I ragazzi della storia

Mark Koekemoer e Steve Warren si preparano ad immergersi ad Antibes, in Francia.
Mark Koekemoer e Steve Warren si preparano ad immergersi ad Antibes, in Francia.
Steve Warren
Steve Warren

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, 2 anni fa, fu adottato un sistema di controllo del gas adattato regolatore arrivò sul mercato e le immersioni ricreative ottennero la spinta di cui avevano bisogno. E la vecchia scuola delle immersioni con doppia manichetta non è ancora morta: l'attrezzatura e l'addestramento vintage hanno molto da lodare, afferma STEVE WARREN.

MIKE WARREN ERA IN IMMERSIONE, ma salendo sulla sua barca si accorse di aver incagliato l'ancora. Con poca aria rimasta, è rientrato in acqua per recuperarlo.

Mike utilizzava doppie bombole con un doppio tubo vecchio di decenni regolatore e un tubo singolo normale di riserva. È passato a questo per il recupero dell'ancora perché respirava più facilmente a basse pressioni della bombola rispetto al tubo doppio.

“Mi sono accorto di un forte rumore in sottofondo, molto simile al motore di una barca e abbastanza vicino. È stato molto fastidioso”, ha spiegato Mike. "Poi il rumore si fermò all'improvviso, e così anche la mia aria."

Afferrando l'ancora, che in quel momento aveva staccato, fece casualmente una risalita libera di 15 metri fino al suo gommone. "La frusta doppia galleggiava sopra la mia testa ed era entrata in flusso libero, causando tutto il baccano e svuotando le mie bombole..." Le immersioni con attrezzatura subacquea vintage hanno i suoi momenti. Mike era appena sopravvissuto a uno.

Quando ero piccolo, negli anni '1970, i tuffatori su qualsiasi spiaggia attiravano una folla. Essere un subacqueo significava essere un esploratore. Ero un appassionato snorkelista, ma la mia età ha giocato contro di me quando si è trattato di unirmi alle fila degli autorespiratore. Potevo solo guardare.

Ora le immersioni sono aperte a tutti, ma il senso di avventura è perduto da tempo. Andrew (AJ) Pugsley ed io eravamo incuriositi da un periodo che ci eravamo persi.

Annata regolatori e l'apprendimento delle tecniche che li accompagnavano lo vedevamo come un collegamento a quei giorni felici. Mike, un inglese con sede ad Antibes (e non un parente) è stato il nostro mentore.

I PRIMI DOCUMENTI indicano molti tentativi falliti di inventare attrezzature per consentire agli esseri umani di rimanere sott’acqua oltre i miseri limiti di un singolo respiro.

Le aspirazioni irrealizzate risalenti al 1600 includevano bombole subacquee, regolatori e persino i rebreather, tutti frustrati dalla conoscenza limitata e dalla rozza tecnologia dell'epoca.

Sono state le attrezzature fornite dalla superficie a prevalere. Una fornitura d'aria illimitata dall'alto significava che i sistemi a flusso libero meccanicamente semplici funzionavano ben al di sotto. Tutto ciò che serviva era una pompa a mano e uomini che la azionassero.

Sebbene i tubi flessibili limitassero la mobilità dei subacquei, per un salvatore o un allevatore di molluschi la capacità di spaziare in lungo e in largo non era una priorità. Per rendere le immersioni ricreative ed esplorative una realtà, era necessario un modo per disconnettersi dalla superficie e vagare liberamente con i subacquei che trasportavano la propria riserva d'aria.

E l’abbiamo quasi ottenuto nel 1864, ben 102 anni prima che esistesse la PADI.

L'apparato subacqueo Rouquayrol-Denayrouze incorporava sia un serbatoio d'aria che un regolatore. È apparso nel romanzo del 1870 20,000 leghe sotto i mari mentre i cacciatori-raccoglitori del Capitano Nemo vagavano attraverso le foreste sottomarine riccamente disegnate di Jules Verne.

Ma era anche una licenza artistica, perché la bombola era pressurizzata solo a 30 bar.

L'apparato subacqueo RD è rimasto legato alla superficie da un tubo, con la bombola relegata ad un salvataggio. Fino al secolo scorso le bombole di metallo non potevano trattenere una pressione sufficiente per creare una riserva d'aria di durata sufficiente per essere pratiche per le immersioni di lavoro.

Anche oggi, per questo motivo, i subacquei commerciali si affidano principalmente ai gas forniti dalla superficie. A 120 m, una bombola da 12 litri fornisce meno di 50 respiri, sufficienti solo per consentire al subacqueo di tornare al sicuro nella campana se la fornitura di superficie viene a mancare.

I compressori motorizzati hanno sostituito le pompe a mano e i caschi leggeri hanno sostituito i caschi di rame di un tempo, ma le somiglianze delle moderne immersioni in superficie superano le differenze.

IMMERSIONE SPORTIVA ha le sue origini nella Francia degli anni '1920. Yves Le Prieur ha combinato un piccolo serbatoio d'aria con una valvola a flusso libero che ha permesso ai coraggiosi e ai curiosi di avventurarsi sott'acqua.

Nel 1936 fu fondato a Parigi il primo club di immersioni ricreative. Ma il sistema a flusso libero era uno spreco per la limitata fornitura d'aria, quindi le escursioni erano brevi. Il problema del flusso libero doveva ancora essere risolto.

Diversi inventori hanno provato a migliorare il concetto RD, che forniva aria solo quando il subacqueo ne aveva bisogno.

Nel 1943, con la Francia sotto l’occupazione nazista, Jacques Cousteau ed Emile Gagnan inventarono un successore dell’RD regolatore.

Il subacqueo respirava aria normale da una bombola attraverso una serie di leve, diaframmi e molle instradate attraverso due tubi: uno portava l'aria al subacqueo, l'altro portava via le sue esalazioni e le scaricava.

Forniva aria solo mentre il subacqueo inspirava. Il flusso si interrompeva immediatamente quando il subacqueo smetteva di inalare, utilizzando i polmoni del subacqueo come interruttore di accensione/spegnimento.

Senza sprecare alcuna preziosa riserva d'aria, il tempo di esplorazione e i limiti di profondità furono improvvisamente notevolmente estesi.

Alla fine della guerra il gigante del gas industriale Air Liquide mise in produzione il Cousteau-Gagnan regolatore – il CG45. I semi del movimento subacqueo sportivo di Le Prieur erano ormai germogli.

Uno dei primi Cousteau-Gagnan CG45. Il primo erogatore subacqueo di successo commerciale, rimase in produzione per 10 anni
Uno dei primi Cousteau-Gagnan CG45. Il primo erogatore subacqueo di successo commerciale, rimase in produzione per 10 anni

Il CG45 è stato derivato da una valvola sviluppata per far funzionare le auto a gas. I primi subacquei sportivi non sono disposti a pagare per un servizio “corretto” regolatori spesso seguivano la stessa strada, utilizzando componenti di controllo del gas per creare “Calor Gas” regolatori.

Il CG45 riduceva la pressione dell'aria in due fasi, così come il tubo singolo di oggi regolatori, ma nel 1955 il produttore Spirotechnique (derivato da Air Liquide e conosciuto oggi come Aqua Lung) lo sostituì con il più semplice Mistral, un regolatore monostadio che riduceva la pressione del serbatoio a quella ambiente in un solo salto.

Se si smonta un Aqua Lung Mistral di 60 anni fa, l'economia dell'ingegneria è sorprendente: un grande diaframma che collassa su due leve che aprono una valvola caricata a molla per ammettere l'aria dal serbatoio, che scorre al boccaglio attraverso un tubo, e un altro tubo che conduce l'aria di scarico a una semplice valvola a cerniera chiamata becco d'anatra che la rilascia nell'acqua.

Con la semplicità arriva l'affidabilità e i problemi rari vengono risolti rapidamente.

"Spesso potresti smontare i Mistral e sistemarli durante un viaggio di immersione", afferma Colin Doeg. Se Mike è stato il nostro mentore, Colin è stata la nostra ispirazione. Ha co-fondato, con il compianto Peter Scoones, la British Society of Underwater Photographers.

Il suo anziano statista ricorda con affetto le valvole a domanda a doppio tubo, o DV, come erano conosciuti i regolatori nel Regno Unito: "Molto tempo fa, imparare a usare queste cose era un rito di passaggio per tutti coloro che si univano al British Sub-Aqua Club", ha dice.

“I tubi che trasportavano l’aria dalla valvola a domanda al boccaglio si riempivano d’acqua. Dovevi imparare a girarti su un lato – non ricordo quale – pizzicare il tubo in modo che l'acqua ricca di cloro si raccogliesse su quel lato, e poi soffiare forte per liberartene.

“Poi è arrivata la grande svolta: le valvole di non ritorno. Hanno impedito all’acqua di entrare nei tubi dal bocchino.” Colin si acciglia: "Erano molto più difficili da respirare rispetto alle valvole a domanda a tubo singolo."

Gli erogatori a tubo singolo posizionano la membrana del secondo stadio nel boccaglio. È il meccanismo mediante il quale la pressione in ingresso della bombola, già ridotta una volta dal primo stadio montato sulla bombola, viene infine ridotta ad una pressione respirabile.

La posizione del diaframma del secondo stadio è fondamentale per la facilità di respirazione di un erogatore moderno in quasi ogni atteggiamento.

Un tubo doppio ha la membrana montata sulla bombola e lo sforzo respiratorio dipende dal perfetto posizionamento. Deve stare tra le scapole.

La prima volta che ho usato il tubo doppio di un amico, l'ho adorato. La seconda volta che ho usato la stessa valvola, ho sentito che riuscivo a malapena a respirare. Il mio errore è stato quello di lasciare che la bombola andasse in alto, alzando il meccanismo del regolatore.

Percepiva una pressione idrostatica inferiore a quella dei miei polmoni e ho dovuto estrarre l'aria dalla valvola.
Era come se l'aria si fosse trasformata in un frullato del McDonald's, i tubi in cannucce.

LE PRIME IMBRACATURE SUBACQUEE utilizzare un sospensorio per mantenere il serbatoio basso e il regolatore correttamente posizionato.

Le imbracature da serbatoio Spirotechnique Dumas (dal nome del compagno di squadra di Cousteau e coautore di The Silent World) che usiamo hanno solo spallacci montati in alto sul collo del cilindro e una cinghia inguinale.

Non è necessaria una cinghia in vita perché la fibbia della cintura Spiro è dentellata per accogliere il sospensorio.

La vecchia regola secondo cui la cintura pesi veniva messa per ultima assicurava che rimanesse sopra il sospensorio. In caso di emergenza i pesi potrebbero essere abbandonati senza impigliarsi. L'imbracatura Dumas è piacevolmente semplice e sorprendentemente comoda.

L'incomprensione dell'importanza di un corretto posizionamento è stato uno dei fattori che hanno attirato critiche immeritate all'erogatore a doppio tubo Aqua Lung Mistral introdotto nel 2005, mezzo secolo dopo l'originale.

A dire il vero, non aiutava il fatto che il design di alcuni GAV dell'Aqua Lung implicasse che non si potesse abbassarlo abbastanza nel zaino per ottimizzare le prestazioni.

Gli erogatori a tubo doppio furono rapidamente resi obsoleti dai modelli a tubo singolo e in gran parte scomparvero all'inizio degli anni '1970. Prima dell'Aqua Lung Mistral, l'ultimo bitubo di produzione, lo spagnolo Nemrod Snark 111, era scomparso con la stessa Nemrod alla fine degli anni '1990.

Gli erogatori a tubo singolo offrivano una respirazione molto più semplice, avevano decolli per l'alimentazione diretta e un'aspettativa realistica di supportare un subacqueo che condivideva da un'attrezzatura per polpi in profondità ricreative.

L'Aqua Lung Mistral è stato adattato da un primo stadio monotubo esistente che incorporava tutti questi vantaggi, ma perché realizzare un "moderno" bitubo, e chi ne vorrebbe uno?

Intelligentemente, Aqua Lung ha giocato la carta della nostalgia e ha pubblicato un'edizione speciale da collezione, che ha venduto bene al mercato. Ma nel desiderare un tubo gemellare aggiornato c'è di più della nostalgia, della speranza di distinguersi sulla barca per le immersioni o come investimento.

IL GRANDE VANTAGGIO con gli erogatori a doppio tubo le bolle vengono scaricate dietro la testa e per i fotografi e i cameramen subacquei ciò comporta due vantaggi significativi.

Il pioniere del fotografo subacqueo Colin Doeg brandisce una custodia per fotocamera Bronica costruita su misura in una cava di ghiaia negli anni '1960.
Il pioniere del fotografo subacqueo Colin Doeg brandisce una custodia per fotocamera Bronica costruita su misura in una cava di ghiaia negli anni '1960.

Innanzitutto, le tue espirazioni non si intromettono tra te e il mirino o il monitor. Durante le riprese video, è frustrante inclinare la fotocamera verso l'alto e far sì che le bolle finiscano nel paraluce del monitor, cancellando la visione dell'azione o finendo nell'inquadratura.

Mike Warren combina il kit video hi-tec con il suo Royal Mistral per un'immersione sul Thistlegorm.
Mike Warren combina il kit video hi-tec con il suo Royal Mistral per un'immersione sul Thistlegorm.

Se filmo per la TV utilizzo i radiofoni e sono stato costretto a utilizzare regolatori a tubo singolo e ad accettare questo problema.

Ora ho trovato una maschera integrale microfonata che funziona con le comunicazioni e il mio Aqua Lung Mistral. Problema risolto.

Colin spiega il secondo vantaggio: “I tubi gemelli erano uno dei migliori accessori che un fotografo subacqueo potesse avere. Il tuo corpo proteggeva la rumorosa espirazione delle bolle, rendendo molto più facile avvicinarsi alle creature timide rispetto a quando si utilizzava una valvola a domanda a tubo singolo. Ecco perché ho comprato il mio Royal Mistral: avevo finalmente capito perché uno dei miei amici poteva avvicinarsi così tanto ai pesci senza spaventarli."

Cameramen e fotografi subacquei professionisti come gli specialisti di squali Dan Beecham e Tom Peschak possiedono Mistral per questi motivi. Tom pensa anche che possano essere più sicuri nei confronti degli squali grazie al campo visivo più chiaro.

Mike Warren durante le riprese con una cinepresa Kodak Super 1960 degli anni '8
Mike Warren durante le riprese con una cinepresa Kodak Super 1960 degli anni '8

Anche i rebreather risolvono questi problemi, ma sono più complicati e richiedono un supporto non sempre disponibile sul posto.

I subacquei militari, compresi i Navy SEAL degli Stati Uniti, iniziano il loro addestramento sui rebreather sugli erogatori a doppio tubo. Per questi utenti la divisione militare di Aqua Lung ha costruito il Mentor, un convenzionale tubo doppio, più simile a un CG45 che al suo Mistral.

l'ultima incarnazione dell'erogatore a doppio tubo: l'Argonaut Kraken.
L'ultima incarnazione dell'erogatore a doppio tubo: l'Argonaut Kraken.

L'originale Aqua Lung Mistral ebbe un enorme successo e fu prodotto su licenza in Gran Bretagna da Siebe-Gorman, pioniere del casco da sub a tenuta chiusa. I Mistral furono costruiti anche dalla filiale nordamericana di Spirotechnique, US Divers.

Cousteau incorporò i Royal Mistral migliorati, con l'aggiunta di valvole di non ritorno, negli eleganti set da sub gialli costruiti per la sua prima grande serie TV alla fine degli anni '1960, lo spettacolo che fece così tanto per rendere popolare la subacquea ricreativa.

Colin elogia l'estetica dei tubi gemelli: "Hanno prodotto fotografie dei subacquei molto migliori perché le bolle venivano espirate da dietro il corpo piuttosto che riversate su tutto il viso, e i lampadari di bolle che marciavano verso la superficie erano squisiti, specialmente se hanno preso il sole”.

MOLTO DOPO IL TUBO SINGOLO I regolatori presero il sopravvento nei circoli ricreativi, il doppio tubo rimase la prima scelta per l'esplorazione polare.

Damien Sanders, Field Diving Officer, BAS (British Antarctic Survey) Georgia del Sud e Isola di Signy 1979-1982, spiega perché: "BAS ha utilizzato Spirotechnique Mistral a stadio singolo fino alla metà degli anni '1980, per diversi motivi: funzionavano ed erano semplici."

"I meccanismi di regolazione a doppio tubo erano intrinsecamente meno soggetti al congelamento grazie all'ampio involucro della membrana e perché il meccanismo all'interno rimaneva asciutto."

«Tuttavia non erano infallibili. I regolatori a doppio stadio, sia a tubo singolo che doppio, avevano più parti e richiedevano più competenze e attrezzature specializzate per la manutenzione e l'installazione. Molti subacquei BAS non erano molto esperti, né tecnici addestrati”.

“All’epoca il BAS, come molte organizzazioni in Gran Bretagna, era molto professionale nell’essere amatoriale, elevando il confondersi a una forma d’arte. A loro non piaceva chiedere consigli esterni, e si è sviluppata un’intera mitologia su ciò che era e ciò che non era possibile.

"Verso la metà degli anni '80 i componenti dei regolatori stavano diventando introvabili, la pressione delle bombole aumentava, rendendo quasi impossibile regolare un singolo stadio in modo che potesse funzionare efficacemente nell'intero intervallo di pressione, e anche la salute e la sicurezza, la formazione e le qualifiche formali raggiunsero il livello settimo continente”.

La gestione dell'aria era una preoccupazione per i primi subacquei. Cousteau preferiva le riserve, piuttosto che i manometri. I suoi primi set e, successivamente, alcune carene utilizzate negli spettacoli televisivi, utilizzavano banchi di tre o quattro cilindri assemblati insieme.

Uno dei cilindri era collegato agli altri tramite una valvola di intercettazione. Quando l'aria si scarseggiava nelle bombole principali, il subacqueo apriva l'isolatore e utilizzava l'ultima bombola per la risalita.

Più popolari tra i subacquei sportivi erano le valvole di riserva integrate nella valvola della bombola o nel primo stadio dell'erogatore. I nostri set di cilindri vintage li utilizzano. Trattengono 30-50 bar e quando viene raggiunta questa pressione, la respirazione inizia a farsi più stretta.

Un meccanismo a molla nella valvola del serbatoio chiude l'alimentazione dell'aria e tirando un'asta riposta accanto alla bombola si ritrae il limitatore e ti consente di respirare normalmente l'aria rimanente.

La riserva fornisce un avvertimento fisico che stai per rimanere a corto di aria.

Con i bicilindrici viene utilizzato solo un serbatoio per trattenere la riserva d'aria. Quando apri la valvola, scorre nell'altro cilindro per raggiungere la stessa pressione della bombola e un amico vicino può sentire il lamento e viene avvisato che hai tirato e devi risalire.

Le riserve sono state sostituite dai manometri, che consentono una gestione dell'aria più precisa, ma i subacquei rimangono senza aria perché non guardano i manometri così spesso come dovrebbero. Quando ho iniziato a immergermi usavo sia una riserva che un manometro, un bel sistema di cintura e bretelle.

Nonostante ciò, abbiamo effettuato un'immersione nella quale le riserve avrebbero potuto metterci nei guai. Mark Koekemoer, AJ e io ci stavamo immergendo usando i set di Mike. Ogni bombola aveva una riserva, che tutti noi controllammo visivamente fosse innescata. Nessuno di noi aveva manometri.

Abbiamo fatto un'immersione fantastica, ma nessuno ha ritirato la riserva prima che finisse. Poi Mike ha condiviso qualcosa che non aveva pensato di menzionare prima: “Non fidarti delle riserve. Ho dovuto mettere insieme i serbatoi e i tiranti non sono quelli giusti. Sono solo un po' a corto, quindi le riserve non funzioneranno. Sono già aperti. Comunque adesso non preoccuparti."

Infatti, se respiri abbastanza dolcemente, puoi effettivamente aspirare aria oltre alcune riserve, come ricorda Colin: “La mia bombola aveva una riserva incorporata nel rubinetto, quindi era più facile concentrarsi sulla foto che stavi cercando di scattare.

"Ciò lasciava solo un inconveniente: se ti concentravi su ciò che vedevi nel mirino potevi facilmente perdere l'avvertimento un po' più forte, e non ti rendevi mai conto che c'era un problema finché non raggiungevi il secondo stadio: niente più aria !”

Rilascia un tubo doppio e la naturale galleggiabilità dei tubi farà fluttuare il bocchino sopra la testa, dove scorre liberamente senza pietà, come ha scoperto Mike. I subacquei hanno imparato a eseguire rotazioni all'indietro per recuperare rapidamente un boccaglio perduto.

Come BSAC istruttore negli anni '1980 insegnavo ancora quest'arte, anche se i tubi gemelli erano già perduti nella storia, e senza conoscerne il motivo. È stato divertente e ha riaffermato le peculiarità dell'assenza di gravità e la gioia di diventare una ginnasta istantanea. PADI non ammetteva tali frivolezze.

Sono stati fatti alcuni tentativi per costruire impianti di polpo su erogatori a doppio tubo, ma i secondi sicuri sono diventati maggiorenni qualche tempo dopo che gli erogatori a tubo singolo hanno preso il sopravvento.

Anche allora, come oggi, c'erano preoccupazioni riguardo alle valvole delle bombole e ai primi stadi che fornivano abbastanza aria per sostenere due subacquei impegnati in profondità con poca aria rimasta.

I subacquei veterani imparavano per lo più a respirare in coppia, una pratica ampiamente vietata dall'addestramento ora. Si tratta di far passare il boccaglio avanti e indietro tra il donatore e il subacqueo senz'aria.

Con il twin-hose la tecnica sembra essere una variante del knee-trembler. Dennis Santos, ex ufficiale subacqueo del BSAC e subacqueo riservista della Marina con oltre 40 anni di esperienza, spiega: “Quando avevi bisogno di condividere dovevi assicurarti che il donatore fosse inferiore al ricevente. Ti colleghi e il ragazzo che ha bisogno d'aria si mette leggermente sopra di te.

“Quando passi il boccaglio, il regolatore entra in flusso libero, liberandosi dall'acqua. In caso contrario, il ricevente avrebbe dovuto soffiare per liberare il boccaglio prima di fare il primo respiro.

“Dopo due respiri, tocca a te e ti alzi un po', così il regolatore passa a te. Ripetilo fino in superficie.

I RAGAZZI SONO RAGAZZI, alcune delle nostre immersioni vintage si sono svolte di notte al largo di una piccola spiaggia francese, senza torce, poiché non ne avevamo, e nemmeno pantaloncini. Mark e io eravamo in immersione quando AJ ha fatto snorkeling per vedere se la respirazione in coppia funzionava. Lo fa.

C'è un forte interesse per i kit vintage per le immersioni e gruppi come la Historical Diving Society forniscono l'hub.

AJ e Phil Thirtle della Historical Diving Society discutono di un Royal Mistral al Dive Show.
AJ e Phil Thirtle della Historical Diving Society discutono di un Royal Mistral al Dive Show.

Abbiamo iniziato immergendoci privatamente dalla riva. Eravamo preoccupati che la minaccia di responsabilità potesse impedirci di utilizzare l'attrezzatura durante le immersioni supervisionate, ma abbiamo scoperto che i professionisti subacquei hanno una mentalità sorprendentemente aperta.

AJ ricorda di essere stato lasciato libero alle Maldive: “La crociera è senior esperto di immersioni si era allontanato mentre stavamo preparando il kit per l'ultima immersione del nostro viaggio. Volevo immergermi con la mia Mistral, ma poiché non è proprio un oggetto attuale ho pensato che fosse educato chiedere prima a lei - sono andato avanti e ho attrezzato la mia bombola per le immersioni della vecchia scuola, sperando che a lei andasse bene (a volte è più facile accettare il rimprovero piuttosto che ottenere prima il permesso).

“Ciò significava solo imbracatura e regolatore a doppio tubo con una cintura pesi correttamente impostata. Gli altri sub iniziarono con le battute sull'immersione sull'impianto idraulico della barca, poi osservarono che l'erogatore era vecchio circa il doppio di me (avevo 22 anni) e non portava nessuno dei moderni perfezionamenti dei loro regolamenti. Dopo una rapida occhiata al esperto di immersioni ha approvato il nostro piano e abbiamo fatto una bellissima immersione, anche se con un senso di smarrimento tra gli altri.”

Insieme ai moderni Aqua Lung Mistral, AJ e io possediamo e ci immergiamo quattro diversi Mistral classici di Spirotechnique, US Divers e Siebe-Gorman insieme a marchi meno conosciuti.

I collezionisti classificano i regolatori a doppio tubo in base all'età, all'etichettatura, alla presenza o meno di attacchi per manometri e persino alla forma. I primi CG45 sono rettangolari, i modelli successivi rotondi.

Howard Ryan è un altro collezionista e utilizzatore di tubi gemelli vintage, cresciuto in programmi televisivi d'avventura degli anni '1960 come Barrier Reef e Viaggio in fondo al mare, che presentano regolatori a doppio tubo.

"Ho un ricordo d'infanzia in cui provavo a costruire un 'twin-set' con due bottiglie vuote di detersivo per piatti e un paio di pezzi di tubo flessibile: purtroppo non ha superato il test iniziale del bagnetto", Howard ricorda.

"Oggi possiedo un US Divers Royal Aqua-Master e ho anche un British Submarine Products Black Prince, che suona sospettosamente come qualcosa che potrebbe essere acquistato da Ann Summers."

Ma non sono solo i kidult che cercano di riconnettersi alla storia a volere i tubi gemelli. A volte li desiderano anche chi ha fatto la storia.

I CG45 sono rari e possono valere migliaia di sterline. Mike, un collezionista, ne aveva diversi. Un acquirente gli è stato indirizzato e, dopo averlo incontrato, Mike gli ha immediatamente offerto gratuitamente uno dei suoi preziosi CG45. Era Albert Falco, ex capo sommozzatore della Calypso di Cousteau.

Falco ha rifiutato il CG45 come regalo definitivo. Invece ha scambiato l'orologio Omega Seamaster che aveva indossato durante le sue famose immersioni sul relitto Britannic.

"Un brav'uomo deve avere un buon orologio", aveva detto una volta Cousteau a Falco, passandogli uno dei suoi. Ora Falco ha esteso quella tradizione a Mike.

L'ATTREZZATURA STA INVECCHIANDOe molti componenti originali sono in gomma deperibile. Coloro che erano abituati a servire gli enti regolatori sono in pensione da tempo se non se ne sono andati. Ma i veterani sopravvissuti hanno raccolto informazioni e condiviso risorse per mantenere forti le autorità di regolamentazione.

Negli Stati Uniti i pezzi di ricambio come membrane e tubi flessibili vengono realizzati con moderni materiali sintetici. Speciali adattatori, convertiti dai normali primi stadi a tubo singolo, consentono di accoppiare le attuali alimentazioni dirette e i secondi sicuri con gli antichi tubi gemelli.

Grazie al crowdfunding è stato realizzato un nuovo tubo gemellare, molto più simile ai modelli tradizionali rispetto all'Aqua Lung Mistral. La filosofia dietro l'Argonaut Kraken è parallela a quella delle persone che un tempo creavano marchi di immersioni da kit amorevolmente realizzati a mano nei garage e sui tavoli della cucina.

I fratelli Cressi, Ludovic Mares e George Beuchat sono i padri di alcuni dei marchi contemporanei più orgogliosi, mentre il sommozzatore italiano delle forze speciali della Seconda Guerra Mondiale Luigi Ferraro ha fondato Technisub, che continua a far parte del gruppo Aqua Lung.

Il film Disney del 1954 nascondeva gli Aqua Lung standard sotto i costumi
Il film Disney del 1954 nascondeva gli Aqua Lung standard sotto i costumi

UNA DELLE NOSTRE ULTIME IMMERSIONI nei pressi di Antibes abbiamo organizzato un raduno a doppio tubo: più che altro una festa in maschera, a dire il vero. Sei di noi sono scesi a giocare nelle praterie di alghe che un tempo avrebbero potuto ispirare Verne e intrattenere gli escursionisti subacquei di Le Prieur.

AJ ha abbandonato il suo set, è emerso e si è tuffato per ripararlo. Era una strategia rischiosa perché non era sicuro di poter tornare al suo cilindro.

AJ usa una replica vintage di Antibes
AJ usa una replica vintage di Antibes

Ditch-and-don faceva parte dell'addestramento subacqueo, un modo per costruire fiducia. Mi ha ricordato che Dennis aveva acquistato un set da sub negli anni '1960. Indossando maglioni per quel poco di calore immaginato che offrivano, lui e il suo amico scambiavano la bombola sul fondo del mare a metà strada.

Immergersi con la vecchia attrezzatura, alla vecchia maniera, è liberatorio. Ci sono così tante attrezzature moderne che ingombrano il subacqueo di oggi che aggiunge resistenza e richiede attenzione da distrarci dai piaceri intimi di stare sott'acqua.

Ultima immersione degli “History Boys & Girls” al largo di Antibes – AJ, Rebecca Bates, Steve, Mike Warren e Grant Bates posano con i loro erogatori a doppio tubo. “
Ultima immersione degli “History Boys & Girls” al largo di Antibes – AJ, Rebecca Bates, Steve, Mike Warren e Grant Bates posano con i loro erogatori a doppio tubo. “

Esplorare senza GAV, manometro e cintura Bat-accessori è una gioia.

Può sembrare che siamo un po' sprezzanti nell'utilizzare kit vintage per l'immersione e nell'adottare pratiche abbandonate molto tempo fa. In quest’epoca, si spera temporanea, di controlli subacquei pesanti e intimiditi dalla responsabilità, rischiamo di rendere la nostra ricreazione una prova.

Ma siamo bravi subacquei che scherzano e fanno quello che ci piace fare con le immersioni. Divertirsi.

Presentazione del *NUOVO* computer subacqueo Shearwater Peregrine TX Air Integrated Recensione Unboxing #scuba #shearwater #scuba #scubadiving #scubadiver LINKS Scuba.com: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-computers https://shearwater. com Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join Acquisti attrezzatura: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-gear ---------------- -------------------------------------------------- ----------------- I NOSTRI SITI Sito web: https://www.scubadivermag.com ➡️ Immersioni subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, recensioni di attrezzatura subacquea Sito web: https:// www.divernet.com ➡️ Sito web di notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio: https://www.godivingshow.com ➡️ Sito web dell'unico spettacolo subacqueo nel Regno Unito: https://www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi --------------------------------------------- -------------------------------------- SEGUICI SUI SOCIAL FACEBOOK: https://www .facebook.com/scubadivermag TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag INSTAGRAM: https://www.instagram.com/scubadivermagazine Collaboriamo con https://www.scuba.com e https://www.mikesdivestore .com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale. 00:00 Introduzione 04:37 Unboxing di Peregrine TX 07:25 Prova pratica di Peregrine TX 19:53 Recensione di Peregrine TX 23:57 Ora dell'annuncio 24:59 Ci vediamo!

Ti presentiamo il *NUOVO* computer subacqueo Shearwater Peregrine TX con aria integrata. #scuba #shearwater

#scuba #scubadiving #scubadiver
COLLEGAMENTI
Scuba.com:
https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-computers

https://shearwater.com

Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join
Acquisti di attrezzatura: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-gear
-------------------------------------------------- ---------------------------------
I NOSTRI SITI

Sito web: https://www.scubadivermag.com ➡️ Immersioni subacquee, Fotografia subacquea, Suggerimenti e consigli, Recensioni attrezzatura subacquea
Sito web: https://www.divernet.com ➡️ Notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio
Sito web: https://www.godivingshow.com ➡️ L'unico spettacolo di immersioni nel Regno Unito
Sito web: https://www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi
-------------------------------------------------- ---------------------------------
SEGUICI SUI SOCIAL MEDIA

FACEBOOK: https://www.facebook.com/scubadivermag
TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/scubadivermagazine

Collaboriamo con https://www.scuba.com e https://www.mikesdivestore.com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale.
00: Introduzione a 00
04:37 Unboxing di Peregrine TX
07:25 Peregrine TX, pratico
19:53 Recensione di Peregrine TX
23:57 Ora dell'annuncio
24:59 Ci vediamo!

YouTube Video UEw2X2VCMS1KYWdWbXFQSGV1YW84WVRHb2pFNkl3WlRSZS5BNTZDRUVBRkUwRDU3N0FF

Recensione unboxing del computer subacqueo Shearwater Peregrine TX #scuba #shearwater

Link affiliato Scuba.com: https://imp.i302817.net/AWm4d7 #scuba #scubadiving #scubadiver Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join Acquisti attrezzatura: https://www.scubadivermag.com /affiliato/attrezzatura subacquea -------------------------------------------- --------------------------------------- I NOSTRI SITI Sito web: https://www.scubadivermag .com ➡️ Sito web di immersioni subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, recensioni di attrezzatura subacquea: https://www.divernet.com ➡️ Sito web di notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio: https://www.godivingshow. com ➡️ L'unico Dive Show nel Regno Unito Sito web: https://www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi ----------------------- -------------------------------------------------- ---------- SEGUICI SUI SOCIAL MEDIA FACEBOOK: https://www.facebook.com/scubadivermag TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag INSTAGRAM: https://www.instagram.com /scubadivermagazine Collaboriamo con https://www.scuba.com e https://www.mikesdivestore.com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale. 00:00 Introduzione 00:52 Ora dell'annuncio 01:51 Metodi di segnalazione 04:07 Segnali manuali di base 09:56 Segnali manuali per il numero di immersione 11:09 Segnali manuali per le cose 14:14 Segnali manuali delle vie aeree 16:16 Segnali manuali di superficie

Link di affiliazione di Scuba.com:
https://imp.i302817.net/AWm4d7

#scuba #scubadiving #scubadiver

Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join
Acquisti di attrezzatura: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-gear
-------------------------------------------------- ---------------------------------
I NOSTRI SITI

Sito web: https://www.scubadivermag.com ➡️ Immersioni subacquee, Fotografia subacquea, Suggerimenti e consigli, Recensioni attrezzatura subacquea
Sito web: https://www.divernet.com ➡️ Notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio
Sito web: https://www.godivingshow.com ➡️ L'unico spettacolo di immersioni nel Regno Unito
Sito web: https://www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi
-------------------------------------------------- ---------------------------------
SEGUICI SUI SOCIAL MEDIA

FACEBOOK: https://www.facebook.com/scubadivermag
TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/scubadivermagazine

Collaboriamo con https://www.scuba.com e https://www.mikesdivestore.com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale.
00: Introduzione a 00
00:52 Ora dell'annuncio
01:51 Metodi di segnale
04:07 Segnali manuali di base
09:56 Segnali manuali del numero di immersione
11:09 Segnali manuali per le cose
14:14 Segnali delle vie aeree
16:16 Segnali manuali in superficie

YouTube Video UEw2X2VCMS1KYWdWbXFQSGV1YW84WVRHb2pFNkl3WlRSZS42MzE1QTJBMEI3NjI4Rjk5

Segnali manuali essenziali per le immersioni #scuba #signal

@dekkerlundquist5938 #ASKMARK Ciao Mark, recentemente durante un'immersione ho parlato con un subacqueo esperto che si stava immergendo con dei gemelli ma non aveva alcun collettore, cioè ogni bombola aveva un primo stadio con un primario e un SPG. Una bombola aveva il gonfiatore a bassa pressione per il suo GAV. Quali sono i pro e i contro di una configurazione molteplice rispetto a gemelli indipendenti? #scuba #scubadiving #scubadiver LINK Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join Acquisti attrezzatura: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-gear ---------- -------------------------------------------------- ----------------------- I NOSTRI SITI Sito web: https://www.scubadivermag.com ➡️ Immersioni subacquee, Fotografia subacquea, Suggerimenti e consigli, Recensioni di attrezzatura subacquea Sito web: https://www.divernet.com ➡️ Notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio Sito web: https://www.godivingshow.com ➡️ L'unico spettacolo subacqueo nel Regno Unito Sito web: https:// www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi --------------------------------------- -------------------------------------------- SEGUICI SUI SOCIAL FACEBOOK : https://www.facebook.com/scubadivermag TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag INSTAGRAM: https://www.instagram.com/scubadivermagazine Collaboriamo con https://www.scuba.com e https ://www.mikesdivestore.com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale. 00:00 Introduzione 00:40 Qual è lo scopo dei gemelli indipendenti? 01:06 Risposta

@dekkerlundquist5938
#ASKMARK Ciao Mark, recentemente durante un'immersione ho parlato con un subacqueo esperto che si stava immergendo con dei gemelli ma non aveva alcun collettore, cioè ogni bombola aveva un primo stadio con un primario e un SPG. Una bombola aveva il gonfiatore a bassa pressione per il suo GAV. Quali sono i pro e i contro di una configurazione molteplice rispetto a gemelli indipendenti?

#scuba #scubadiving #scubadiver
COLLEGAMENTI

Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join
Acquisti di attrezzatura: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-gear
-------------------------------------------------- ---------------------------------
I NOSTRI SITI

Sito web: https://www.scubadivermag.com ➡️ Immersioni subacquee, Fotografia subacquea, Suggerimenti e consigli, Recensioni attrezzatura subacquea
Sito web: https://www.divernet.com ➡️ Notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio
Sito web: https://www.godivingshow.com ➡️ L'unico spettacolo di immersioni nel Regno Unito
Sito web: https://www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi
-------------------------------------------------- ---------------------------------
SEGUICI SUI SOCIAL MEDIA

FACEBOOK: https://www.facebook.com/scubadivermag
TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/scubadivermagazine

Collaboriamo con https://www.scuba.com e https://www.mikesdivestore.com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale.
00: Introduzione a 00
00:40 Che senso hanno i gemelli indipendenti?
01:06 Risposta

YouTube Video UEw2X2VCMS1KYWdWbXFQSGV1YW84WVRHb2pFNkl3WlRSZS44QjI0MDE3MzFCMUVBQTkx

Qual è lo scopo dei gemelli indipendenti? #chiedimarco

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x