Tour del relitto 80: L'Alastor

Tour del relitto 80 L'Alastor
Tour del relitto 80 L'Alastor

Questo yacht a motore degli anni '1930 ha fatto notizia nel 2004 quando è stata rivelata la sua vera identità. JOHN LIDDIARD si reca in Irlanda del Nord per immergersi nel giocattolo di questo uomo ricco. Illustrazione di MAX ELLIS

TORNA QUANDO IL TOUR DEL RELITTO SERIE INIZIATA nel 1999 ho ricevuto un invito dal Lisburn Sub-Aqua Club per immergermi nel relitto del Alisdair, un classico yacht a motore degli anni '1930 affondato a 21 metri nel Ringhaddy Sound, sul retro dello Strangford Lough.

Mi ero immerso nel relitto in passato e pensavo che fosse un buon candidato, anche se tra una cosa e l'altra non sono riuscito a immergermi fino a maggio 2004, durante un viaggio in Irlanda del Nord ospitato da DV Diving.

Comunque il ritardo è stato fortuito perché avrei scritto del relitto sbagliato. Il SAC della Queens University aveva recentemente scoperto che si trattava in realtà del Alastor, uno yacht leggermente più grande originariamente costruito per il progettista di aerei Sir Thomas Sopwith nel 1929.

Quindi questo mese Giro del relitto è ora identificato correttamente Alastor, uno yacht a motore requisito dall'Ammiragliato durante la Seconda Guerra Mondiale, che prese fuoco e affondò al suo ormeggio nel marzo 1946.

Le Alastor può essere immerso sia da una barca che come immersione dalla riva lunga. Per un'immersione dalla barca, una boa segnaletica è fissata a una piccola bitta a poppa a 18 m (1), mentre per un'immersione da riva una cima dalla banchina conduce al lato sinistro della poppa (2).

Supporti incrociati per boa decorativa sullo scafo
Supporti incrociati per boa decorativa sullo scafo

Tra i due, un portello aperto (3) conduce ad un piccolo compartimento pieno di limo sotto il ponte.

A prua, lungo la linea centrale del relitto, una coppia di argani si trovano su un piedistallo lontano dal ponte (4), con una coppia di piccoli dissuasori nelle vicinanze (5).

Cabestano gemello vicino alla poppa
Cabestano gemello vicino alla poppa

La maggior parte del ponte posteriore è costituita solo da una struttura di travi in ​​acciaio, con il rivestimento in teak marcito. Si sarebbe potuto accedere alla piccola area di stiva sotto le travi attraverso un portello più grande (6) anche se, come il gavone di poppa, è interrato quasi al livello del baglio del ponte.

Proseguendo lungo la fiancata di dritta del relitto, un passaggio coperto (7) conduce lungo la sovrastruttura, con una coppia di torri di trivellazione che si innalzano sopra il relitto e si aprono nella posizione in cui sarebbero state per calare o recuperare la barca.

Restando al livello del ponte principale, la passerella termina e la parte prodiera della sovrastruttura copre tutta la larghezza dello scafo. I lati sono leggermente ripiegati lungo la metà della linea degli infissi rettangolari.

Sotto gli infissi, coppia di fermagli incrociati (8) avrebbe tenuto dei salvagente a forma di ciambella all'esterno dello scafo, più come decorazione che per un pronto dispiegamento.

Mentre la poppa è sepolta nel limo, la prua del Alastor (9) si trova più nella corrente del canale, ed è circondato da un considerevole sfondamento fino a 21 metri, l'unica parte del relitto non accessibile alle persone con conoscenze di base acqua aperta titoli di studio. La copertura di tunicati dello scafo lascia lentamente il posto a macchie di dita di uomo morto e di anemoni sulla punta della prua.

Tornando al livello del ponte principale, il ponte di prua è intatto e incassato con un verricello dell'ancora (10) e un paio di piccoli dissuasori su entrambi i lati. Questo è seguito da due piccoli portelli (11) al gavone di prua e alla stiva di prua. Come la stiva di poppa, queste sono riempite di limo quasi fino al livello del ponte.

La parte anteriore della sovrastruttura un tempo sarebbe stata una sistemazione di lusso. Ora il ponte superiore è marcito e le travi di sostegno all'interno sono crollate. Una coppia di telai in acciaio (12) una volta sarebbe stato rivestito di pannelli di legno, così come i lati della timoneria. Un po' più a poppa, sul ponte, si trova un albero (13).

Telaio dalla timoneria
Telaio dalla timoneria

Tutte le partizioni in legno tra le cabine sono marce da tempo in polvere, anche la vasca e il pavimento piastrellato del bagno (14), situato a dritta dove la sovrastruttura si restringe, evidenzia cabine individuali.

Uno spettacolo insolito per qualsiasi relitto è l'imbuto ancora in piedi (15). Nel AlastorNel caso di questo, l'imbuto è una copertura puramente decorativa per lo scarico del motore diesel sottostante, non la canna fumaria essenziale necessaria per una combustione efficiente nelle caldaie di una nave a vapore.

Sul lato di dritta dell'imbuto, guardando in basso tra le travi del ponte, vedrai un cilindro verticale (16). Questo è il serbatoio dell'acqua, separato dal bagno da una paratia in acciaio intatta.

Dietro il fumaiolo, una grande apertura lungo la linea centrale dello yacht (17) avrebbe fornito ventilazione alla sala macchine sottostante anche se, come per gli altri portelli, la discesa è interrata e il motore stesso è coperto.

Come sul lato di tribordo, il lato di babordo era dotato di un paio di torri di trivellazione, ma la torre di poppa è crollata sulle travi del ponte superiore (18).

La gru per barche si alza sopra il ponte
La gru per barche si alza sopra il ponte

Nel caso di un'immersione dalla barca, un breve primo passaggio attorno al relitto durerà circa 15 minuti, lasciando tutto il tempo per effettuare nuovamente il giro più lentamente prima di risalire sulla boa. Per un'immersione da riva, probabilmente è sufficiente un giro prima di seguire la lenza per tornare a riva. In entrambi i casi, il punto di partenza è a poppa (19).

COSTRUITO PER UN DEMONE DELLA VELOCITÀ

La maggior parte dei subacquei pensava che si chiamasse the Alisdair. Quando ciò si rivelò sbagliato, pensarono che fosse il Allister. Avevano quasi ragione. Ma ci sono voluti i subacquei del Sub-Aqua Club della Queen's University, Belfast, per scoprire il vero nome e la storia di questo yacht a motore in acciaio di 44 metri e 340 tonnellate. Fu infatti costruito per Sir Thomas Sopwith, scrive Kendall McDonald.

Thomas Octave Murdoch ("TOM") Sopwith, nato nel 1888, fu uno dei primi inglesi a imparare a volare. Quattro giorni dopo aver ottenuto la patente nel 1910, aveva stabilito un record di durata di 108 miglia in tre ore e 12 minuti. Seguirono i record di altezza, velocità e distanza. Iniziò quindi a costruire aerei secondo i suoi progetti. Si dice che i suoi biplani Sopwith Camel fossero i più grandi combattenti della prima guerra mondiale.

Dopo la guerra, trovò il tempo per battere il record mondiale di velocità sull'acqua per barche a motore, diventare un famoso pilota di auto da corsa e unirsi a Harry Hawker nello sviluppo di aerei militari. Come capo del gruppo Hawker Siddeley, Sopwith giocò un ruolo importante nello sviluppo del monoplano che sarebbe diventato il famoso Hurricane della Battaglia d'Inghilterra. Il gruppo fu responsabile del primo caccia a reazione britannico, il Meteor, oltre all'Hunter, al Javelin, al Sea Hawk e all'enorme bombardiere Vulcan. Sopwith morì nel gennaio 1989, all'età di 101 anni.

Nel 1927, i costruttori di yacht Camper & Nicholson avevano lanciato il Vita, uno yacht a motore di lusso, in gran parte progettato da Tommy Sopwith. Per adattarsi a quest'uomo veloce doveva essere veloce, ma forse non era abbastanza veloce per lui, perché nel giro di due anni l'aveva venduta a Sir John Shelley-Rolls. Lo ha ribattezzato Alastor, dopo una poesia del suo antenato, Percy Bysshe Shelley.

È stato saggio usare quel nome? Gli spiriti maligni erano chiamati dagli antichi “alastor”. Ma Sir John sembra essere stato soddisfatto del suo Alastor, poiché la possedeva ancora nel 1939, quando il Ministero dei trasporti di guerra la acquistò per utilizzarla come traghetto per i rifornimenti, trasportando rifornimenti alle navi militari all'ingresso di Strangford Loch per il rifornimento e il riapprovvigionamento.

Effettuò questo servizio durante tutta la guerra, ma l'11 marzo 1946 si decise che la malandata imbarcazione aveva bisogno di essere riverniciata prima di essere riconsegnata al suo proprietario. Era ormeggiato a circa 80 metri al largo di Ringhaddy Quay affinché il suo equipaggio potesse iniziare i lavori.

Nessuno sembra sapere se l'incendio scoppiato nella cambusa sia stato il risultato di un processo di pre-verniciatura, ma ha distrutto l'interno e il Alastor affondò cinque giorni dopo. Tutti e sei i membri dell'equipaggio sono fuggiti illesi.

Il tour del relitto di Alastor

GUIDA TURISTICA

ARRIVARCI: Servizio da Liverpool (Birkenhead) a Belfast della Norse Merchant Ferries, 0870 600 4321. Da Belfast, prendi la A20 fino a Portaferry, oppure la A22 e le strade locali fino a Ringhaddy

MAREE: Non è richiesta acqua stagnante, ma la visibilità è generalmente migliore durante una marea piena.

COME TROVARLO: Le Alastor si trova rivolto all'incirca verso est, nella posizione GPS 54 27.06N 05 37.71W (gradi, minuti e decimali). Per un'immersione dalla riva, una corda va dalla scaletta sul Ringhaddy Quay alla poppa della Alastor, che dista 80-100 metri dalla riva.

IMMERSIONI, ARIA E ALLOGGIO: Immersioni DV, 02891/861686 / 464671.

LANCIO: I RIB possono essere varati al molo dei traghetti di Portaferry, prestando però attenzione a non ostruire il traghetto.

QUALIFICHE: Le Alastor è abbastanza superficiale perché chiunque possa goderselo.

ULTERIORI INFORMAZIONI: Carta dell'Ammiragliato 2156, Strangford Lough. Relitti irlandesi in linea di Randall Armstong.

PRO: Ben riparato in caso di maltempo. Non è necessaria acqua stagnante.

CONS: Può creare confusione cercare di individuare la boa giusta tra tutti gli ormeggi dello yacht.

Grazie a David, Tony Vincent e Steve Phillips.

Qualche altra Irlanda del Nord Tour dei relitti: Bangor, Castello Eden, Hunsdon, Neotsfield, William Mannel

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x