Tour del relitto 102: L'Hunsdon

Tour del relitto di Hunsdon
Tour del relitto di Hunsdon

Questo tour al largo dell'Irlanda del Nord è un po' strano: una nave di costruzione tedesca silurata da un sottomarino tedesco. Rapporti di JOHN LIDDIARD, illustrazione di MAX ELLIS

IL 2899-TON HUNSDON HA INIZIATO la vita come Arnfrido, costruito a Brema nel 1911 per la Hamburg Amerika Line. Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, il Arnfridofu catturato dagli inglesi nell'Africa occidentale tedesca ed entrò in servizio britannico come Hunsdon.

I Hunsdon quasi sopravvisse alla guerra servendo la parte alleata, essendo stato silurato appena fuori Strangford Lough meno di un mese prima dell'armistizio.

Una boa è solitamente legata all'albero di prua del relitto (1), quindi è qui che inizia il nostro tour. L'albero è caduto sulla prima stiva lasciando la cima dell'albero quasi vicino alla prua (2). Come spesso accade quando un relitto si rompe, la prua è rimasta relativamente intatta, ma è caduta sul lato sinistro
lasciare il lato di dritta più in alto, il punto più basso è a 33 m. Al centro del ponte di prua, un piccolo portello conduce al di sotto, anche se è disponibile un accesso più semplice attraverso lo spartitraffico. Su entrambi i lati, il ponte di legno sta cominciando a deteriorarsi e a lasciare buchi marci.

Verricello da carico dietro la stiva di poppa dell'Hunsdon
Verricello da carico dietro la stiva di poppa dell'Hunsdon

Il verricello dell'ancora è ancora saldamente al suo posto, le catene scendono lungo i tubi della cubia fino alle ancore, che sono fissate contro l'esterno della prua (3).

Un'ancora sporge dalla cubia nel punto in cui la prua è caduta a sinistra
Un'ancora sporge dalla cubia nel punto in cui la prua è caduta a sinistra

Sotto la prua, il punto più profondo del relitto si trova a 38 metri.

Ora, dirigendosi a poppa, dietro la prua, il ponte e le mastre della stiva sono caduti nel relitto a una profondità di circa 35 metri, con le attrezzature di coperta come bitte e argani ancora al loro posto.

Alcune sezioni dello scafo rimangono verticali o addirittura leggermente sporgenti dal ponte, in particolare sul lato di dritta (4).

Tra le stive di prua, ai piedi dell'albero caduto, un unico grande argano attraversa il ponte (5).

I bracci delle torri da carico si trovano a prua e a poppa attraverso le stive (6).

Dopo la seconda stiva, il relitto risale dal fondale con la paratia fino alla stiva (7). Gli spazi vuoti in questa paratia lasciano intravedere le tre caldaie all'interno. La timoneria sarebbe stata situata sopra.

Le tre caldaie fornivano vapore ad un motore a tripla espansione (8), in piedi e ragionevolmente intatto lungo la linea centrale della nave.

Serbatoio dell'acqua accanto al motore dell'Hunsdon
Serbatoio dell'acqua accanto al motore

Lo scafo a tribordo è caduto verso il motore, mentre a babordo lo scafo è caduto lasciando scoperti i serbatoi dell'acqua (9).

A poppa della sala macchine, un avvolgitore con un tubo dell'acqua è intatto e sta in piedi su una piastra del ponte (10).
Tornati sulla linea centrale, dietro al motore il cuscinetto reggispinta è racchiuso in una grande scatola quadrata, con l'albero dell'elica che conduce a poppa in un tunnel coperto (11).

Ingranaggio di trasmissione all'estremità di un argano da carico sull'Hunsdon
Ingranaggio di trasmissione all'estremità di un argano da carico

Come per la parte anteriore del relitto, il ponte è crollato nelle due stive di poppa, sebbene sia notevolmente più rotto, tanto che il tunnel dell'albero di trasmissione è visibile per gran parte della strada verso poppa.

Tra le stive, un singolo argano da carico si è inclinato in avanti, lasciando la base verticale e rivolta a poppa (12). L'albero corrispondente (13) è caduto a poppa e a sinistra, diagonalmente attraverso la mastra per raggiungere la stiva di poppa.

Verricello da carico tra le stive di prua dell'Hunsdon
Verricello da carico tra le stive di prua

Un ultimo argano da carico si estende sul ponte di poppa (14). Ciò avrebbe servito la stiva più a poppa tramite piccole torri e un albero della porta, ora caduto in avanti e fuori dal lato sinistro sotto l'albero principale.

Come la prua, anche la poppa è rivestita in legno, con un piccolo portello al centro che consente l'accesso sottostante (15).

Per il servizio in tempo di guerra, il Hunsdon era dotato di un cannone "antisommergibile" a poppa.

Questo è inclinato sul lato di dritta, con la canna rivolta verso il basso (16). Il foro misura circa 4 pollici e, tenendo conto della concrezione e della ruggine, il calibro potrebbe essere qualsiasi cosa entro mezzo pollice da questo. Non sono riuscito a trovare alcuna specifica.

Cadendo sul fondo del mare e poi di nuovo sotto la poppa, l'elica è ancora al suo posto (17), anche se ben impigliato in una rete da traino che è stata trascinata a poppa. Lo scavo sotto la poppa raggiunge i 36 metri.

Mentre si è sul fondo del mare, una rapida nuotata verso il lato sinistro mostra i resti degli alberi delle porte e delle relative torri che avrebbero servito la stiva di poppa (18).

La salita da qui dipende da cosa fa la corrente. Se sta tornando verso la boa, una deriva lungo il relitto seguita almeno dalla prima parte della risalita sulla boa può essere più semplice, anche se per la parte finale della risalita viene utilizzato un SMB ritardato.

Se procede nella direzione opposta la salita risulterà più agevole utilizzando un SMB ritardato da poppa.

PERCHÉ IL MISTERO?

HUNSDON, piroscafo da carico. COSTRUITO 1911, affondato 1918

Le 2899 tonnellate Hunsdon uscì a vapore tra i due massicci moli del porto di Kingstown nella baia di Dublino nel crepuscolo del 10 ottobre 1918, scrive Kendall McDonald. La nave era all'ultima tappa di un viaggio in zavorra da Le Havre a Belfast, un viaggio che era destinata a non completare.

Per anni si pensò che la sua perdita fosse il risultato diretto dello spionaggio tedesco.

I Hunsdon, precedentemente la nave tedesca Arnfrido, fu costruita nel 1911. Fu catturata subito dopo lo scoppio della guerra dalle forze britanniche a Douala, nell'Africa occidentale tedesca, e fu utilizzata per il resto della guerra dalla Elder Dempster Line per il Ministero dei Trasporti.

Seguendo Kingstown a circa un miglio dietro Hunsdon erano la Fleet Auxiliary Industry e la sua scorta, il peschereccio armato Impero persiano.

Nessuno a bordo delle due navi della Marina ha sentito o visto nulla dell'incidente, ma Hunsdon fu silurato e affondato con la perdita di un uomo alle 11.30:92 da UBXNUMX.

Si trovava a tre quarti di miglio a sud-est della Strangford Light Buoy, nella contea di Down, a solo un miglio e mezzo dalle due navi.

Ciò che rende l'intera faccenda più misteriosa è che il primo a denunciare la perdita del Hunsdon era Impero persiano. Lo ha fatto come parte di un messaggio che Industria era stata silurata e affondata e che aveva a bordo quattro sopravvissuti, oltre a 30 sopravvissuti della Hunsdon, che stava portando tutti a Belfast.

Stranamente, non esiste alcun documento dell'Ammiragliato dell'epoca che affermi che il Industria fu attaccato o affondato, e Hunsdonil nome fu mantenuto nell'elenco della flotta fino al 1919. E solo nel 1920 si verificò la morte di sei membri dell'equipaggio della Industria sono stati pubblicati come in memoriam avvisi sul loro giornale locale.

Non è mai stata fornita alcuna ragione per la segretezza. IL Industria era originariamente HMS Glasgowe fu convertito in deposito navale nel 1901.

Successivamente è stato rivelato che era stata silurata da UB94, comandato dall'Oberleutnant Haumann, che sembra abbia collaborato con UB92 nel momento in cui affondò la Hunsdon.

GUIDA TURISTICA

Mappa del tour del relitto di Hunsdon

ARRIVARCI: Servizi di traghetti Norfolkline Irish Sea, da Liverpool (Birkenhead) a Belfast, 0870 600 4321, norfolkline.com. Da Belfast prendi la A20 per Portaferry.

MAREE: I subacquei potrebbero avvertire un po' di corrente, ma il Hunsdon può essere immerso attraverso la marea. L'acqua stagnante coincide all'incirca con l'acqua alta e bassa di Belfast.

COME TROVARLO: I Hunsdon si trova con la prua a nord alla posizione GPS 54 19.165N, 5 27.285W (gradi, minuti e decimali). I subacquei locali spesso lasciano una piccola boa attaccata al relitto.

IMMERSIONI, ALLOGGIO E ARIA: Sito web di immersioni DV, 02891/861686 / 464671

QUALIFICHE: L'immersione è proprio al limite per un BSAC Sports Diver se ti immergi in acque basse e rimani fuori dalla perlustrazione alle due estremità. Altrimenti la profondità richiede BSAC Dive Leader o Procedure Avanzate Nitrox/Deco.

LANCIO: I RIB possono essere varati al molo dei traghetti di Portaferry, prestando però attenzione a non ostruire il traghetto.

ULTERIORI INFORMAZIONI: Carta dell'Ammiragliato 2156, Strangford Lough. Carta dell'Ammiragliato 2093, Approcci meridionali al Canale Nord. Indice dei naufragi d'Irlanda, di Richard e Bridget Larn. Naufragi della costa dell'Ulster di Ian Wilson. Relitti irlandesi in linea di Randall Armstrong.

PRO: Moderatamente intatto con motore e cannone e può essere immerso durante la marea.

CONS: Limite per i subacquei qualificati fino a 30 metri.

GAMMA DI PROFONDITÀ: 35-45m

GRADO DI DIFFICOLTÀ:

Clicca qui per visualizzare la versione PDF del tour del relitto di Hunsdon

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x