Tour del relitto 16: Il Murree

Tour del relitto di Murree
Tour del relitto di Murree

It was women and children first when this huge Pakistani freighter sank in the English Channel – only they weren’t supposed to be there! JOHN LIDDIARD visits the scene some 10 years on. Illustration by MAX ELLIS

Ci crederesti che una delle mie immersioni più memorabili del 1999 sia stata in una piscina profonda 2 metri? Supponiamo che ti dica che questa piscina si trova sulla sovrastruttura di una nave portacontainer da 12,000 tonnellate a una profondità di 50 metri!

Mi stavo immergendo nel relitto del Murree, una delle navi mercantili di proprietà della Pakistani National Shipping Corporation che effettuava corse regolari dall'Europa al Medio Oriente e a Karachi fino al naufragio nel Canale della Manica nel 1989.

Il drammatico salvataggio delle 40 persone a bordo fu successivamente trasmesso dalla BBC 999 serie, con un misto di ricostruzione e realtà video sparato dagli equipaggi degli elicotteri.

Con il relitto appoggiato su un fondale marino di 70 metri e la sovrastruttura che si innalza fino a 38 metri, il Murree attraversa il confine tra le immersioni in aria profonda e quelle trimix. Tutti i subacquei della nostra immersione sono in onda, quindi è fondamentale posizionare la ripresa vicino alla parte superiore del relitto.

Lo skipper arma una cima da 45 metri con un rampino per posizionarla il più vicino possibile al ponte. Il primo tentativo va un po' alla deriva, poi regge, ma il nostro skipper non è soddisfatto. L'inquadratura viene tirata e riposizionata con sua soddisfazione.

Per i primi metri la visibilità è OK, anche se un po' lattiginosa. Mentre scendo lungo la lenza, l'acqua si schiarisce gradualmente fino a quando le condizioni sono quasi perfette.

Le solite preoccupazioni se lo scatto sarà posizionato correttamente sul relitto mi attraversano la mente, ma vengono presto messe a tacere quando supero i 30 metri e il panorama della sovrastruttura si apre sotto di me. Altri subacquei possono essere individuati dalle luci e dai flussi di bolle.

Fedele alle intenzioni del nostro skipper, l’inquadratura è ben posizionata al centro del ponte di sinistra ala, a poco più di 40m (1). Prendendomi un minuto o due per calmarmi, noto che il ponte è ricoperto di fragili stelle, con una manciata di anemoni nani piumati. Sulle superfici verticali prevalgono gli anemoni, che conferiscono al relitto un colore screziato di arancione e bianco – una buona copertura per soli 10 anni sott'acqua.

Andando verso poppa e verso il basso, la sovrastruttura si restringe, con un taglio per una delle barche della nave. La barca è scomparsa da tempo, le gru pendono dai lati altrimenti anonimi del relitto (2).

A metà dei gradini che conducono a questo ponte, un portello aperto conduce sotto la timoneria (3). La cabina si estende su tutta la nave, parzialmente interrata, con molti cavi sciolti che pendono dal soffitto. Fuori dalla corrente principale, gli anemoni che crescono sui cavi sono più lunghi e delicati.

Le finestre nella parte anteriore sono rotte e forniscono una quantità ragionevole di illuminazione ambientale. Entrando, una porta laterale conduce ad un bagno.

Tornando fuori, e proseguendo verso poppa, un enorme albero si profila dall'oscurità davanti a noi (4). Più esposta alla corrente, è ricoperta da magnifici anemoni lunghi e bianchi.

Mentre mi fermo per scattare qualche foto, il mio amico scende sulla ringhiera di poppa a poco meno di 60 metri (5). È stato da questo ponte che l'equipaggio e le loro famiglie sono stati portati in salvo dagli elicotteri di salvataggio della RAF.

Mi avvicino all'albero di dritta per scattare qualche foto delle reti stese sopra (6), il mio amico visibile in basso e sale per raggiungermi mentre salgo di un livello attraverso la struttura di un tettuccio parasole a poppa della sovrastruttura (7).

È qui che troviamo uno dei punti più divertenti della nostra immersione, la piscina della nave (8). Cogliendomi impreparato e leggermente confuso a 50 m, mi ci vuole qualche istante per rendermi conto di cosa si tratta. Dopo averlo trovato, non mi resta che immergermi, 2 metri velocemente fino al fondo. I pochi piccoli anemoni sul fondo della piscina sembrano perdere una guerra contro un tappeto contorto di fragili stelle.

A prua della piscina saliamo attraverso un'altra ringhiera che funge da tendalino parasole. Qui, una scatola obliqua sul ponte segnala i portelli di ventilazione della sala macchine (9). Uno è aperto. Sbirciando dentro, la vastità dell'interno sconfigge il raggio della mia torcia subacquea.

We have to remove our deco tanks and tie them off to a nearby railing to fit in here. Descending through the opening, we pass ladders and catwalks surrounding odd bits of machinery. Level with the main deck outside, we can just make out the top of the engine below us.

Tornati sul ponte, il lato di dritta della sovrastruttura ha una buona serie di reti drappeggiate su di essa (10). Tuttavia, le ringhiere del parasole tengono la rete ben lontana dal ponte.

Andiamo ancora avanti, verso il ponte di dritta ala, vediamo che l'imbuto è crollato a lato della sovrastruttura (11), appoggiato in posizione sopra l'apertura per la barca di dritta.

La struttura portante dietro il ponte è aperta e mostra un altro possibile percorso verso la sala macchine (12). Il ponte di tribordo ala (13) has a clear deck in a mirror image of the similar port bridge wing.

Large pollack, pouting and poor cod patrol across the deck and off the side of the wing. Not an enormous shoal, but they seem to be surviving the nets. A door leads invitingly into the wheelhouse, offering a clear view across to the corresponding door on the port side (14).

All'interno, i cavi che pendono dal soffitto sono decorati con ancora più anemoni e spugne bianche fitte. Le basi di vari strumenti a ponte spuntano dai detriti sul pavimento. Non ha molto senso cercare souvenir; alcune delle chicche furono apparentemente liberate subito dopo Murree affondò e si rivelò essere in gran parte di plastica.

C'è molta luce che entra nella timoniera attraverso le grandi finestre anteriori. Questi forniscono anche punti di uscita alternativi, ma fai attenzione alle reti drappeggiate. Guardando in basso verso il ponte di carico sottostante, si può vedere il profilo di uno degli enormi alberi di carico, crollato all'indietro e quasi toccando la parte anteriore della sovrastruttura (15).

L'ultima coppia a partire, tiriamo fuori la linea di tiro per farla penzolare a 45 m nell'acqua blu-verde. Tutti i subacquei hanno avuto cura di risalire il tiro. Situato ai margini della rotta di navigazione della Manica, il nostro skipper non vuole che nessuno si separi dal gruppo su una SMB in ritardo.

La lunga risalita inizia con 40 minuti di soste decompressive. Respirare Nitrox 80 lascia tutto il tempo per sognare l'opportunità di immergersi Murree ancora una volta, magari esplorando più a fondo all'interno dell'alloggio. Tutto quasi al limite dell'immersione in aria - o forse dovrei dedicarmi al trimix, perché c'è ancora di più da esplorare Murree se ci avventuriamo oltre le profondità delle immersioni in aria.

chiamata 999

Chiunque abbia guardato il 999 programma sul Murree sulla BBC TV dobbiamo ricordare lo straordinario salvataggio in elicottero di 40 persone – l'equipaggio, le loro mogli e i loro figli – da questa grande nave mercantile e portacontainer.

La motonave pakistana da 11,940 tonnellate, carica di carico generale e con il suo ponte di 45 metri impilato in alto con tre strati di container, stava scendendo la Manica da Tilbury al suo porto di origine di Karachi quando si è imbattuta in una tempesta con venti da uragano . Era il 28 ottobre 1989.

Mentre la nave combatteva in mari enormi 15 miglia a sud-est del punto di partenza, la forza della tempesta ha liberato un faraglione, trascinando i container fuori bordo. Uno di questi, ancora trattenuto alla nave da una gomena, tornò a rientrare nella fiancata della nave. Le piastre furono divise e la stiva anteriore cominciò ad allagarsi.

La chiamata del Mayday del capitano è stata ricevuta dalla guardia costiera di Brixham. Ben presto sulla scena arrivò un elicottero della RNAS Culdrose, ma il MurreeIl ponte di prua era già sott'acqua. L'elicottero ha dovuto chiamare i soccorsi quando ha scoperto che invece dei 14 membri dell'equipaggio elencati c'erano 40 uomini, donne e bambini da salvare.

Three helicopters were finally used to winch up everyone. While the rescue was going on, the Murree continuavano a imbarcare acqua al punto che il ponte di prua era completamente sommerso e i container sopportavano tutta la forza del mare che si infrangeva.

Gli ultimi a partire furono due membri dell'equipaggio dell'elicottero. Quando la nave si inclinò verticalmente, con la prua verso il basso, dovettero saltare per circa 30 metri dalla poppa in mare per evitare di essere risucchiati dalla nave mentre affondava. Alla fine furono prelevati da uno degli elicotteri in attesa.

ARRIVARCI: Mi sono tuffato Murree dal mv Maureen da Dartmouth. Dalla fine della M5 proseguire verso sud sulla A38. Svoltare a sinistra sulla A384 per Totnes, poi sulla A3122 per Dartmouth. A Dartmouth, Maureen riprende dal pontile galleggiante solo nel sistema a senso unico. Una volta scaricati, il parcheggio per sosta lunga più vicino è il park-and-ride in cima alla collina, anche se potresti essere abbastanza fortunato da trovare un parcheggio più vicino in una strada laterale.

IMMERSIONE E ARIA: Le Murree si trova a circa 22 miglia a sud-est del punto di partenza, a metà strada tra lì e Alderney nelle Isole del Canale, posizione registrata 49 57.51N, 314.09W (gradi, minuti e secondi). Tenendo presente l'attrezzatura necessaria e il MurreeGrazie alla sua vicinanza alle principali rotte marittime, questa deve essere davvero un'immersione in barca rigida, sia su una crociera che su una barca diurna dai porti del Devon meridionale o del Dorset. MaureenLo skipper è Mike Rowley.

MAREE: Due ore prima e quattro ore dopo l'acqua alta a Plymouth.

ALLOGGIO: Se non ti stai immergendo da una crociera ma hai intenzione di rimanere nella zona, il tuo skipper o informazioni turistiche locali dovrebbe poterti mettere in contatto con campeggi e strutture ricettive B&B.

QUALIFICHE: Immersione con aria molto avanzata, con ulteriori possibilità aperte dal nitrox tecnico o dal trimix.

ULTERIORI INFORMAZIONI: Carta dell'Ammiragliato 442, La lucertola indica il naso di Hope. BBC TV 999 serie. Indice dei naufragi delle isole britanniche, volume 1, di Richard e Bridget Larn.

PRO: Spettacolarmente intatto con molte strutture da esplorare, anche con solo la sovrastruttura in profondità per l'immersione in aria. Di solito visibilità chiara.

CONS: Ben fuori nel Canale della Manica.

Grazie ad Alex Poole, Mike, Penny e Giles Rowley, membri del Bloxwich BSAC.

Apparso su Diver, giugno 2000

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x