Gli squali si riuniscono nel Mediterraneo

SQUALO SUBACQUEO

Gli squali si riuniscono nel Mediterraneo

Un intero paese del Mediterraneo è un santuario degli squali e quasi nessuno al di fuori lo sa. Gli squali e le razze non sono kosher, quindi non c’è quasi nessun mercato per loro in Israele, dove anche la loro cattura è illegale. Più spesso che mai, i subacquei riescono a vedere regolarmente squali requiem di 3 metri, vicino alla riva. DANIEL BRINCKMANN visita Hadera

06 18 hadera squalo1

“PRIMA DELL'ECCELLENZA gli dei immortali hanno sudato, e lunga e ripida è la strada per arrivarci. Tra tutte le cose, è la voce noiosa del mio insegnante di storia che mi rimane in mente mentre finalmente vedo la spiaggia.

After a sweaty 500m walk in full gear with extra weights, large tank and camera rig, however, the water doesn’t provide the relief we had hoped for.
Generalmente, le temperature nella zona raggiungono un massimo di circa 19°C a febbraio, ma qui, fuori dalla città costiera di Hadera, le condutture scaricano l'acqua di mare refrigerante per le turbine della centrale elettrica locale di Orot Rabin a 25°C.

Ciò crea un'accogliente vasca idromassaggio alimentata da due giganteschi getti d'acqua, e non sono solo i subacquei a godersi l'esperienza.
However, our first look beneath the surface is just as sobering as the site’s proximity to the Hadera river estuary might suggest. The brackish pea soup means that buddy-pairs need to stay within arm’s length, and at the foot of the 4m-deep sandy canyon carved out by the pressure of water from the powerplant, it’s difficult to catch sight of the surface even with the sun shining.

Per i successivi 10 minuti restiamo seduti su questo quasi letto di fiume disseminato di ami e lenze, fissando il verde. Poi, all'improvviso, uno scoppio di corrente solleva una tempesta di sabbia, e mi ritrovo a guardare, sconcertato, attraverso la sabbia del mio oblò a cupola, un'enorme caudale intravista. pinna salutandomi, a pochi centimetri da me mask.

Da dove veniva? I miei occhi seguono la sagoma per una frazione di secondo.

Errore. Se mi fossi voltato avrei visto il secondo squalo, invece vengo investito da un colosso di 3 metri prima di avere la possibilità di indietreggiare.

Holy Jaws! Again, the moment lasts only four or five seconds, and it would be one of my only two instances of sharks approaching me head-on in nine hours spent at this raw diamond of a dive-site, if that’s what you want to call it.

Apparso su DIVER giugno 2018

06 18 hadera voluminoso scuro
I due getti d'acqua della centrale elettrica locale che sembrano attirare la megafauna.

Dopo anni di esperienza, Udi Levi del dive-shop Out of the Blu vola vicino ai pantaloni, si ferma e mi fa cenno di affondare il gancio da sabbia nel fondo spazzato dalla corrente, o di passare al punto di passaggio successivo tra le macerie o i bassifondi sabbiosi, dove i pescatori sugli scogli cercano di catturare qualche ricciola o un'orata.

Questi pesci servono a ricordare che i grandi squali che potrebbero fluttuare dentro e fuori dalla vista in qualsiasi momento sono abitanti del Mar Mediterraneo e sono sempre stati rari sotto ogni aspetto.

Tra il 1928 e il 2002, la IUCN ha censito non più di 20 esemplari in tutto il Mediterraneo, e anche tra gli osservatori di pesca le registrazioni sono scarse e sparse.

Con una lunghezza massima di 4 metri e un peso di 350 kg, gli squali scuri sono tra le più grandi specie di squali requiem, superando le statistiche vitali degli squali pinna bianca oceanici e somigliando agli squali toro nella loro impressionante bellezza voluminosa.

Great whites might remain a step above them in the Med’s food-chain, as do the orcas in the Straits, but for all the indifference they display towards divers within a stone’s throw of Hadera’s beach, these are top predators that demand respect, protection – and research.

COME SUCCEDE, ci imbattiamo in alcuni ragazzi che lanciano un drone una volta fuori dall'acqua. "Quindi tu sei quel giornalista tedesco che mi intervisterà più tardi oggi?" dice Eyal Bigal, guardando la mia macchina fotografica e cogliendomi alla sprovvista.

Il 32enne ex subacqueo dell'esercito è a metà del suo dottorato di ricerca su “Biomassa della megafauna predatoria apicale nell'habitat pelagico del Mar Mediterraneo più orientale”, ed è anche direttore del Marine Top Predator Laboratory presso la Morris Kahn Marine Research Station .

"Stiamo facendo un'indagine aerea per registrare il numero di squali oggi", dice, indicando le ombre degli squali sul display del telecomando, "ma osserviamo anche il loro comportamento nei confronti dei subacquei".

Più tardi, alla stazione sul campo, un'imponente struttura dell'Università di Haifa dedicata alla megafauna marina del paese, la sua gamma di strumenti di ricerca mi lascia senza parole (e mi dispiace per le stazioni sul campo europee).

Ci sono tag acustici, satellitari e spaghetti, ricevitori acustici, siringhe per prelevare campioni di sangue e DNA, dispositivi per impiantare chip sugli animali e droni di ultima generazione sviluppati in collaborazione con il dipartimento di tecnologie marine.

Tutti questi sono mezzi per affrontare le principali questioni relative all’aggregazione di dozzine di esemplari di una specie di squalo a cui è stato assegnato lo status di conservazione del Mediterraneo “Dati carenti”.

06 18 hadera femmine enormi
Alcuni squali scuri sono enormi femmine lunghe fino a 3.8 metri e con più di 20 anni. Data la loro scarsità nel Mediterraneo, non sorprende che siano oggetto di studi importanti.

Da dove vengono questi squali all'inizio di dicembre e dove partono alla fine di marzo? E perché stanno arrivando esattamente?

Potrebbe essere l’elevata temperatura dell’acqua che aiuta gli squali durante i mesi invernali, il flusso che funge da sorta di stimolante che invia abbondante ossigeno dalle branchie direttamente al flusso sanguigno, o la disponibilità di cibo. In questa fase tutto è ancora possibile e aperto al dibattito.
"Abbiamo molte domande e poche risposte, ma si spera che le nostre campagne di tagging portino risultati", mi dice Bigal. Nel 2017 e fino a metà febbraio di quest’anno sono stati taggati sei squali banco di sabbia fino a 1.8 metri e 25 squali scuri femmine fino a 4 metri. Quindi gli squali sono essenzialmente femmine, ma non è chiaro se siano in gestazione o meno, e al momento non vi è alcuna indicazione di un vivaio di squali scuri nelle acque israeliane.

“Questa è solo una delle domande aperte, ma ce ne sono anche di più basilari, ad esempio come un ambiente così povero di nutrimento e di fonti alimentari possa sostenere un buon numero di predatori all’apice”, afferma Bigal.

Il suo collega Adi Barash dell'Università di Haifa è stato il primo scienziato a intraprendere la ricerca su questi squali e, dalle interviste con i pescatori locali, ha scoperto che le popolazioni di squali e razze stavano aumentando, mentre il numero di pesci ossei stava diminuendo.
Trent’anni fa, i pescatori difficilmente osservavano squali nell’area attorno alla centrale elettrica, ma oggigiorno subacquei e pescatori subacquei segnalano più avvistamenti lì e in altre parti del paese.

Sandbar sharks used to dominate the waters around the Hadera powerplant until two years ago, when the larger dusky sharks took over. Unlike the hammerheads that used to be observed there but now seem to be mostly gone, the sandbars stayed even though they were no longer the dominant species.

La curiosità di Barash ha rivelato una sensazione reale: i confronti delle strutture del DNA degli squali scuri locali con i loro cugini dell’Atlantico e dell’Indo-Pacifico suggeriscono che deve esserci stato un incrocio tra i loro antenati mediterranei e gli immigrati dal Mar Rosso, portando a un pool genetico esteso.

Nel 2016, Barash stava co-sviluppando un piano di gestione per promuovere la protezione degli squali e delle razze attraverso un’applicazione della legge più rigorosa, una legislazione migliore e la protezione dell’habitat.

“People used to come with trucks to catch them and sell them in Gaza, but even hundreds of sharks caught could not destabilise the stocks, so our little reserve could keep the species from disappearing in the Mediterranean,” she told me.

Ha avviato un gruppo Facebook chiamato Sharks in Israele. "Urliamo squalo, squalo, squalo finché la gente non si annoia e lo ignora!" dice lo studente quarantenne, e scoppia a ridere.

IN QUESTI GIORNI, HADERA affronta nuove sfide: il sito è diventato una sorta di attrazione, con snorkelisti, canoisti e famiglie che cercano di intravedere gli squali nei fine settimana.

E, naturalmente, subacquei. Shira Salingré della Nature & Parks Authority fornisce un collegamento tra i negozi di immersione, i ricercatori e il governo.

In qualità di project manager nei dipartimenti marittimi, sostiene la collaborazione tra le diverse parti per discutere cosa è meglio per gli animali: "Il posto è liberamente accessibile e vogliamo che le persone vedano gli squali - è una cosa grandiosa, ma vogliamo che accada nel nel modo giusto e provvederò ad allestire una piattaforma e a fermare le attività di pesca”, mi dice.

Lei e i suoi colleghi stanno lavorando a un codice di condotta con la comunità dei subacquei e afferma che la ONG internazionale Sharkproject ha segnalato il suo sostegno.

Porto le mie nuove conoscenze in spiaggia per il mio prossimo tentativo di incontro con gli squali, anche con la prospettiva di condizioni ottimali, con solo un lieve vento da est.

Questa volta l'acqua blu ci inghiotte e la visibilità rasenta i 5 metri o più. Ora possiamo vedere i misteriosi oscuri che pattugliano la trincea dalle secche.

All'improvviso ci troviamo proprio tra cinque di loro e, sebbene non vi sia alcuna interazione diretta tra uomini e pesci, la migliore visibilità mi permette un secondo o due per scattare qualche foto prima che svaniscano.

Con un’atmosfera meno cupa laggiù, e ormai abituati alle sfide – sabbie mobili sottostanti, tempeste di sabbia spontanee e piccole trappole sul fondo del mare – seguiamo lentamente gli squali dove dovrebbero concentrarsi. Si trova proprio nel mezzo del corso d’acqua proveniente dal gasdotto, che si estende per circa 90 metri lungo la costa.

Posso vedere la corrente. Il fondale qui è costituito da ciottoli anziché da sabbia e le particelle volano insieme alle nostre bolle d'aria.
L'acqua potrebbe essere limpida, ma gli squali in volo sono una sorta di gusto acquisito quando la visibilità si sposta costantemente tra zero e 2 metri e questi grandi musi rotondi emergono dal nulla.

Fotografia è impossibile in queste condizioni, che incidono anche sul consumo di aria, ma possiamo intravedere gli squali più piccoli e docili.

Trascorriamo quindi la seconda metà dell'immersione rilassandoci nelle acque basse e sperando in altri squali, ma prima che arrivi il primo crepuscolo ci imbattiamo in una razza a nido d'ape, una grande migrante del Mar Rosso che si è stabilita un po' troppo bene qui.

MEZZ'ORA DOPO, diversi squali sono arrivati ​​da sinistra e da destra, girando intorno al canyon con la corrente come aerei impilati in attesa del permesso di atterrare. Si tratta di pazienza ed entusiasmo, molto diverse dalle esperienze con gli squali innescati. I tossicodipendenti dagli squali che desiderano tali interazioni farebbero meglio a investire in un viaggio in crociera più economico e gratificante verso le barriere coralline al largo dell'Egitto durante la stagione.

Udi Levi and Ran Golan of Out of the Blu are the first to admit that diving conditions are tricky, when we sit down in their daytime HQ on Hadera’s parking lot. “In season, we can dive here every fifth day,” says Levi. “That’s why we do modular packages with coastal dives, offshore fish-farms, culture and sightseeing and even the Sea of Galilee – this allows us to pick the right day or days for Hadera.”

Hadera è un luogo per subacquei attenti all'ambiente che hanno già visto gli squali e apprezzano e rispettano gli animali.

È un piccolo assaggio di quello che era una volta: del Mediterraneo ai tempi di Hass e Cousteau, prima che i grandi squali costieri si estinguessero più o meno funzionalmente nella metà europea del Mare Nostrum.

I miei ringraziamenti vanno all'Autorità Subacquea del Ministero Israeliano della Cultura e dello Sport per aver facilitato questo viaggio di ricerca.

FATTO

COME ARRIVARE > Voli dal Regno Unito a Tel Aviv e trasferimento privato a Hadera o al centro di Tel Aviv.

IMMERSIONI E ALLOGGIO > Out of the Blu is in Modi’in, halfway between Tel Aviv and Jerusalem. Shark diving in Hadera is conducted according to SSI Shark Diver rules with two divers per guide. The only nearby hotel is the Ramada Hadera Resort by the Beach, ramada-hadera.com. Hotels in Tel Aviv and elsewhere can be arranged by Out of the Blu, outoftheblu.co.il

QUANDO ANDIAMO > La stagione degli squali va dall'inizio di dicembre alla fine di marzo, a seconda della temperatura dell'acqua.

MONETE > Siclo.

PREZZI > Voli andata e ritorno da £ 200. Camere Ramada Hadera da £ 149 a notte, camere private da £ 70. Out of the Blue addebita £ 90 per ogni immersione guidata con gli squali, inclusa tutta l'attrezzatura.

INFORMAZIONI PER I VISITATORI > goisrael.com

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x