Tour del relitto 47: Il Kyarra

Il tour del relitto di Kyarra
Il tour del relitto di Kyarra

Un grande favorito britannico finalmente arriva sotto i riflettori questo mese, quando JOHN LIDDIARD osserva un transatlantico affondato durante la Prima Guerra Mondiale al largo di Swanage carico di profumi, orologi, champagne e un sacco di ottone. Illustrazione di MAX ELLIS.

Tubo della cubia rotto con la catena che lo attraversa sul Kyarra
Tubo della cubia rotto e attraversato da una catena

Fai una gita nella vivace cittadina balneare di Swanage on the Dorset coast and your immediate diver’s observation will be that two dive sites dominate the local diving scene. There’s under the pier, and there’s the wreck of the liner Kyarra.

Swanage Pier ha la reputazione di una delle migliori immersioni dalla riva della costa meridionale, e il Kyarra is justifiably a very popular wreck. If you have already dived it you will know what I mean, and if you have not, then there is no doubt it’s about time you did.

Il relitto è lungo 126 metri, ma si trova a una profondità ideale per sfruttare al massimo il nitrox. Scegli il giusto mix ed è possibile percorrere l'intera lunghezza in una sola immersione senza avere fretta, e avere ancora il tempo per fare qualche escursione lontano dal ponte.

Ma è una grande nave e ci sarà ancora molto da vedere nelle immersioni future.

Un tuffo nel Kyarra di solito inizia a centro nave sulla ringhiera di porto (1) perché è lì che viene invariabilmente legata una boa al relitto.

Il relitto giace sul lato di dritta, con la ringhiera di sinistra più in alto a circa 23 metri. Con il ponte sotto di te e la ringhiera alla tua sinistra, sarai rivolto in avanti.

Proseguendo in questa direzione, una grande apertura nel ponte precede le caldaie. Quest'area si è aperta, lasciando fuoriuscire una caldaia dal relitto (2). Un'altra caldaia (3) è rotolato via dal relitto prima che lo scafo e il ponte crollassero sul locale caldaia.

The fire holes are at the front and top of the boiler, showing that it has rolled just over 90’s?, as the wreck is already resting on its starboard side.

Le Kyarra aveva quattro caldaie, il che ne lascia altre due sepolte all'interno.

Proprio dietro questa caldaia (4) è un'area del relitto in cui sono state ritrovate stoviglie sepolte nel limo.

Avanzando un po' oltre, superiamo alcune costole verticali e una spaccatura nei rottami (5) fornisce un accesso alla parte anteriore del locale caldaia.

In passato ho viaggiato dall'apertura alla prima caldaia (2) proprio attraverso il locale caldaia, uscendo da questa fessura (5), though the wreck has now decayed to the point where I don’t think this is any longer possible.

Verricello vicino sulla Kyarra
Verricello nelle vicinanze

Proseguendo in avanti, il ponte è crollato quasi appiattito sul fondale.

I resti del piano di calpestio in teak sono rotti dalla cornice di una stiva con un verricello capovolto proprio a sinistra (6). Questa è un'area del relitto in cui sono state ritrovate bottiglie di profumo.

Da qui in poi il relitto diventa piuttosto confuso. Il modo più semplice per trovare la prua è seguire il lato di dritta del relitto oltre l'albero crollato e la torre di trivellazione della barca. (7).

Una stiva che si apre appena davanti alla base dell'albero (8) conduce ad un'area in cui sono state rinvenute casse di orologi da tasca.

Appena passato un secondo derrick (9), il verricello dell'ancora è ancora fissato ad una zona rinforzata del ponte di prua (10), anche se è parzialmente rotto. Una sezione di catena avanza attraverso l'estremità di un tubo di cubia e scompare sotto i rottami.

La profondità qui è di circa 32 metri.

Scatola dello sterzo sul Kyarra
Sterzo

La parte superiore dell'arco si è rotta, lasciando sporgere solo il bordo d'attacco e alcune nervature.

Più in basso, una parte sostanziale della prua è intatta e poggia sul lato di dritta, mentre il lato di sinistra si innalza di 4 o 5 metri sopra il fondale marino (11).

Trovare la strada del ritorno lungo il relitto può creare confusione, soprattutto in condizioni di scarsa visibilità. Idealmente, punterei a seguire la linea del lato sinistro del ponte fino a quando il relitto non riacquista una forma e la ringhiera è di nuovo intatta. (12).

In passato, finivo per pensare di seguire una linea retta, ma in realtà nuotavo in tondo verso la prua.

Una deviazione verso la chiglia del relitto da qui mostra che il lato sinistro dello scafo è crollato a forma di W rovesciata (13).

Più a poppa, nella valle dell'O, i resti di uno dei KyarraI due motori sporgono dalla fiancata dello scafo (14).

Albero dell'elica sul Kyarra
albero di trasmissione

L'albero dell'elica conduce a poppa, apparendo e scomparendo sotto le lastre di rottami (15).

The stern used to be fairly intact, but has recently broken off to leave debris on the seabed, with the rudder, rudder post and steering gear separated cleanly from the rest of the wreck just off the stern (16).

Avanzando ancora, la fiancata sinistra del relitto è crollata, con i resti di un argano e di un grande argano quasi a poppa (17).

Poi arrivano i portelli di altre due stive (18) e un grande argano posto sul ponte (19). Potresti trovare piccole pozzanghere d'argento sul fondo del mare in questa zona: mercurio liquido fuoriuscito dal carico.

Albero a gomiti del motore di porta del Kyarra
Albero a gomiti del motore di babordo

Un grande buco nel ponte (20) sarebbe stata l'area di ventilazione principale sopra i motori. È un po' stretto, ma è possibile attraversarlo a nuoto fino a dietro le caldaie (2).

L'accesso ai motori è bloccato dal collasso del lato sinistro dello scafo e il percorso verso l'interno del relitto avviene attraverso un groviglio di detriti.

Dato che il sito è piuttosto occupato, gli skipper generalmente preferiscono che i subacquei rilascino un SMB in ritardo piuttosto che affollare la linea ed eventualmente tirare sotto la boa.

Thanks to Richard ‘Titch’ Titchener, Peter Williams, Nick Herbert and Dorset Divers.

THE ‘SHIP MADE OF BRASS’

‘The ship that was made of brass’ was what they called the 6953 ton Kyarra, una nave da carico e passeggeri a doppia elica, lunga 415 piedi e larga 52 piedi, quando fu varata da Denny Bros a Dumbarton il 2 febbraio 1903.

Ed è vero che tutto ciò che poteva esserci a bordo era fatto di ottone, scrive Kendall McDonald. Da prua a poppa, i suoi oblò erano di ottone pesante e gli accessori interni ed esterni di ottone massiccio, così come le maniglie delle porte, le luci di navigazione, le targhette e persino i supporti terminali delle panche sui ponti.

Bitta e ringhiera vicino alla poppa del Kyarra
Bitta e ringhiera vicino a poppa

Le Kyarra fu registrato a Freemantle prima della prima guerra mondiale e effettuò la corsa dall'Inghilterra all'Australia per l'Australasian United Steam Navigation Co.

Durante la guerra, fece la stessa cosa, oltre ad aiutare a sbarcare le truppe di spedizione Anzac nei Dardanelli.

Nel 1917 divenne una nave da sgombero vittime e aveva un cannone a fuoco rapido da 4.7 pollici montato a poppa come difesa contro gli U-Boot.

Ma non l'avrebbe aiutata quando salpò da Tilbury per il suo ultimo viaggio il 24 maggio 1918.

Le era stato ordinato di imbarcare 1000 soldati australiani feriti di guerra a Devonport e di riportarli a Sydney. Doveva trasportare anche alcuni passeggeri civili e un carico generale completo.

Nelle prime ore del mattino del 26 maggio, il Kyarraaveva superato l'Isola di Wight e si stava muovendo velocemente attraverso mari calmi intorno ad Anvil Point.

Captain William Smith didn’t know it, but German submarine ace Oberleutnant Johann Lohs was watching him through the periscope of UB-57.

Lohs stava svolgendo una bella missione fuori Zeebrugge. Due giorni prima aveva affondato il transatlantico P&O Moldova, convertito in incrociatore mercantile armato.

This time he used a torpedo to hit the Kyarra nel suo lato sinistro a centro nave, uccidendo sei membri dell'equipaggio. Gli altri furono imbarcati sulle scialuppe di salvataggio. Sette minuti dopo il Kyarra tuffato sotto il naso.

Ron Blake and his wife Linden were the next to see her when they dived an obstruction they thought was a reef in 1966. A year later their club, Kingston BSAC, bought the ship for £120, though not the mixed cargo, valued at £1500 when she sank.

Da allora migliaia di subacquei hanno messo il Kyarra nei loro giornali di bordo.

And they have discovered just how mixed her cargo was – bottles of champagne, red wine, beer and vinegar, bales of silk and cloth, French perfume, lino, sealing wax, medical supplies, cigarettes, silver purses, men’s big pocket watches, ladies gold wrist-watches and, of course, masses of brass.

GUIDA TURISTICA

La mappa di Kyarra
La mappa di Kyarra

ARRIVARCI: Seguire la A351 oltre Corfe Castle fino a Swanage e seguire le indicazioni per il centro città e il molo. Il parcheggio sul molo è limitato, quindi preparati a lasciare i subacquei e l'attrezzatura e utilizzare il parcheggio più in alto sulla collina.

MAREE: L'allentamento si verifica un'ora prima e sei ore dopo l'acqua alta a Dover. La visibilità è solitamente migliore con acque lente.

COME TROVARLO: La posizione grafica del Kyarra è 50 34.90N, 001 56.57W (gradi, minuti e decimali).

Di solito c'è una boa legata alla ringhiera a centro nave. Trascinato dalla marea, affiorerà in acque calme. Altre coordinate pubblicate concordano con la latitudine, ma la longitudine può variare fino a 0.03 minuti verso ovest.

Questo è più un segno delle dimensioni della nave che un'inesattezza fondamentale nei numeri.

IMMERSIONE E ARIA: Swanage Tuffatore, lo skipper Peter Williams (01929/423551) o puoi Crotalo cerastre ed Stella, skipper Martin Jones (01929 427064, Sito web di noleggio barche Swanage). Aria e nitrox sono disponibili sullo Swanage Pier da Divers Down (01929/423565).

LANCIO: Gli scontrini sono disponibili a Kimmeridge, Swanage e Poole.

ALLOGGIO: Ci sono molti B&B, piccoli alberghi e campeggi. Contatta Swanage Turista Informazione (01929/422885).

QUALIFICHE: Non per i principianti, ma puoi fare una bella immersione senza entrare in decompressione.

ULTERIORI INFORMAZIONI: Carta dell'Ammiragliato 2610, Bill di Portland a Anvil Point. Mappa dell'Ordnance Survey 195, Bournemouth, Purbeck e dintorni.

Immersione nel Dorset, di John e Vicki Hinchcliffe. Indice dei naufragi delle isole britanniche Vol 1, di Richard e Bridget Larn. Relitti del Dorset, di Steve Shovlar.

PRO: Un grande relitto, parzialmente intatto, con molto da vedere.

CONS: Potrebbe essere molto impegnato sul relitto, sopra di esso, e allo Swanage Pier.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x