Tour del relitto 150: L'Havlide

Tour del relitto 150 The Havlide
Tour del relitto 150 The Havlide

Una delizia per i subacquei tecnici è il sito di immersione che JOHN LIDDIARD ha scelto per il nostro 150° Wreck Tour. Queste montagne russe norvegesi furono vittime di una collisione al largo della Scozia sudorientale nel 1917. Illustrazione di MAX ELLIS

ERO INDECISO proprio come chiamare il relitto di questo mese di un piccolo sottobicchiere. È stato inizialmente identificato come Ferrum da una campana datata 1896, ma nessuna nave con questo nome era elencata.

Successivamente è stata trovata una moneta da due corone che mostrava il re Haakon VII di Norvegia, fornendo sia un collegamento norvegese che una data per la moneta compresa tra il 1908 e il 1917.

Alla fine, Ron Young ne ha rintracciato il nome Havilide nel momento in cui affondò, il Ferrum essendo stato venduto a una piccola compagnia di navigazione norvegese con lo stesso nome nel 1898. Ma i nomi alternativi non si fermano qui, poiché è elencato come Havilde nei dati dell'Ufficio Idrografico.

Sappiamo di cosa si tratta, un coaster da 425 tonnellate, solo che sono indeciso su come chiamarlo. L'ho scritto come il Ferrum nel mio diario di bordo. Inizialmente avevo etichettato il mio schizzo del relitto come " Ferrum. Tuttavia, suppongo Havilide è più in linea con il modo in cui generalmente chiamiamo i relitti, poiché quello era il nome al momento dell'affondamento.

In quel momento mi sono tuffato Havilide, Andrew Douglas, skipper di Sovrano III, opportunamente agganciato il tiro attraverso un paio di bitte sul lato di dritta della poppa (1).

Mentre l' Havilide è abbastanza piccolo da poter nuotare per tutta la sua lunghezza e ritorno in un'unica immersione, all'epoca non lo sapevamo. Effettuare l'inquadratura a poppa ci avrebbe permesso di vedere il relitto nuotandone per un solo tratto.

Al centro del ponte, a 56 metri, c'è un piccolo argano e la mastra di un portello (2). Quest'area della nave sarebbe stata l'alloggio dell'equipaggio, quindi molto probabilmente il portello avrebbe avuto dei gradini di legno che scendevano sotto di esso.

Piccolo verricello a poppa
Piccolo verricello a poppa

The winch would have been used for hauling mooring lines, or perhaps for a small kedge anchor, or maybe even to raise a small mizzen sail.

Sebbene il vapore fosse la potenza preferita, le navi di quest'epoca erano spesso costruite in modo da poter utilizzare anche le vele.

Sebbene il ponte stia crollando, nel complesso è intatto. A poppa il montante del timone è sormontato da un semplice meccanismo di sterzo con barra a T (3).

Ribaltando la poppa, il timone rimane al suo posto, così come un'elica di ferro a quattro pale (4). Entrambi sono generosamente cosparsi di piccoli anemoni bianchi e ciuffi di dita di uomini morti. Il fondale è a 60m.

Elica e timone
Elica e timone

Di nuovo sul ponte, la piccola locomotiva a vapore a tripla espansione (5) pokes out of a maze of debris. The low-pressure cylinder is easily visible, with the intermediate and high-pressure cylinders being better hidden.

Il motore è parzialmente sepolto dai detriti
Il motore è parzialmente sepolto dai detriti

Staying towards the port side of the wreck, an upright water tank (6) si trova tra la caldaia singola dell’Havlide e la fiancata dello scafo.

La timoniera sarebbe stata alta davanti alla caldaia, ma era in gran parte costruita in legno, quindi ora è marcita ed è crollata nello scafo. Immediatamente davanti ai detriti della timoniera e appoggiata sul pavimento della stiva c'è un'elica di riserva (7).

Elica di ricambio
Elica di ricambio

I lati delle stive sono crollati per lasciare le stive quasi al livello del fondale marino. Un piccolo mucchio (8) è tutto ciò che resta del carico di carbone, in viaggio verso la Norvegia, che era il Havilideil percorso regolare di.

Un paio di argani da carico tra le stive.
Un paio di argani da carico tra le stive

Come con la maggior parte delle navi di queste dimensioni, la Havilide aveva due prese in avanti. La disposizione generale degli alberi e degli argani variava, ma sul Havilide era ovviamente un unico albero tra le stive, con le torri di carico che si estendevano a prua e a poppa, il tutto servito da una coppia di argani (9). Questi sono ancora attaccati a una piastra del ponte, ma ora sono caduti e di traverso rispetto alla linea della nave.

La stiva anteriore leggermente più piccola contiene anche un piccolo mucchio di carbone (10). Ci sono un paio di bitte su entrambi i lati del ponte, e poi arriviamo al castello di prua. A differenza della poppa, questa è ripartita fin quasi al fondale.

Il piccolo verricello dell'ancora (11) è caduto all'indietro sul ponte. Sul lato sinistro, rimane un mucchio di catena del gavone che conduce a una cubia (12) sul lato sinistro della prua.

Forse c'è una corrispondente cubia di tribordo tra i detriti, o forse non ce n'è mai stata una, e il Havilide era dotato di una sola ancora.

Il gambo dell'arco (13) è verticale, ma scomposto fin quasi al fondale. Tali danni alla prua di un piccolo relitto sono spesso causati da un peschereccio, quindi forse la cubia di tribordo e la catena dell'ancora sono state trascinate via con una rete da traino, forse con le ancore, anch'esse mancanti.

Nonostante la profondità, l'Havlide è un piccolo relitto, quindi la maggior parte dei subacquei avrà il tempo di tornare a poppa lungo il lato sinistro invece di terminare l'immersione a prua. Passando gli argani tra le stive, un grande anemone si ripara sotto l'estremità dell'argano di prua, accanto a una sezione del tubo del vapore (14) che avrebbe azionato gli argani.

Anemone mostruoso riparato sotto gli argani
Anemone mostruoso riparato sotto gli argani

Passando lungo il lato di dritta della caldaia (15)Dall'essiccatoio a vapore verticale partono in alto dei tubi.

Dietro la caldaia e a tribordo del motore ci sono una toilette, un lavandino e i resti di un pavimento piastrellato in bianco e nero (16) – il tradizionale motivo a tessere per una nave britannica. Come il Ferrum, le Havilide era originariamente registrata a West Hartlepool.

Fu anche in questa parte del relitto che fu scoperta la moneta che fornì un indizio sull'origine della nave.

Con una lunga decompressione davanti a sé, la marea presto si innalzerà lungo la linea di tiro.

Per la risalita sarà necessario un SMB ritardato o un lazy shot staccabile o una stazione di decompressione.

DANNI COLLATERALI

L'HAVLIDE, sottobicchiere. COSTRUITO 1892, affondato 1917

La perdita del Havilide took place on 16 March, 1917, not by torpedo or gun, but by collision with HMS Torpedo Boat 94, a circa quattro miglia a est-nord-est dal faro di Berwick, scrive Kendall McDonald.

The coaster was carrying coal to Skien in Norway as part of a convoy sailing between the Tyne and Lerwick. The British torpedo boat was part of the convoy escort.

Le Havilide è stato lanciato come Ferrum at West Hartlepool in 1892, where she was registered. The 47m ship was powered by a 55hp three-cylinder engine that used one boiler.

Aveva un ponte di ferro, un pozzo, un cassero, un ponte mobile e un castello di prua. Dal 1898 il suo nome fu cambiato in Havilide, e poiché il proprietario registrato è Havlide di Skien in Norvegia, ciò non sorprende.

Qualche tempo dopo la collisione, la campana, ha segnato chiaramente Ferrum e il 1892, fu ritrovato da due sommozzatori e sollevato. Oggi è scomparso!

Guida turistica al relitto di Havlide
Guida turistica al relitto di Havlide

GUIDA TURISTICA

ARRIVARCI: Da sud, seguire la A1M e la A1 nord, quindi prendere la B3142 per Seahouses. Da nord uscire dalla A1 sulla B3140 per Bamburgh e proseguire lungo la costa fino a Seahouses. Una volta lì, segui il tuo naso fino al porto.

COME TROVARLO: Le coordinate GPS sono 55 48.144 N, 001 50.708 W. Il relitto si trova a 4 metri da un fondale di 60 metri, con la prua rivolta a sud.

MAREE: Il rallentamento dell'acqua è essenziale e si verifica circa 2 ore e 30 minuti dopo le Seahouse di acqua alta e bassa. L'acqua bassa è ovviamente il momento migliore per immergersi in un relitto così profondo.

IMMERSIONE E ARIA: Immersioni sovrane, 01665/720760.

ALLOGGIO: B&B con Sovereign Diving.

LANCIO C'è un ormeggio nel porto di Seahouses.

QUALIFICHE: Trimix normossico.

ULTERIORI INFORMAZIONI: Carta dell'Ammiragliato 160, St Abbs Dirigiti alle Isole Farne. Mappa dell'Ordnance Survey 75, Berwick-upon-Tweed e dintorni. Informazioni turistiche, 01289/301777, Visita Northumberland.

PRO: Un relitto ideale per chi ha appena iniziato ad immergersi in trimix.

CONS: Troppo profondo per molti subacquei

PROFONDITÀ: 45m +

GRADO DI DIFFICOLTÀ:

Grazie ad Andrew Douglas, Ron Young e Mike Atkinson.

Apparso su DIVER giugno 2011

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x