Tour del relitto 160: Il Whitehaven

Tour del relitto 160 Il Whitehaven
Tour del relitto 160 Il Whitehaven

Questo mese abbiamo un doppio incontro per il tuo divertimento: due piccole navi affondate a distanza di 10 anni l'una dall'altra in epoca vittoriana al largo del Pembrokeshire. JOHN LIDDIARD guida il tour, con MAX ELLIS che fornisce le illustrazioni

IL NOSTRO SECONDO Il minitour del Pembrokeshire prevede il rimorchiatore a pale da 232 tonnellate Whitehaven, che affondò nuovamente in condizioni di calma, questa volta appena fuori dall'estremità meridionale del Ramsey Sound. Il relitto giace lungo un burrone con la caldaia ribaltata (1).

Lo skipper Mark Deane, assistito da Bob Lymer, vi aveva precedentemente legato una piccola boa, quindi non abbiamo perso tempo a trovare il relitto.

Lungo il lato della caldaia, un serbatoio del vapore e un essiccatore (2) punta all'incirca a poppa.

Una sezione del motore, nascosta dietro la caldaia di poppa
Una sezione del motore, nascosta dietro la caldaia di poppa

I relitti sono ora sparsi lungo il burrone roccioso fino a una piccola sezione della poppa (3), con un foro nel quale sarebbe stato montato il timone.

La parte superiore del montante del timone con la barra del timone ancora attaccata si trova appena su un lato (4). Questo è il punto più profondo del relitto a 18 metri in acque basse.

Andando ancora in avanti, le sezioni più grandi del relitto si trovano sul lato di dritta della caldaia (5).

Tuttavia, spostandosi verso sinistra, appena a prua della caldaia, si scopre una sezione del tubo del vapore (6) che conduce in avanti verso il motore.

Il primo segno della macchina in movimento è l'albero e il mozzo della ruota a pale di sinistra (7), ancora collegato tramite un tratto di albero motore e biella al motore bicilindrico composito (8).

Parte dell'albero motore
Parte dell'albero motore

Questo era inclinato e montato davanti alle ruote a pale; sotto di esso sono ancora visibili i sostegni a forma di cuneo.

Il fulcro della pagaia di dritta (9) è rotto dall'albero e si trova accanto al motore.

L'orientamento del motore ha portato alcuni subacquei a pensare che l'estremità appena visitata sia la prua.
Con le pagaie, non è necessario montare le caldaie a prua del motore perché non c'è un albero che conduce a poppa all'elica.

Proseguendo verso prua, i resti di una paratia (10) coprire la larghezza del relitto. Un po' più avanti e ad angolo sul lato di dritta del relitto c'è una sezione dell'albero (11).

Man mano che il relitto si restringe, il nostro tour arriva alla seconda caldaia (12), anch'esso ribaltato con i forni in alto e l'essiccatoio a vapore (13) sporgente a dritta.

Tenendo presente il peso dell'acqua in una caldaia, mettendo una caldaia alle due estremità con il motore al centro si sarebbe ottenuto uno scafo ben bilanciato con spazio per una piccola stiva accanto al motore.

Dopo aver visto le sezioni della timoneria a poppa, la prova definitiva che si tratta effettivamente della prua è una piccola ancora modello Admiralty. (14).

NAVIGAZIONE PIÙ SCARSA

IL BIANCOHAVEN, rimorchiatore a pale. COSTRUITO 1875, affondato 1879

LA PRATICITÀ DELLA CORSA Le navi a vela commerciali furono ampliate con l'uso di rimorchiatori a vapore per trainarle dentro e fuori dal porto e nelle acque costiere alle due estremità dei loro viaggi. Molto tempo dopo che la propulsione a elica divenne la norma, i rimorchiatori continuarono a essere costruiti con ruote a pale per la manovrabilità.

Su una nave piccola come un rimorchiatore, era pratico costruire l'albero a pale con una frizione, consentendo al rimorchiatore a pale di ruotare attorno al proprio centro. Vela e remi, due tecnologie obsolete, prolungarono la loro vita lavorativa insieme.

Il rimorchiatore a pale in ferro da 232 tonnellate Whitehaven faceva parte di una successione di proprietà degli amministratori del porto di Whitehaven in Cumbria. Fu costruito nel 1875 dalla Whitehaven Shipbuilding Co, con macchinari composti da 80 CV da Rankin & Blackmore di Greenock.

Specialista in motori a pale, Rankin & Blackmore successivamente costruì quello che guida il Waverley, un piroscafo che effettua ancora oggi viaggi passeggeri.

Il 21 maggio 1879, il Whitehaven era in transito da Liverpool a King Road, alla foce del fiume Avon nel Canale di Bristol. Il capitano James Hodgson e il suo equipaggio di 10 persone avevano a bordo 12 passeggeri.

Il mare era calmo ma nebbioso quando, dirigendosi lungo Ramsey Sound, l'attenzione del Capitano Hodgson fu attirata da un mare increspato circa 150 metri più avanti. Sebbene consapevole del pericolo di Horse Rock, Hodgson non ha intrapreso alcuna azione per evitarlo, pensando che l'increspatura fosse parte della corsa delle maree alla fine del suono.

Alle 10:XNUMX il Whitehaven colpì, poi continuò con la marea ad affondare al largo di Porth Clais. La corte d'inchiesta ha attribuito la perdita del Whitehaven per una navigazione imprudente e sospese il capitano Hodgson.


La guida turistica di Whitehaven
La guida turistica di Whitehaven

GUIDA TURISTICA

ARRIVARCI: Segui la M4 e la A40 verso Haverfordwest e poi verso St David's. Da lì è segnalato Porth Clais.

COME TROVARLO: Le coordinate GPS sono 51 50.876 N, 005 16.790 W (gradi, minuti e decimali). Il relitto giace nei canaloni e quindi può essere difficile da trovare. La sua posizione è a circa 700 metri a sud di Half Tide Rock. Alla caldaia può essere fissata una piccola boa. In caso contrario potrebbe essere necessario effettuare una ripresa sulle coordinate GPS ed effettuare una ricerca subacquea.

MAREE: L'acqua stagnante è circa due ore dopo Milford Haven con l'acqua bassa. I subacquei esperti potrebbero essere in grado di immergersi nel relitto con una bassa marea.

IMMERSIONE E ARIA: Celtic Diving opera charter di imbarcazioni rigide su Stella errante fuori dal porto di Fishguard, 07816/640684. La fonte di nitrox più vicina è Old Mill Diving Services vicino a Milford Haven, 01646/690190.

ALLOGGIO: B&B tramite Celtic Diving a Pwll Dewi.

LANCIO Lancio sullo scivolo e spiaggia a Porth Clais. La banchisa è bagnata solo durante l'alta marea.

QUALIFICHE: Entry-level (a bassa marea).

ULTERIORI INFORMAZIONI: Carta dell'Ammiragliato 1482, Piani nel sud-ovest del Galles. Mappa dell'Ordnance Survey 157, Zona di St David e Haverfordwest. Informazioni turistiche Fishguard, 01348/872037.

PRO: Un'occasione insolita per immergersi in un rimorchiatore a remi.

CONS: Difficile da trovare, poiché si trova tra canaloni rocciosi.

PROFONDITÀ: -20 m

GRADO DI DIFFICOLTÀ:

Grazie a Bob Lymer, Mark Deane, Jim Hopkinson e Ron Young

Apparso su DIVER marzo 2012

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x