TOUR DEL RELITTO 3: IL RELITTO DI LUCY

IL RELITTO DELL'IMMERSIONE DI LUCY
IL RELITTO DELL'IMMERSIONE DI LUCY

Uno dei relitti più immersi nel Galles si trova al largo della costa del Pembrokeshire, vicino all'isola di Skomer. John Liddiard ci fa fare un giro. Illustrazione di Max Ellis

Le montagne russe olandesi Lucy fu abbandonata dal suo equipaggio il giorno di San Valentino del 1967. Si era incastrata su una roccia all'estremità sud di Jack Sound, rischiando di esplodere quando il suo carico di carburo di calcio entrò in contatto con l'acqua.

L'alta marea liberò la Lucy dallo scoglio e la corrente la trasportò finché non affondò a nord dell'isola di Skomer, appena fuori North Haven.

Il sito del relitto si trova al riparo dell'isola ed è un luogo tranquillo per un'immersione con qualsiasi vento diverso da nord-ovest a nord-est. Le condizioni della corsa delle maree mentre attraversi Jack Sound sono un fattore più importante da considerare prima di partire.

Una boa è attaccata alla prua e chiaramente contrassegnata con il nome della nave. Preparati ad aggrapparti alla lenza durante la discesa poiché può esserci un po' di corrente, soprattutto durante le grandi maree primaverili.

La visibilità è raramente fantastica qui e alcuni giorni di pioggia possono portarla a zero. Anche nelle belle giornate la luce naturale sarà minima, ma se dai ai tuoi occhi la possibilità di adattarsi quando raggiungi il relitto a 36 metri, rimarrai sorpreso da quanto puoi vedere.

La linea della boa è fissata alla ringhiera di dritta, a circa 2 metri dalla prua (1). Se è collegata più di una linea, quella desiderata è chiaramente contrassegnata come Lucy ed è fortemente ricoperta di vita marina.

Le prue hanno una buona diffusione di anemoni piumati, anemoni margherita e idroidi, in particolare sulle ringhiere e sulle murate. Gli elementi di interesse sono un grande verricello per l'ancora (2) e il gavone della catena, che è mezzo pieno di limo. L'albero di trinchetto si è spezzato molto tempo fa: i suoi resti possono essere trovati appoggiati alla barriera corallina nelle vicine Rye Rocks.

C'è poco da vedere nelle stive, tranne i resti di cemento del carico, quindi preferisco seguire la ringhiera di tribordo leggermente meno profonda (3) a poppa e guardare oltre la fiancata del relitto. 

La Riserva Marina di Skomer è famosa per la ricchezza della sua vita marina e le sponde del Lucy pullulano. È facile trovare una varietà di piccoli nudibranchi che sgranocchiano lo scafo.

Una nuotata veloce porta a gradini (4) fino ad una scaletta che gira attorno alla poppa della nave. Arrivati ​​a poppa, immergetevi sotto di essa (5) per una vista incredibile tra l'asse ed il timone (6). Vale la pena farlo presto, poiché la profondità può raggiungere i 38 metri durante le maree primaverili.

Salendo sul lato sinistro ci sono un paio di piccoli oblò che danno sulle cabine interrate sottocoperta (7), prima di raggiungere la scala con ringhiera. A circa metà della sovrastruttura c'è un corridoio che collega i lati di babordo e di tribordo (8).

Anche se è buio, facendo le dovute precauzioni, è facile pinna da qui, di nuovo a tribordo. Ma ci sono un certo numero di porte che potresti esplorare prima.

La prima porta a sinistra conduce ad una grande cabina sotto la timoneria, probabilmente la cucina (9). Una deviazione in questa stanza ha uscite verso l'alto verso i resti della timoneria o attraverso le finestre nella parte anteriore.

Sul lato destro del corridoio una cabina interrata (10) e la paratia rotta conducono ad una cabina di poppa, con uscita possibile attraverso una porta all'estremità di tribordo della paratia posteriore.

Al centro del corridoio trasversale ci sono altre due porte. A poppa, dei gradini conducono alle cabine che prima avreste potuto vedere attraverso gli oblò, ma la strada è bloccata dal limo. A prua si accede ad una piccola galleria che si affaccia sulla parte principale della sala macchine, fortemente interrata (11).

A volte la luce entra attraverso un portello di ventilazione aperto sul lato sinistro dell'imbuto. È molto stretto uscire da qui e ci sono molti cavi sciolti in cui rimanere impigliati.

Tornati nel corridoio, l'ultima serie di porte prima di uscire dal lato di dritta conduce in avanti alla toilette e a poppa ad una cabina (12), che si collega alla cabina di poppa (13) attraverso un'altra paratia che crolla.

Quando si emerge a tribordo, la ringhiera riconduce oltre l'ingresso della cabina di poppa e oltre una grande bitta a poppa. Proseguendo verso sinistra c'è una serie di gradini (14) al ponte superiore sopra le cabine.

Andando avanti, oltre il lato sinistro dell'imbuto (15), potresti voler dare una rapida occhiata attraverso i portelli di ventilazione sopra la sala macchine.

Le fiancate in acciaio della timoneria (16) sono ancora intatte, ma le finestre sono rotte e il tetto è crollato, lasciando una zona relativamente luminosa in cui frugare.

La mia opzione preferita per emergere è quella di risalire l'albero ricoperto di anemoni fino a 15 metri e rilasciare un SMB ritardato (17). Questo va bene per un'immersione senza decompressione, ma l'opzione migliore per più di 5 minuti di decompressione è tornare alla boa a prua. 

UN CARICO PERICOLOSO 

Gli uomini che equipaggiano le navi che trasportano carburo di calcio sono abbastanza saggi da abbandonarle quando l'acqua del mare inizia a entrare in contatto con il loro carico, scrive Kendall McDonald. L'acqua di mare più il carburo producono gas acetilene, che fa esplodere le navi.

Quindi l'equipaggio di sette persone e il cane collie della nave erano su una zattera di salvataggio e si allontanarono molto rapidamente dalle montagne russe olandesi Lucy da 450 tonnellate dopo aver colpito Blackstones Reef a Jack Sound, a mezzogiorno del 14 febbraio 1967. Era in viaggio dalla Norvegia a Barry, South Glamorgan.

La Lucy, lunga 52 metri, con il suo carico di carburo che ora frizzava mentre l'acqua saliva al suo interno, rimase in equilibrio sulla barriera corallina fino alle prime ore della sera, quando la marea crescente la sollevò dal mare. È stata vista l'ultima volta mentre andava alla deriva nella baia di St Brides con un pesante sbandamento a dritta. Una tempesta di neve ha calato il sipario sui suoi ultimi istanti, mentre affondava sul lato nord dell'isola di Skomer, proprio nel cuore della Riserva Marina di Skomer.

Ha servito solo tre anni come nave oceanica, ma essendo uno dei relitti più immersi nel Galles, la sua vita utile per i subacquei è garantita molto più a lungo.

FASCICOLO DI FATTO

Maree: L'acqua calma non è essenziale per immergersi con la Lucy, ma se la desideri è due ore e mezza dopo l'acqua alta e bassa a Milford Haven. La profondità può raggiungere i 42 metri durante le maree primaverili.

Arrivarci: Segui la M4 e la A40 per Haverfordwest, poi la B4327 per Dale e Martins Haven o la B4341 per Broad Haven.

Immersioni e aria: L'aria è disponibile da West Wales Divers (01437/781457) a Hasguard Cross e Dive Pembrokeshire (01437/781117) a Little Haven. Gite che includono noleggio barca e alloggio possono essere organizzate tramite Pembrokeshire Dive Charters (01437/781569)

Lancio: Varo sulla spiaggia a Broad Haven o piccole imbarcazioni a Martins Haven. La fermata più vicina è a Dale.

Alloggio: Nella zona sono presenti numerosi hotel, B&B e campeggi. Uffici di informazioni turistiche a Haverfordwest (01437/763110) e Milford Haven (01646/690866) contengono dettagli.

Titolo di studio: Profondità e oscurità rendono la Lucy un'immersione avanzata. Tuttavia le condizioni della superficie, solitamente riparata, la rendono un'immersione più facile rispetto a molti altri relitti a profondità simili.

Per ulteriori informazioni: Carta dell'Ammiragliato 2878, si avvicina a Milford Haven. Admiralty Chart 1482, The South and West of Dyfed, mostra una pianta in scala 1:12,500 di Jack Sound che include solo la Lucy. Mappa Ordnance Survey 157, area di St Davids e Haverfordwest. Naufragi intorno al Galles, volume 1, di Tom Bennett. Il volantino per i subacquei dell'ufficio della riserva marina di Martins Haven fornisce informazioni essenziali sulle acque stagnanti e sulle regole della riserva marina.

PRO: Un relitto intatto nella bellissima Riserva Marina di Skomer.

Contro: Profondo e oscuro. Una buona visibilità è molto rara.

Come trovarlo: 50.44.27N, 5.16.33W (gradi, minuti, secondi).

Di solito c'è una boa attaccata alla prua che rende facile trovare la Lucy. Altrimenti non è troppo difficile localizzarlo utilizzando i transiti. La poppa si alza a più di 20 metri dal fondale, il che dà un bell'eco, ma la corrente, la profondità e un bersaglio piccolo rendono difficile colpirlo con un colpo.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x