Gli archeologi di Sabah supervisionano la distruzione dei relitti della Seconda Guerra Mondiale

Notizie sulle immersioni

Gli archeologi di Sabah supervisionano la distruzione dei relitti della Seconda Guerra Mondiale.

Il sito di immersione di un relitto di una nave giapponese della Seconda Guerra Mondiale al largo della costa di Sabah, nel Borneo malese, è stato distrutto come risultato di un "lavoro di ricerca" commissionato dall'unità archeologica dell'università locale.

L'attrazione subacquea conosciuta come i relitti della Baia di Usukan era composta da tre navi mercantili Kokusei Maru, Higane Maru ed Hiyori Maru.

Silurato in rotta verso Manila nel 1944 dal sottomarino USS Hammerhead con 138 vittime, le navi da 5300 tonnellate giacevano una accanto all'altra ed erano conosciute dai subacquei come il relitto Rice Bowl, il relitto sottosopra e il relitto Usukan.

Secondo il New Straits Times, in passato si diceva che fosse riccamente popolato di coralli e pesci che attiravano sia i sub che i pescatori locali, tutto ciò che rimane è un "fondale marino spettrale con pezzi di metallo sparsi".

Immersioni con sede a Kota Kinabalu istruttore Mark Hedger, che avrebbe portato gli ospiti durante il viaggio in barca di 36 miglia per immergersi nei relitti, ha visitato il sito con un gruppo di subacquei il 31 gennaio e ha detto al Guardian che i relitti di Usukan e Sottosopra erano "andati al 98% e al 99%". ”. Ha descritto il relitto della Rice Bowl come un “mucchio di metallo ammucchiato in una palla” irriconoscibile.

La sub Monica Chin della vicina Kota Belud ha riferito che quando si era immersa nel sito l'anno scorso, era in "bellissime condizioni... un museo sottomarino". I pescatori locali l'avevano chiamata alla fine di gennaio per dirle che una nave draga registrata in Cina stava utilizzando una gru gigante "per fare a pezzi le navi giapponesi", e supportavano la loro storia con fotografie e video filmato. Non c'era stato alcun preavviso di tali operazioni.

Il Sabah Marine Department ha detto ai subacquei preoccupati di aver approvato la messa in servizio di una società chiamata Ugeens Berjaya Enterprise da parte dell'Università Malaysia L'Unità Archeologica di Sabah (UMS) intraprenderà il lavoro di ricerca sui relitti.

L'università aveva riferito che i relitti contenevano grandi quantità di materiali tossici che danneggiavano l'ambiente, affermazione che i subacquei negano. Ha inoltre affermato che a causa della forte corrosione "la squadra ha dovuto utilizzare l'approccio di salvataggio per accedere agli interni delle navi", e ha affermato che la Ugeens Berjaya Enterprise aveva suggerito invece di collocare una barriera corallina artificiale nel sito, perché sarebbe stata più rispettosa dell'ambiente e sicuro.

Tuttavia, secondo il New Straits Times, il Sabah Marine Department ha insistito sul fatto che il lavoro "ha comportato solo il recupero dei materiali dal relitto e non la rimozione dell'intero relitto dalle acque".

I relitti militari sono protetti dal diritto internazionale e rimangono di proprietà delle rispettive nazioni. È illegale distruggerli senza il permesso del proprietario, in questo caso il Giappone, che si dice abbia negato di essere a conoscenza dell'operazione.

Il Ministero statale del turismo, della cultura e dell'ambiente ha ora ordinato all'università di cessare le sue attività subacquee nelle acque di Usukan, affermando che "sono necessarie consultazioni adeguate alla luce delle implicazioni economiche che tali operazioni potrebbero avere sull'industria del turismo e della pesca".

Subacquei e pescatori locali sollecitano la polizia a indagare sull'incidente.

"È una perdita enorme", ha detto Monica Chin al New Straits Times. “Gli operatori subacquei hanno aiutato lo Stato a promuovere il suo patrimonio sottomarino nel mondo. Ci auguriamo che il governo statale esamini la possibilità di preservare i resti della Seconda Guerra Mondiale nelle nostre acque”.

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x