Il senso dell'algoritmo

John Bantin si dirige verso il Mar Rosso
John Bantin si dirige verso il Mar Rosso

Take 10 current diving computer equipped between them with seven different formulas to stop their owners getting bent.

Quanto saranno cauti o distratti si dimostreranno nelle salite a partire dai 50 metri circa?

John Bantin si dirige verso il Mar Rosso per scoprirlo UN NUMERO DI ANNI FA c'era una roadster di fabbricazione britannica sulla quale sbavavo. Era una delle auto più veloci sulla strada.

Successivamente hanno introdotto una versione V12 ancora più bella e non vedevo l'ora di farla un giro. Quando l'ho fatto, sono rimasto deluso nello scoprire che non solo accelerava come un razzo spaziale, ma anche curvava come tale ed era altrettanto difficile da fermare.

They say most people have made up their minds about the car they want to buy long before they enter the showroom. We’re seduced by what it looks like rather than what it does.

Nell'immersione questo è vero anche quando acquistiamo un'attrezzatura subacquea computer.

I maghi della scrittura di software di computer world and the hardware-designing geeks can put more computing power on your wrist today than was used to take that “one giant leap for mankind” to the Moon.

Ci sono computer that not only double as a watch and calendar, but provide a digitale game or two. Some have layer upon layer of menus, while others cry out “buy me!” with an appealing look.

Le funzioni periferiche, il valore aggiunto, diventano più importanti nel punto vendita rispetto alla funzione principale.

SO WHAT IS THE CORE FUNCTION OF A DIVING COMPUTER? No manufacturer would put his product liability on the line to state this, but it’s the intention of every computer designer to bring you back up from a dive without sustaining decompression illness.

Whether via a simple controlled rate of ascent with an added stage of decompression, euphemistically called a “safety stop”, or by means of both this and staged pauses at points during an ascent (deco-stops), what counts is the mathematical calculation, or algorithm.

This takes into account how deep you’ve been and for how long, and how fast you ascended.

But it’s not just a simple mathematical calculation. Each algorithm writer has to try to take into account what’s happening inside his model diver’s model body before formulating a model dive algorithm.

This is where different versions of decompression theory come into play.

Le microbolle sono bolle subcliniche che potrebbero raggrupparsi insieme per dare i sintomi della MDD.

Il gas perfonde i tessuti del corpo, si dissolve semplicemente o entrambi? Il gradiente consentito quando si traccia la pressione riducente rispetto al tempo dovrebbe essere fisso o variabile?

Is ascending relatively quickly to traditional Haldanian shallow stops before pausing for a long time “bend and mend”?

Le pause in profondità per consentire ai tessuti più lenti di rilasciare il gas aiutano la decompressione o danno ai tessuti più lenti l'opportunità di respirare di più?

It’s all theory. We don’t really know.

Ancora 1009 computer2

And who is this computer algorithm written for anyway? Is it the cyclist who just finished the Tour de France, or the middle-aged truck-driver who spends his life exercising his upper body, but wraps the rest of himself around fast food and unhealthy drinks?

Is it the Olympic champion teenage nun, or the grandmother who lost her youthful figure years ago? Luke Skywalker or Obi-Wan Kenobi?

The manufacturers aren’t saying, and yet, like the high-speed handling of a dream-car, the algorithm of a diving computer is the one part you can’t see in the shop.

Hearing the sales assistant tell you he’s had no trouble with the model he’s trying to sell doesn’t help either.

We at DIVER can compare computer side by side, on dives that are as serious as most leisure divers breathing air or nitrox will ever do.

We’ll tell you the information the instruments imparted at different stages of a typical dive and leave it to you to decide which one has got it right.

A review in another rivista recently reported two computers as having identical read-outs. This was not surprising, as they came from the same factory in Japan and used identical software.

There aren’t that many different algorithms available.

We counted seven different algorithms among the 10 computers we strapped side by side and took diving, and two of these were in the same computer as an option.

Naturalmente hai la possibilità di aggiungere livelli di sicurezza o diminuire i fattori di gradiente e, in un caso, anche aumentare l'aggressività e quindi l'elemento di rischio.

Anche la facilità con cui è possibile interpretare le informazioni fornite può essere di fondamentale importanza. Mi stupisce quante persone durante la loro prima crociera, e quindi durante le immersioni ripetitive, pensano che i loro computer siano andati storti quando visualizzano "SOS" e si rifiutano di lavorare sull'immersione successiva.

Read and digest the manual. If you don’t know what your computer’s trying to tell you, why wear one?

WE USED AN EXAMPLE OF EACH COMPUTER at the manufacturer’s presets, which is probably how most people use their computers.

Laddove avevamo computer di marca simile ma modello diverso, abbiamo aggiunto una certa cautela a uno, solo per vedere le differenze.

Abbiamo fatto una serie di immersioni e fotografato insieme i computer in vari momenti cruciali.

Il più cauto non è necessariamente il migliore. A volte ci sono fattori che ti fanno venir voglia di uscire dall’acqua piuttosto che restarci dentro.

Running out of breathing gas or getting swept along in a current to somewhere the boat can’t follow are obvious examples.

On the other hand, if I’m comfortable, I would rather eke out my gas in the shallows to give my tissues the easier ride.

Una volta sono stato rimproverato da una guida subacquea per aver fatto una sosta deco di 20 minuti mentre aspettava con impazienza. "Cinque minuti sono abbastanza", ha affermato senza mezzi termini.

When I asked her what her computer had required in the way of stops, she told me she didn’t have one. That’s another option!

Diving-computer designers, like car designers, add all sorts of exciting extra functions to seduce you into wanting their products. Here we concentrate on the bit you have to take on trust, the algorithm.

Abbiamo effettuato una serie di immersioni con il Dipartimento Tecnico Subacqueo dei Camel Divers a Sharm
el Sheikh, and feature a typical day’s diving.

Nigel Wade, a watch officer in the Fire Brigade in normal life, was my doughty bodyguard. Cathy Bates, a TDI istruttore from Camel, came with us to make sure we behaved ourselves.

LE IMMERSIONI

Volevamo vedere come si confrontavano questi computer in due immersioni ricreative “estreme”. Il giorno del test abbiamo effettuato due immersioni, la prima a circa 49m di profondità e la seconda, dopo un intervallo in superficie, a circa 46m.

Each computer recorded a fractionally different maximum depth. The second dive would reveal how the micro-bubble setting really kicked in.

Ho utilizzato il Suunto Vyper (RGBM100) come metro di paragone e ho osservato il confronto tra gli altri.

Sono rimasto alla profondità massima abbastanza a lungo da portarli tutti in modalità deco, ma sottolineo che questo esercizio replica un'immersione ricreativa estrema piuttosto che un'immersione tecnica profonda.

Abbiamo effettuato tutte le soste profonde richieste o suggerite da tutti i computer durante la risalita, che si è svolta per la maggior parte lungo un pendio del reef. Abbiamo utilizzato la velocità di risalita più lenta consentita in un dato momento o più lenta.

Per l'ultima parte ho utilizzato una downline della nostra barca o un DSMB per controllare con precisione la mia profondità ed evitare quelle lievi discrepanze nel controllo dell'assetto che possono verificarsi in acque blu.

We had to alter our plans on site and substitute on the rig VR Technology’s VRX for the NHeO we had wanted to test, because the display of the NHeO was not bright enough to photograph in tropical ambient light. The VRX was set to emulate the simpler NHeO.

IMMERSIONE 1

Durante la prima immersione, la maggior parte dei computer ha dato risultati vicini tra loro, ad eccezione dell'Oceanic con l'algoritmo Pelagic DSAT.

Destinato alle immersioni no-stop in acque calde, questo ci ha davvero punito per essere andati a profondità superiori a 30 m effettuando soste deco quasi immediatamente.

Al contrario, l'Oceanic con l'algoritmo Pelagic Z+ era molto in linea in questo momento con il Mares Nemo Excel, impostato senza alcun livello di cautela aggiuntivo.

1009 computer si immergono1

8 minuti/42 minuti
At this point in Dive 1, the DSAT Oceanic was into 6m stops while the Z+ Oceanic was showing a 1min stop at 3m.

Nel frattempo, sia l'algoritmo Suunto RGBM 100 che quello Suunto RGM50 hanno fornito stop di 3 metri. Tutti gli altri hanno indicato soste simili di 3 metri con tempi di salita di 7 o 8 minuti.

12 minuti/30 minuti
Risalendo il pendio della barriera corallina a una velocità normale, i computer iniziarono gradualmente a separarsi. A 30 metri, dopo 12 minuti, entrambi i Suunto avevano ancora circa 5 minuti a 3 metri, più una sosta profonda a 26 metri.

I due Galileo fornivano 7 minuti e 10 minuti di tempo di risalita; le Mares standard hanno mostrato uno stop di 2 minuti, e le Mares con cautela hanno aggiunto un ulteriore minuto.

Il VRX ha mostrato 1min/6m, lo Z+ Oceanic ha dato 4min/3m, l'Apeks/Seiko ha richiesto 3min/3m e il DSAT Oceanic ha fatto sferragliare, aggiungendo enormi quantità di tempo di deco, a partire da 9m.

Puoi vedere che, con un'eccezione, nessuno dei computer era scandalosamente diverso in questo momento, sebbene i Suunto raccomandassero soste profonde a 26 me i Galileo rispettivamente a 12 e 14 m.

Un minuto dopo, i Suunto hanno cambiato la raccomandazione per la sosta profonda a 16 metri con un tempo di risalita totale di 5 minuti, mentre i Galileo hanno chiesto 14 metri e il VRX ha suggerito una sosta di 1 minuto/9 metri con un tempo di risalita di 9 minuti.

Il due Computer Mares, the Z+ Oceanic and the Apeks/Seiko asked for 2, 3 and 4 minutes at 3m, and the DSAT Oceanic was still into its 9m stop.

19 minuti/15.5 minuti
I Suunto e i Galileo avevano tutti contato i 2 minuti di soste profonde che avevamo effettuato. Il Suunto RGBM50 richiedeva 1 minuto in meno rispetto ai 5 minuti di tempo di risalita totale richiesti dal fratello RGBM100.

L'Apeks/Seiko, i Mares standard e l'Oceanic Z+ richiedevano 3 o 4 min/3 m, mentre i Mares con cautela volevano 6 min, il Galileo MB1 richiedeva 5 min/3 me l'MB2 2 min/6 m.

Il DSAT Oceanic era tornato a 6 metri e il VRX, diventando sempre più difficile da leggere alla luce più intensa vicino alla superficie, richiedeva 6 minuti/3 metri.

28 minuti/7.5 minuti
Entrambi i Suunto hanno richiesto 2 minuti/3 metri, così come i Mares standard e gli Apeks/Seiko. Le fattrici più caute hanno richiesto 4 minuti in più a 3 metri.

Lo Z+ Oceanic richiedeva uno stop di 1 minuto/3 metri, mentre il suo fratello DSAT mostrava ancora uno stop di 6 metri.

I due Galileo richiedevano 3min/3m e 3min/6m, mentre il VRX si trovava nel mezzo con 5min di tempo di risalita totale.

32 minuti/5 minuti
Most of the computers were into no deco/safety stop time by now. However, the more cautious Mares and the Galileo MB2 both had 4min left to do at 3m, while the DSAT Oceanic still required 22min at 3m.

L'ho steso in modo che fosse utile per la prossima immersione. La seconda immersione sarebbe significativa, perché entrerebbero in gioco i calcoli delle microbolle.

Immersione 1 (profondità massima 49 m)8 minuti/42 minuti12 minuti/30 minuti19 minuti/15.5 minuti28 minuti/7.5 minuti32 minuti/5 minuti
Suunto Vyper Air (RGBM 100)4min/3m (26m DS)5min/3m (26m DS)5 minuti/3 minuti2 minuti/3 minuti-
Suunto D6 (RGBM50)4min/3m (26m DS)4min/3m (26m DS)4 minuti/3 minuti2 minuti/3 minuti-
Scubapro Galileo Sole (MB1)1 minuti/3 minuti4min/3m (12m DS)5 minuti/3 minuti3 minuti/3 minuti-
Scubapro Galileo Luna (MB2)3 minuti/3 minuti3min/6m (14m DS)2 minuti/6 minuti3 minuti/6 minuti4 minuti/3 minuti
Mares Nemo Wide (RGBM PF1)1 minuti/3 minuti3 minuti/3 minuti6 minuti/3 minuti6 minuti/3 minuti4 minuti/3 minuti
Mares Nemo Excel (RGBM PF0)1 minuti/3 minuti2 minuti/3 minuti4 minuti/3 minuti2 minuti/3 minuti1 minuti/3 minuti
Tecnologia VR VRX* (Buhlmann ZH-L16)1 minuti/6 minuti1 minuti/6 minuti6 minuti/3 minuti4 minuti/3 minuti-
OC1 oceanico (DSAT pelagico)4 minuti/6 minuti1 minuti/9 minuti5 minuti/6 minuti1 minuti/6 minuti22 minuti/3 minuti
Oceanico OC1 (pelagico Z+)1 minuti/3 minuti3 minuti/3 minuti4 minuti/3 minuti1 minuti/3 minuti-
Apeks Quantum (Mod. Buhlmann ZH-L16)1 minuti/3 minuti3 minuti/3 minuti3 minuti/3 minuti2 minuti/3 minuti-
Tables (above & below) show required deco times and depths at five typical sample points on each of the two dives.

*Sostituito in loco per la tecnologia VR NHeO (vedi testo)

IMMERSIONE 2

Two and three-quarters of an hour later, we went in for a second dive. This was slightly shallower, with a maximum depth of 46m.

1009 computer si immergono2

7min/44m di profondità
Ci aspettavamo che il DSAT Oceanic imponesse massicce deco, e non ci sbagliavamo.

A 7min/44m i computer meno cauti della nostra attrezzatura, lo Z+ Oceanic e il Galileo MB1, e quelli che avrebbero dovuto essere i Mares più cauti, si sono finalmente fermati.

Il DSAT Oceanic aveva effettuato tutte le fermate dei 3 metri ed era alla prima fermata dei 6 metri.

I due Suunto erano ancora d'accordo e il VRX era al passo con il Galileo MB2, lo standard Mares e l'Apeks/Seiko.

20min/20m di profondità
Il VRX, il Galileo MB1 e l'Apeks/Seiko stavano costruendo stop a 6 metri. Il Galileo MB2 si aggiungeva a questo, mentre il Mares standard era leggermente meno cauto dello Z+ Oceanic e del Suunto RGBM100 con i suoi 3 metri di stop, e il Suunto RGBM50 ancora meno cauto con solo 6 minuti di tempo di risalita totale.

In contrast, the PF1 Mares was piling on the stops, with 15min/3m required, and we knew the DSAT Oceanic was going to be a casualty of a dive it was not designed to do.

25min/13m di profondità
Il più cauto dei computer Mares indicava uno stop di 23 minuti e il DSAT Oceanic ne indicava di più.

Tornando ai regni della realtà, lo Z+ Oceanic richiedeva una sosta di 10 minuti/3 metri, mentre il Suunto RGBM 100 indicava una sosta di 3 metri, inclusa una sosta di profondità di 2 minuti a 11 metri e un tempo di risalita totale di 9 minuti.

Il Suunto RGBM50 non necessitava di soste profonde. Il VRX, il Galileo MBL1, il Mares standard e l'Apeks/Seiko erano al passo, con una sosta di 7 minuti/3 metri, mentre il Galileo MB2 imponeva 1 minuto/6 metri e un tempo di risalita totale di 11 minuti.

29min/9m di profondità
A questo punto il DSAT Oceanic aveva accumulato 2 minuti/6 metri, il che significava che ci sarebbe voluto molto tempo anche a 3 metri. Ma l'Oceanic Z+ era ancora più o meno al passo con lo standard Mares e Suunto RGBM100, con solo 10 min/3 m indicati.

However the Mares Nemo Wide with PF1 now needed 24min/3m. The Suunto RGBM50, Apeks/Seiko and VRX all required 7min/3m whereas the Scubapro Galileo MB1 and MB2 stood either side of that with 6min/3m and 9min/3m respectively.

6min/4m di profondità
At this point the VRX and Galileo MB1 sprinted past the others to allow us one minute to surface. We still had four or five minutes to do on the others, apart from the Mares with the caution-setting and the wayward DSAT Oceanic, which we knew were going to get intentionally “bent”.

Immersione 2 (profondità massima 46 m)7 minuti/44 minuti20 minuti/20 minuti25 minuti/13 minuti29 minuti/9 minuti36 minuti/4 minuti
Suunto Vyper Air (RGBM 100)4min/3m (24m DS)8min/3m (13m DS)9min/3m (11m DS)10 minuti/3 minuti4 minuti/3 minuti
Suunto D6 (RGBM50)4min/3m (24m DS)6min/3m (14m DS)7 minuti/3 minuti7 minuti/3 minuti2 minuti/3 minuti
Scubapro Galileo Sol (MB1)zero tempo senza sosta1min/6m (16m DS)7 minuti/3 minuti6 minuti/3 minuti1 minuti/3 minuti
Scubapro Galileo Luna (MB2)1min/3m (8m DS)3min/6m (16m DS)1 minuti/6 minuti9 minuti/3 minuti5 minuti/3 minuti
Mares Nemo Wide (RGBM PF1)zero tempo senza sosta15 minuti/3 minuti23 minuti/3 minuti24 minuti/3 minuti21 minuti/3 minuti
Mares Nemo Excel (RGBM PF0)1 minuto/nessuna interruzione5 minuti/3 minuti7 minuti/3 minuti9 minuti/3 minuti5 minuti/3 minuti
Tecnologia VR VRX* (Buhlmann ZH-L16)1 minuti/3 minuti9 minuti/6 minuti7 minuti/3 minuti7 minuti/3 minuti1 minuti/3 minuti
OC1 oceanico (DSAT pelagico)1 minuti/6 minuti1 minuti/6 minuti5 minuti/6 minuti2 minuti/6 minuti25 minuti/3 minuti
Oceanico OC1 (pelagico Z+)zero tempo senza sosta8 minuti/3 minuti10 minuti/3 minuti10 minuti/3 minuti4 minuti/3 minuti
Apeks Quantum (Mod. Buhlmann ZH-L16)1 minuto/nessuna interruzione1 minuti/6 minuti7 minuti/3 minuti7 minuti/3 minuti3 minuti/3 minuti

CONCLUSIONE
La maggior parte di questi computer fornisce risultati sufficientemente simili da permetterci di fidarci di loro. Se usi un Oceanic OC1 con il doppio algoritmo, assicurati di impostarlo per l'opzione Pelagic Z+ a meno che tu non stia facendo solo immersioni poco profonde.

Set caution levels on the Mares with care! If you intend to do a series of deeper dives, gas supplies with single cylinders could be an issue.

La serie di computer Seiko rappresentata qui dagli Apeks sembra sensata nella decorazione che impone, così come i Mares in modalità standard.

Abbiamo riscontrato che il display illuminato del VRX è molto difficile da leggere in condizioni di luce ambientale intensa e il carattere sul display LCD potrebbe essere troppo piccolo per essere facilmente distinguibile dai subacquei più anziani.

È inutile impostare MB0 su un Galileo, perché di fatto disattiva qualsiasi calcolo delle microbolle.

Setting MB2 might be overdoing it, but it’s your choice. Even higher MB settings might get you into trouble with insufficient gas supplies to finish a dive; but if you miss the “level” stops, the Galileo defaults
all'impostazione MB inferiore successiva.

Vediamo pochi vantaggi nello scegliere per le immersioni ripetute l'RGBM50 leggermente più indulgente rispetto all'algoritmo RGBM100 convenzionale del Suunto, nel quale abbiamo completa fiducia.

It’s complex! If you dive with a buddy who uses a different computer, or one with a different setting for caution, always come up together, using the more conservative deco requirements.

I COMPUTER

Dieci computer insieme
Dieci computer insieme

1. SUUNTO VYPER AIR

Suunto-Wienke RGBM100 with Deep Stop option
Suunto’s popular gas-integrated computer uses the algorithm that is equivalent to all the algorithms used by Suunto nitrox computers. It takes into account residual micro-bubbles that might remain from previous dives.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: Two-gas switching; wireless gas-integration; digitale compass; dot-matrix display; deep stop option; user-replaceable battery; PC-uploadable.

Prezzo: £ 399 con trasmettitore.

Visit Suunto website

2. SUUNTO D6

Suunto-Wienke RGBM50 with Deep Stop option
We set this computer-watch to an optional more-aggressive version of the RGBM algorithm
per confronto, ma includeva l'opzione di impostazione della sosta profonda.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: Stainless-steel computer-watch; two-gas nitrox-switching; digitale compass; deep-stop option; watch/stopwatch functions; metal or rubber bracelet; PC uploadable.
Prezzo: £ 575.

Visit Suunto website

3. SCUBAPRO GALILEO SOL

ZH-L8 ADT MB PMG PDIS MB1
Questo è stato impostato sull’impostazione micro-bolle meno prudente, MB1, del suo algoritmo predittivo multi-gas. Gli utenti possono annullarlo del tutto e utilizzare l'algoritmo originale Buhlman ZH-L8 ADT su MB0, ma lo abbiamo ritenuto inutile.

We set the screen to “Classic” configuration with PDIS option (Profile Dependent Intermediate Stops). The Sol can be wirelessly integrated both with the breathing mix and the heart-rate of the user via a strap-on monitor. We passed on the second option.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: Algoritmo predittivo multi-gas; integrazione wireless dell'aria per tre miscele nitrox; integrazione wireless della frequenza cardiaca; bussola digitale; display a matrice di punti con allarmi con testo in chiaro; tre opzioni di visualizzazione dello schermo; PDIS; batteria sostituibile dall'utente; aggiornabile; Caricabile su PC; riempito d'olio tranne il vano batteria.

Prezzo: £ 939 con cardiofrequenzimetro e un trasmettitore.

Visita il sito web di Scubapro

4. SCUBAPRO GALILEO LUNA

ZH-L8 ADT MB PDIS MB2
Una versione più semplice del suo fratello più caro, può essere integrata in modalità wireless con una sola miscela di gas (a meno che non venga aggiornata successivamente).

It was set to a more cautious micro-bubble MB2 setting and the screen was in “Light” configuration. We again selected the PDIS option.

È disponibile anche una terza configurazione a schermo intero.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: Wireless air-integration; digital compass; dot-matrix display with clear text alarms; three different screen display options; PDIS; user-changeable battery; upgradeable
al PMG; Caricabile su PC; riempito d'olio tranne il vano batteria.

Prezzo: £ 689 senza trasmettitore.

Visita il sito web di Scubapro

5. MARES NEMO LARGO

Mares-Wienke RGBM PF1
With the new gas-switching possibility downloaded from the Internet, we set this wide-screen computer to the first degree of personal caution level.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: Mares RGBM; schermo ampio e semplice da usare; software aggiornabile; cambio di gas con due miscele nitrox; Caricabile su PC.

Prezzo: £ 335.

Visita il sito Mares

6. MARES NEMO ECCELLENTE

Mares-Wienke RGBM PF0
We used this straight out of the box. It’s a very simple computer, but with diving this can be good, because it’s almost impossible to set it incorrectly with its four buttons.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: Stainless-steel computer-watch; watch/stopwatch functions; Mares RGBM, PC-uploadable.

Prezzo: £ 370.

Visita il sito Mares

7. VR TECHNOLOGY NHEO

Derivato Buhlmann ZH-L16
An entry-level computer from this technical-diving company is bound to be more than basic. It’s ready for open-circuit air and nitrox diving but it can be upgraded to trimix and a color screen after purchase if required.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: compatibile con OC; nitrox con aggiornamento trimix, programmi per un massimo di quattro miscele nitrox per immersione; batteria sostituibile dall'utente: opzione di caricamento su PC.

Prezzo: £ 550.

Visita il sito web VR3

8. OC OCEANICO1

DSAT pelagico con sosta profonda
The blue OC1 on our rig was set to use the well-known Pelagic DSAT algorithm that has seen such success with countless US leisure divers.

However, we know that it is really designed for no-stop diving no deeper than 30m, so it was not really appropriate to use it for the dives we were doing. However, Oceanic has badge-engineered computers for other brands including Seemann, Aeris and Beuchat, so we thought it was relevant.

We set it for the optional Deep Stop.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: Doppio algoritmo; tecnologia wireless integrata Nitrox con un massimo di tre trasmettitori indipendenti; corpo in titanio; bussola digitale; opzione sosta profonda; controllo della pressione del compagno; funzioni orologio/cronometro; Caricabile su PC.

Prezzo: £855 (transmitter £230 extra).

Visit Oceanic worldwide website

9. OC OCEANICO1

Pelagic Z+ con sosta profonda
L'OC1 rappresenta uno sviluppo importante nei computer oceanici perché ha un'impostazione unica del doppio algoritmo.

The Pelagic Z+ algorithm setting promises to do more of what we European divers expect, so we set this algorithm on the orange OCI on the rig together with a Deep Stop option. Expect all future Oceanic computers to offer dual algorithms.

These top-of-the-range computer-watches can be wirelessly integrated with up to three different tanks, depending on the number of transmitters used.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: (come blu OC1)

10 APEKS QUANTISTICI

Modified Buhlmann ZH-L16
This is one of the many incarnations of the Seiko computer that can also be bought wearing the brand of other companies, notably the Apeks Quantum, Cressi with its Edi, the DiveRite range
and the Scubapro Xtender.

Questo può essere utilizzato per passare da una miscela nitrox all'altra durante un'immersione.

Lo abbiamo utilizzato impostato sul fattore di sicurezza 0.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: Prezzo competitivo; semplice da configurare; fattori di sicurezza personale e correzione manuale dell'altitudine; commutazione a due gas nitrox; batteria sostituibile dall'utente; Caricabile da PC.

Prezzo: £ 220.

Visita il sito web di Apeks

Cosa ci dicevano i computer dopo 20 minuti nell'immersione 2.
Cosa ci dicevano i computer dopo 20 minuti nell'immersione 2.

GLI SPONSOR

CAMEL DIVE CLUB E HOTEL
Fondato nel 1986, il Camel Dive Club & Hotel è uno dei pochi centri di immersione a Sharm el Sheikh that still operates from its original location, in the centre of Na’ama Bay.

Its PADI 5* dive centre is also an istruttore Development Centre and TDI technical diving facility.

Il Camel Hotel 4* offre alloggi di alta qualità, due ristoranti, una caffetteria e due bar e vanta un'atmosfera notoriamente amichevole. Visita il sito web di Cameldive ed Sito web subacqueo

1009 computer cammello

MONARCA
Monarch offre voli regolari per Sharm el Sheikh dagli aeroporti di Londra Gatwick e Manchester. Oltre ai voli, Monarch afferma che ora offre anche una vasta gamma di vacanze e opzioni di alloggio di grande valore, che possono essere tutte prenotate tramite un unico negozio online.

Per ulteriori informazioni o per prenotare voli Monarch, vacanze Monarch o hotel Monarch, visitare Hotel Monarca

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x