Trovato il relitto di una portaerei della Seconda Guerra Mondiale

Pistola per naufragio
Pistola per naufragio

Notizie sulle immersioni

A due miglia di profondità è troppo profondo per i subacquei, ma è un relitto iconico riscoperto: la USS Lexington, una delle prime portaerei degli Stati Uniti e la prima ad essere affondata, è stata trovata dalla nave da ricerca Petrel del miliardario proprietario di Microsoft Paul G Allen il 4 marzo.

La “Lady Lex”, affondata nel 1942, si trova nel Mar dei Coralli a più di 500 miglia al largo della costa orientale dell’Australia.

Lei e un'altra portaerei, la USS Yorktown, ingaggiò tre portaerei giapponesi nella battaglia del Mar dei Coralli nel maggio 1942. Questa fu la prima azione navale portaerei nella storia e la prima in cui navi da guerra avversarie non si trovarono mai in vista l'una dell'altra.

I Lexington lo era colpito da più siluri e bombe dagli aerei Achi l'8 maggio prima che un'esplosione secondaria provocasse lo scoppio di incendi incontrollabili.

La maggior parte dell'equipaggio fu evacuato su altre navi prima della USS Phelps lanciò gli ultimi siluri che affondarono la portaerei colpita. Un totale di 216 membri dell'equipaggio erano andati perduti, ma furono salvati 2770 membri dell'equipaggio e ufficiali.

Durante la battaglia la Marina giapponese affondò anche la USS Sims ed Neosho e danneggiato Yorktown, ma ha perso la propria portaerei Shoho mentre un altro, Shokaku, ha subito danni ingenti.

Lo scontro riuscì a fermare l'avanzata delle forze giapponesi verso la Nuova Guinea e l'Australia, e un mese dopo la Marina americana riuscì a prendere l'iniziativa nella rivoluzionaria battaglia di Midway.

76m Petrel trasporta attrezzature sottomarine in grado di immergersi fino a 3.5 miglia di profondità e un ROV hanno catturato immagini della targhetta di poppa del relitto per confermarlo Lexingtonl'identità di.

Si dice che la portaerei si trovi con la sezione principale in posizione verticale e le sezioni di prua e di poppa a un miglio di distanza, con il ponte che si trova tra loro e, nelle vicinanze, gli aerei ben conservati Douglas Devastator e Dauntless e Grumman Wildcat. A bordo c'erano 35 aerei quando la portaerei affondò.

"Lexington era nella nostra lista di priorità perché era una delle navi capitali andate perdute durante la seconda guerra mondiale", ha affermato Robert Kraft, direttore delle operazioni sottomarine di Allen.

“In base alla geografia, al periodo dell’anno e ad altri fattori, lavoro con Paul Allen per determinare quali missioni perseguire. Abbiamo pianificato di individuare il Lexington per circa sei mesi e tutto è andato bene.

“Per rendere omaggio alla USS Lexington e gli uomini coraggiosi che l'hanno servita sono un onore", ha detto Allen. La nave non fu la prima portaerei vittima della guerra: l'HMS Ermete era stata affondata al largo di Ceylon, oggi Sri Lanka, il mese precedente.

Schierata l'anno scorso, la nave da ricerca di Allen ha effettuato diverse spedizioni intorno alle Filippine prima di spostarsi nel Mar dei Coralli.

La squadra Petrel aveva localizzato il USS reparto ed Cooper con cinque relitti di navi da guerra giapponesi, avendo trovato anche la USS Indianapolis in agosto.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x