I relitti di navi da guerra della Seconda Guerra Mondiale scompaiono in Indonesia

archivio – Diving NewsI relitti di navi da guerra della Seconda Guerra Mondiale scompaiono in Indonesia

L'incrociatore pesante della Royal Navy HMS Exeter è uno degli almeno quattro relitti di navi da guerra alleate della Seconda Guerra Mondiale scomparsi dai luoghi di riposo in Indonesia.

Le navi furono vittime degli attacchi giapponesi durante l'aspra battaglia del Mar di Giava nel 1942 e affondarono con notevoli perdite di vite umane.

Exeter era tra questi, e la nave più grande con 10,500 tonnellate di carico. Fu silurata il 28 febbraio e affondò a una profondità di 60 metri a sud del Borneo. Il relitto è stato localizzato e identificato dai subacquei nove anni fa.

Due delle altre navi erano olandesi, inclusa la HNLMS da 6650 tonnellate De Ruyter e la Java, e l'altro era il sottomarino USS Pesce persico. Una terza nave olandese, la HNLMS Kortenaer, secondo quanto riferito, è ancora al suo posto ma con un'ampia sezione rimossa.

Si diceva che le navi fossero in gran parte intatte quando le prime furono scoperte dai subacquei sportivi nel 2002, ma la loro scomparsa è stata ora rivelata da un'indagine condotta in vista del 75° anniversario della battaglia del prossimo anno.

Con nient'altro che rientranze sul fondo del mare, l'inevitabile conclusione è che le navi sono state recuperate illegalmente per i loro rottami metallici. Le navi di salvataggio spesso si fingono pescherecci per mascherare le loro attività mentre usano esplosivi per far saltare in aria i relitti e rimuovere i rottami. Tuttavia, è considerato molto insolito che ogni traccia di navi così grandi venga rimossa, perché l’operazione richiederebbe molto tempo.

Il governo olandese ha già avviato un'indagine sulla sorte dei relitti, classificati come tombe di guerra. Tali relitti dovrebbero essere protetti dalla Convenzione dell'UNESCO sulla protezione del patrimonio culturale sottomarino del 2001.

L’Indonesia ha rifiutato di assumersi la responsabilità della distruzione, sottolineando che la sua marina non può monitorare tutte le sue acque in ogni momento. "Se mi chiedono perché le navi sono scomparse, chiederò loro: perché non hanno sorvegliato le navi?" Lo ha detto il portavoce della marina Gig Jonias Mozes Sipasulta all'Agence France-Presse.  

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

22-Nov-16

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x