Tour del relitto 69: Il Virginiano

il tour del relitto della Virginia
Il tour del relitto della Virginia

Questo peschereccio a vapore sopravvisse a due guerre mondiali solo per essere falciato da una nave Empire molto più grande nel 1946. La perdita della pesca nello Yorkshire fu un guadagno per i subacquei, afferma JOHN LIDDIARD. Illustrazione di MAX ELLIS

Per questo mese Giro del relitto, Ho pensato che fosse giunto il momento di visitare di nuovo lo Yorkshire. La mia intenzione originaria era quella di presentare un relitto sconosciuto a poche miglia a sud di Scarborough. I sommozzatori locali lo chiamano il relitto del siluro, a causa dei resti di un siluro che possono essere trovati tra ciò che resta delle stive anteriori.

Il problema con le “incognite” è ovviamente la mancanza di informazioni. Nonostante i migliori sforzi di Kendall McDonald, il nostro esperto di storia dei relitti, questo è rimasto sconosciuto, quindi siamo andati 30 miglia più lontano, sul Dogger Bank, per visitare il peschereccio. Virginiano.

Nel frattempo, se qualche lettore riesce a identificare il relitto del siluro, forse potremo presentarlo in futuro Giro del relitto.

Il nostro tour inizia dalla caldaia unica (1), che occupa gran parte della larghezza dello scafo. Il Virginian era un peschereccio a vapore lungo 115 piedi e di 211 tonnellate, con la caldaia situata approssimativamente a centro nave. Il relitto si è stabilizzato con uno sbandamento a sinistra, quindi con il lato inferiore dello scafo a sinistra, un sub è rivolto verso la prua.

A prua della caldaia, la base del verricello principale si estende sul ponte (2). La timoneria sarebbe stata situata sopra la caldaia, con vista sul verricello e sul ponte di prua, ma poiché sarebbe stata costruita in legno, non rimane traccia.

Il tamburo principale del verricello da traino è rotolato sul fondo del mare sul lato sinistro del relitto (3), leggermente inclinato in avanti.

Il mazzo stesso (4) è solo uno scheletro di centine e supporti in acciaio, che ospita enormi banchi di pettorali e poveri merluzzi. Ogni traccia del rivestimento in legno è marcita da tempo.

Più avanti, il ponte è completamente crollato attorno ai resti della mastra della stiva principale (5). Il lato di tribordo è aperto. Potrebbe essere qui il Virginiano si scontrò con la nave militare da 7,177 tonnellate Stocco dell'Impero? Se consideri la differenza di dimensioni tra queste due navi, sono sorpreso che Virginiano non è stato completamente demolito.

Il castello di prua si eleva sopra il ponte principale, anche se l'intera struttura rimane aperta perché il piano di calpestio in legno è nuovamente marcito lasciando uno scheletro di nervature d'acciaio sul ponte (6).

Il disegno delle nervature è interrotto da una linea di tre piccole aperture, la prima delle quali avrebbe condotto al raccoglicatena. Sospetto che gli altri due fossero un lucernario e la discesa, protetti da una copertura di legno.

La parte anteriore del ponte sul castello di prua è in acciaio e monta un piccolo verricello per l'ancora (7). Non ci sono tubi di cubia e la catena sarebbe stata alimentata attraverso un piccolo passacavo su entrambi i lati della prua; quello di sinistra rimane come un anello solido appena arretrato rispetto alla punta della prua.

Dirigendosi a poppa della caldaia, una sezione erosa del ponte d'acciaio (8) è caduto a babordo lasciando esposto il motore. Il motore principale è un convenzionale motore a vapore a tre cilindri a tripla espansione (9), con un piccolo motore ausiliario che alimenta un generatore (10) al lato di dritta della sala macchine.

Immediatamente dietro la sala macchine, un'unica torre di trivellazione si trova leggermente a sinistra (11). Penso che questo sarebbe stato uno di due per sollevare una barca, ma non sono riuscito a trovare traccia della seconda torre. Una coppia di bitte è montata sul lato di dritta del ponte e sospetto che ce ne sia una coppia corrispondente sul lato di babordo, ora oscurata dal ponte che è caduto da sopra la sala macchine.

Come i ponti di prua, quelli di poppa sono solo uno scheletro di nervature d'acciaio, il ponte di legno è marcito da tempo. La mastra per un unico portello più grande si trova al centro del ponte di poppa (12), con una solida copertura di traverso sul ponte proprio a prua.

La poppa è senza dubbio la parte più bella del relitto. Costole d'acciaio si estendono verso l'alto attorno alla poppa, dove sarebbero stati costruiti i trincarini, ricoperti di anemoni piumati. Al centro, il quadrante dello sterzo punta dritto in avanti (13). Sotto la poppa (14), rimane solo il telaio del timone. Non sorprende che anche questo punti dritto al futuro.

Con un po' di perlustrazione e la lista da portare, il VirginianoL'elica a quattro pale può essere vista ancora al suo posto, a prua del timone.

Elica e telaio del timone sotto la poppa
Elica e telaio del timone sotto la poppa

Dopo aver coperto il relitto, la risalita dipende dallo skipper. Mi sono tuffato Virginiano dalla barca di Gordon Wadsworth Jane R.

Per evitare di finire nelle zone di esclusione tra i vari impianti e piattaforme di produzione dell'industria del gas e del petrolio, Gordon ha un sistema per legare la sua barca a un relitto che richiede un ritorno alla linea per la risalita (15).

CORSO ATTRAVERSO DA PINZA

Essendo sopravvissuto a entrambe le guerre mondiali, sembra difficile che il peschereccio a vapore Virginiano doveva essere affondato da un altro sopravvissuto alla guerra, scrive Kendall McDonald.

Costruito a Beverley, nel cantiere di Cook Welton & Gemmel nel 1906, il Virginiano era di proprietà della Onward Fishing Co di Grimsby. È stata una barca molto gratificante per Onward, che ha pescato con grande successo sul Dogger Bank da Hull per quasi 40 anni. Era lungo 35 metri con una larghezza di 7 metri e un diametro di 3 metri.

Il 5 novembre 1946 stava svolgendo le sue normali attività, viaggiando verso le zone di pesca in zavorra. Si trovava a circa 30 miglia a nord-nord-est della foce dell'Humber e non aveva ancora posato nessuno dei suoi attrezzi quando era fuori dal porto. l'alba arrivò velocemente Stocco dell'Impero, una delle grandi navi da sbarco di fanteria che avevano preso parte allo sbarco in Normandia.

I Stocco dell'Impero era uno dei 13 Impero navi costruite in America con Lease Lend e consegnate alla fine del 1943 al Ministero dei trasporti di guerra britannico, per essere utilizzate come trasporti militari. Tutti furono costruiti dalla Consolidated Steel Corporation di Wilmington, California, e pesavano tutti 7,177 tonnellate e erano lunghi 127 metri, con una larghezza di 18 metri e motori a turbina con ingranaggi.

E tutti erano pronti per il D-Day con un cannone da 4 pollici, uno da 12 libbre e dodici cannoni antiaerei da 20 mm. Quando ha colpito il Virginiano, il peschereccio molto più piccolo non ebbe alcuna possibilità e affondò nel giro di 10 minuti. IL Stocco dell'Impero è stato solo leggermente danneggiato e ha raccolto il Virginianoprima di proseguire per i Paesi Bassi.

Due di queste navi da sbarco di fanteria (grandi) furono affondate durante le operazioni in Normandia, ma la Stocco dell'Impero sopravvisse per tornare di proprietà degli Stati Uniti nel 1948 e per essere demolito nel New Jersey nel 1966.

GUIDA TURISTICA

ARRIVARCI: Da sud, seguire la A1(M) verso nord, quindi prendere la A64 oltre York fino a Scarborough. Da nord, lasciare la A1(M) sulla A61 o A168 per Thirsk, quindi prendere la A170 per Scarborough.

MAREE: Il rallentamento dell'acqua avviene quattro ore dopo l'alta o la bassa marea di Scarborough.

COME TROVARLO: La posizione GPS è 53 40.868 N, 0 48.675 E (gradi, minuti e decimali), 25.83 miglia nautiche ENE da Spurn Head. Non sono presenti transiti. Il relitto si trova a prua a nord-ovest.

IMMERSIONE E ARIA: Jane R, imbarco a Scarborough, 0777 585 1150. Questa crociera trascorre la maggior parte dell'anno in Norvegia o Oban, ma può essere disponibile per il noleggio da Scarborough perché cambia posizione a fine estate o all'inizio dell'autunno.

LANCIO: Lancio dallo scivolo o dalla spiaggia disponibile a Flamborough, Bridlington e Hornsea.

ALLOGGIO: Per rimanere a terra, contattare le informazioni turistiche: Scarborough 01723/373333; Bridlington 01262/673474; Hornsea 01964/536404.

QUALIFICHE: Adatto per BSAC Sports Diver o equivalente.

ULTERIORI INFORMAZIONI: Carta dell'Ammiragliato 121, Flamborough Dirigiti a Withernsea. Mappa dell'Ordnance Survey 101, Scarborough, Bridlington e Filey. La guida completa ai naufragi della costa orientale Vol 2, di Ron Young. Immersione nello Yorkshire, di Arthur Godfrey e Peter Lassey.

PRO: Una dimensione ideale per un'immersione no-stop o solo qualche minuto di sosta a questa profondità.

CONS: Non molte barche charter per immersioni possono portarti lì

Grazie a Gordon Wadsworth, Helen George, Andy Moll, Ron Young e ai membri del Severnside BSAC.

Apparso su Diver nel novembre 2004

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x