Samoa dichiara il santuario degli squali

archivio – Diving NewsSamoa dichiara il santuario degli squali

Samoa, il gruppo di isole del Pacifico meridionale, ha dichiarato le sue acque santuario degli squali, vietando con effetto immediato tutta la pesca commerciale, la vendita o il commercio di squali o razze.

L’annuncio, fatto durante il primo Simposio ministeriale sugli squali del Pacifico ad Apia, capitale delle Samoa, rispetta un impegno assunto alla Conferenza delle Nazioni Unite sugli oceani dello scorso anno.

La mossa fornirebbe “il sollievo tanto necessario per le popolazioni in declino – aiuterà anche a prevenire un ulteriore degrado della salute dei nostri oceani”, ha affermato il primo ministro Tuilaepa Sa’ilele, aggiungendo che la decisione attirerebbe i turisti a incontrare squali e razze nelle loro acque. habitat naturale.

La mossa è stata, ha detto, “ispirata dal successo delle nostre vicine isole del Pacifico… non resteremo a guardare mentre la domanda di prodotti a base di squali deruba le nostre generazioni future di queste specie culturalmente, ecologicamente ed economicamente preziose”.

Samoa è l'ottava nazione insulare del Pacifico a istituire un santuario degli squali nella sua zona economica esclusiva (ZEE), unendosi a Micronesia, Polinesia francese, Kiribati, Nuova Caledonia, Palau, Isole Marshall e Isole Cook, che insieme coprono un'area di 6.5 milioni di miglia quadrate.

Samoa è di gran lunga la più piccola con una ZEE di 50,000 miglia quadrate, ma è la prima aggiunta nel Pacifico in tre anni. Altri santuari degli squali si trovano principalmente nei Caraibi, alle Bahamas e alle Maldive.

* RICERCATORI DI SQUALI della Florida Atlantic University, osservando la più grande migrazione annuale nelle acque costiere degli Stati Uniti, hanno segnalato un drammatico calo del numero di squali pinna nera diretti a sud lungo la costa orientale dello stato. Le punte nere, che ritornano al nord ogni primavera, in passato contavano fino a 15,000.

I ricercatori seguono gli squali tramite barche, aerei, dispositivi di monitoraggio acustico e droni. Si dice che il movimento di massa abbia effetti positivi sulle barriere coralline e sulle praterie di alghe mentre gli squali si nutrono lungo il loro percorso.

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

07-Mar-18

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x