Tour del relitto 90: Il re Cadwallon

Il tour del relitto di King Cadwallon
Il tour del relitto di King Cadwallon

Questo è un tour del relitto centenario, perché lo pubblichiamo 100 anni esatti da quando il piroscafo King Cadwallon affondò al largo delle Isole Scilly. JOHN LIDDIARD riporta, MAX ELLIS pareggia.

UN IMMERSIONE SUL RE CADWALLON di solito inizia su Hard Lewis Rocks, saltando a 15-20 m di profondità sul lato nord del punto più est, contrassegnato sulla carta come “Dries 3.1m“'”. Si possono vedere fotografie che mostrano il Re Cadwallon arenata sulla roccia. Quando si è rotto, il relitto è semplicemente scivolato lateralmente lungo il pendio da dove si trovava il foto lo mostra.

Seguendo il pendio in discesa e verso nord fino a 25 m si dovrebbe presto raggiungere il relitto presso il motore a tripla espansione (1). Questo è racchiuso in un telaio alto ed è caduto sul lato di dritta, con pistoni, bielle e cuscinetti dell'albero motore rimasti per lo più intatti.

Seguendo l'albero dell'elica a poppa, il cuscinetto reggispinta è stato aperto per recuperare il metallo bianco, lasciando solo una serie di anelli reggispinta a sezione quadrata sull'albero (2).

Cuscinetto reggispinta
Cuscinetto reggispinta

L'albero continua a poppa per un paio di sezioni prima di rompersi, con, in modo un po' particolare, le ultime due sezioni appoggiate fianco a fianco, sporgendo a 90° rispetto al lato sinistro del relitto (3).

Le centine dello scafo continuano a poppa, scendendo lentamente fino alla rottura del relitto a 28 m (4). Qui, la piattaforma di roccia che sosteneva lo scafo si allontana, lasciando la poppa senza supporto per rompersi in acque più profonde.

Resti di rottami continuano lungo il gradino (5), con l'albero di trasmissione che riprende dove entra nei resti della poppa (6). La poppa stessa è caduta a dritta e a poppa. Il relitto svanisce a 48 metri, dove coppie di bitte di ormeggio riposano in piedi sul fondo del mare (7).

Il palo del timone si è spinto verso l'alto attraverso lo scafo lasciando il quadrante dello sterzo esposto un metro o due sopra il resto del relitto (8). Stando nella corrente, è ricoperto di anemoni piumosi bianchi e arancioni.

Seguendo il bordo nord dei rottami risalire il pendio (9) rivela che, non a caso, gran parte dell'interessante equipaggiamento del Re Cadwallon è rotolato dal lato di tribordo del relitto in acque leggermente più profonde a circa 33 metri.

Un verricello da carico (10) segna una linea che, se seguita fino al relitto, separerebbe le due stive di poppa.

Mandrino dell'argano da carico
Mandrino del verricello da carico

Le 3275 tonnellate Re Cadwallon trasportava più di 5,000 tonnellate di carbone quando si incagliò, anche se ora non ce ne sono segni.

Senza dubbio gli intraprendenti isolani ne acquistarono alcuni per riscaldare le loro case durante il prossimo inverno, ma sospetto che la maggior parte sia stata semplicemente dispersa dalle tempeste negli ultimi 100 anni.

Appena davanti e fuori dal verricello da carico, annidato contro alcune rocce più grandi, c'è un blocco di macchinari ausiliari con una catena che lo attraversa. (11), forse un motore di governo, perché è troppo piccolo per una catena d'ancora su una nave di queste dimensioni.

Il motore dello sterzo si trovava normalmente proprio nella parte anteriore della sovrastruttura, dentro o sotto la timoneria. La posizione sul luogo del relitto è a poppa delle caldaie, suggerendo che il relitto si è rotto in più fasi, il motore dello sterzo si è staccato prima che lo scafo si rompesse e le caldaie rotolassero fuori. La caldaia dell'asino (12) è appena davanti al motore dello sterzo.

Una sezione dello scafo poggia su una caldaia rovesciata per effettuare una nuotata
Una sezione dello scafo poggia su una caldaia rovesciata per effettuare una nuotata

Nelle vicinanze, un ponte capovolto nasconde un'altra coppia di bitte d'ormeggio (13) che potrebbe provenire dall'estremità anteriore o posteriore della sovrastruttura.

Anche le caldaie principali più grandi sono rotolate via dal relitto e stanno in piedi, con i fori per il fuoco in alto. La prima caldaia (14) ha una sezione dello scafo o del ponte appoggiata contro di essa (15) per lasciare un bel passaggio sotto i due alla seconda caldaia principale (16).

Riunendosi alla parte principale del relitto appena a prua del motore, la linea della chiglia è rotta e inclinata in più di un punto mentre lo scafo attraversa una cresta di rocce (17).

La linea del relitto diventa scomoda da seguire, soprattutto perché alcuni blocchi di granito molto squadrati e regolari ricoperti di anemoni si ergono quasi in linea con il punto in cui ci si aspetterebbe che continuino i rottami (18).

L'ultimo pezzo significativo di relitto è una sezione dello scafo con i telai di una paratia appena a tribordo (19).

La posizione sulla linea complessiva del relitto suggerisce che questa potrebbe essere stata la paratia tra la stiva di prua e la prua.

Poiché le rocce sono basse fino a 20 m, ci sono ancora frammenti occasionali di relitti (20), ma niente di significativo, anche se il verricello dell'ancora, la catena, le cubie e le bitte di prua devono essere da qualche parte. Forse sono riusciti a raggiungere l'altro lato dell'Hard Lewis Rocks prima del grosso Re Cadwallon si ruppe e tornò nella sua posizione attuale.

A condizione che non ci sia troppa impennata, qualsiasi decompressione può essere comodamente evitata giocando tra le rocce poco profonde di Hard Lewis sopra il relitto. Ci sono molte piccole sezioni di crepe nei muri e canaloni nascosti sotto le alghe.

Quando arriva il momento di emergere, tuttavia, è meglio nuotare lontano dagli scogli, in modo che la barca abbia spazio per raccogliervi.

UN DESTINO NEBBIOSO

LA NEBBIA ERA, È E SARÀ SEMPRE, la maledizione dei marinai attorno alle Isole Scilly. Ha la brutta abitudine di scendere lì all'improvviso, sollevarsi altrettanto all'improvviso, poi serrarsi di nuovo velocemente, scrive Kendall McDonald.

Molti dei relitti intorno a queste isole devono la loro esistenza sottomarina alla nebbia. Re Cadwallon è un ottimo esempio. Era un piroscafo da 3,275 tonnellate della King Line di Glasgow, lungo 99 metri con una larghezza di 15 metri e un pescaggio di 7 metri. Aveva sei anni nel 1906, la nave aveva due caldaie e un motore a tre cilindri a tripla espansione che le dava 278 CV.

Con il capitano Joe Mowat in plancia e 27 membri dell'equipaggio impegnati a bordo, alle 8 del mattino del 21 luglio 1906 lasciò Barry Docks per Napoli. Nelle sue stive trasportava 5,043 tonnellate di carbone gallese.

Nonostante una brezza da sud, il Re Cadwallon si fece strada lungo il Canale di Bristol in una foschia sempre più fitta. Al largo di Lundy la nebbia si sollevò, dando al capitano giusto il tempo di fissare la sua posizione prima che diventasse più fitta di prima.

Da quel momento in poi, il capitano e l'equipaggio non videro altro che nebbia. Quando pensarono di essere vicini alle Isole Scilly, iniziarono a fare dei sondaggi ogni pochi minuti. Tutti i lanci del piombo segnalavano che si trovavano in acque molto profonde.

Nell'oscurità alle 5 del mattino del 22 luglio, il leader disse loro che avevano superato le 27 braccia (50 m). Tre minuti dopo il King colpì il punto più alto di Hard Lewis, uno dei reef delle Eastern Rocks delle Isole Scilly. L'Hard Lewis, alcune parti del quale emergevano da un fondale marino di 50 metri, ha visto almeno sei naufragi.

Re CadwallonIl motore di è stato spento immediatamente, proprio mentre la nebbia scompariva. Nel giro di 10 minuti la prua era piena di acqua nera come il carbone. Quando la nave iniziò ad inclinarsi a dritta, il capitano e l'equipaggio salirono sulle barche con le loro cose e galleggiarono sul mare calmo fino all'arrivo dei soccorsi.

Poco dopo il Re Cadwallon scivolò giù dalle rocce e affondò, più o meno verticale, nell'acqua profonda.

GUIDA TURISTICA

ARRIVARCI: Le Scilloniano salpa ogni giorno da Penzance, 01736/334220, oppure vola da Land's End con Skybus, 08457/105555, o in elicottero da Penzance, 01736/363871. Per un gruppo con kit per l'immersione è possibile prenotare un container per il trasporto Scilloniano.

MAREE: Il rallentamento dell'acqua è essenziale e si verifica a St Mary's con acque basse.

COME TROVARLO: Le Re Cadwallon si trova contro il lato nord di Hard Lewis Rocks. Le coordinate GPS sono 49 57.960N, 6 14.610W (gradi, minuti e decimali). Non preoccuparti di cercare l’eco, trova semplicemente una profondità di 15-20 metri a nord della roccia e poi nuota lungo il pendio.

IMMERSIONI, ARIA E ALLOGGIO: Servizi Diving di St Martin, 01720/422848, Scily Immersioni.

QUALIFICHE: La variazione di profondità rende questo relitto adatto ai subacquei che desiderano aumentare la propria esperienza di profondità senza impegnarsi in un'immersione con profilo rettangolare.

LANCIO: La strada è lunga rispetto allo scalo di Penzance, ma il viaggio è fattibile per un grande gommone in buone condizioni di mare, soprattutto se i subacquei prendono il traghetto.

ULTERIORI INFORMAZIONI: Carta dell'Ammiragliato 34, Isole Scilly, St Mary's Road. Mappa 101 di Ordnance Survey Explorer, Isole Scilly. Immergiti nelle Isole Scilly e nella Cornovaglia settentrionale, di Richard Larn e David McBride. Naufragi intorno alle isole Scilly, Gibson di Scilly. Informazioni turistiche sulle Isole Scilly.

PRO: Naufragato in un ambiente eccellente, questo è un buon relitto per i subacquei panoramici che si dilettano tra i relitti, ma c'è anche molto da esplorare per i relitti più appassionati.

CONS: Devi almeno rimbalzare in profondità per ottenere il massimo da questo relitto.

Grazie a Jo e Tim Alsop.

Apparso su DIVER agosto 2006

Altri tour sui relitti delle Isole Scilly su Divernet: Hathor e Plympton

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x