantaggi sono per lo più comprovati nel tempo, ma perfettamente combinati in Hydros Pro.

Questo è un BC davvero impressionante e lo consiglio vivamente. Penso che Mike Todd sarebbe stato d'accordo.

Specifiche

TESTER > Steve Warren

PREZZI > £570

MISURE > Uomini 4 (S-XXL), Donne 3 (XS-L)

GALLEGGIAMENTO > 18 kg (M)

PESO > 4 kg (M)

VALVOLE DI SCARICO > 3

COLORE > Nero con kit di finiture colorate opzionali

SITO WEB > SCUBAPRO

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x