Mettere il divertimento a Funchal

archivio – AtlanticPortare il divertimento a Funchal

WILL APPLEYARD ha tre giorni di immersione per decidere cosa fare di Madeira, ma è abbastanza grande per sfruttare al meglio l'isola atlantica?

QUANDO HO MENZIONATO agli amici che stavo andando a fare immersioni a Madeira, la risposta era invariabilmente: "Non è lì che la gente va in pensione?" Sicuramente l’isola ha la sua giusta dose di capelli grigi, ma io stessa, sfoggiando una discreta quantità di grigi, ho pensato che mi sarei mimetizzata abbastanza bene – e ho “solo” 38 anni!
My bagaglio sono arrivato alla velocità della luce al piccolo aeroporto, ed Emanuel Gloder era lì per portarmi al suo centro immersioni Explora Madeira. Emanuel, italiano di origine, mi ha detto di aver visitato l'isola il vacanza alcuni anni fa se ne innamorò e si trasferì lì per iniziare la sua carriera subacquea.
Ho scaricato la mia attrezzatura e abbiamo discusso i piani. L'inglese di Emanuel è abbastanza buono, così come quello del suo team, che comprende la ragazza locale, lo skipper e l'aiutante a tutto tondo Sofia e istruttore/dive-guide Arianna, anche lei italiana.
Il centro immersioni, situato nella capitale Funchal, era abbastanza tranquillo – era marzo – e in bassa stagione Emanuel impiega solo uno staff ridotto all'osso.
Abbiamo concordato di effettuare sei immersioni molto diverse nell'arco di tre giorni e io sono scappato al mio hotel sul mare per una birra, una cena e una prima serata. Potrei aver bevuto due birre.

GIORNO 1:
Mamme e cernie

Il minibus è venuto a prendermi alle 8.30. Arianna aveva sistemato le nostre bombole e parcheggiato la mia attrezzatura accanto. Avevo fatto le valigie muta stagna, dato che l'acqua dell'Atlantico ha una temperatura di soli 17°C in inverno - fondamentalmente condizioni di immersione estive nel Regno Unito, ma senza quella tonalità verdastra dell'acqua.
Il gommone è ormeggiato a pochi metri dal centro immersioni, quindi in men che non si dica ci siamo diretti verso il Mamas.
Mamas significa tette, quindi prevedibilmente si è scoperto che si trattava di un paio di pinnacoli di roccia che iniziano a 30 metri da un fondale sabbioso e finiscono a circa 8 metri sotto la superficie.
Il sito, all’interno della riserva marina designata di Madeira, era contrassegnato da un’unica boa e catena, e lì mi avevano promesso barracuda e murene.
Le tette erano visibili subito, ma quello che all'inizio non riuscivo a vedere era tanta vita.
Abbiamo trovato il fondale marino e ci siamo fatti strada fino al primo pinnacolo. Emanuel indicò una fessura che ospitava una famiglia di gamberetti e i loro ospiti granchi freccia. Ricci di mare e anemoni pendevano da alcune sporgenze rocciose e abbiamo sorpassato molte delle murene promesse. Arianna, che bazzicava diversi metri più in alto, ha indirizzato la mia attenzione su un cerchio di barracuda in branco di discrete dimensioni.
Pinnacle due ha fornito un'esperienza simile. Il Mamas, anche se difficilmente addobbato con la vita marina, era un sito ragionevolmente interessante, ma ho considerato il mio tempo lì come un'immersione di controllo, avendo trascorso gran parte del tempo alle prese con una luce stroboscopica che non funzionava correttamente e diversi problemi con la fotocamera.

DOPO BLOCCARSI Il sole ammirando il panorama, Emanuel mi ha informato su Garajau (gara-jow), il nome di questa zona di costa e anche di un uccello marino.
Le ripide scogliere erano costituite da roccia scura e dall'aspetto friabile sormontata da una vegetazione lussureggiante. Per qualche motivo mi aspettavo che l'isola fosse più secca, ma sentivo che avrei potuto facilmente essere da qualche parte nel sud-est asiatico, forse a causa delle piante di banane che crescono ovunque sull'isola.
Il Grouper sarebbe stato il prossimo evento principale e mi era stato promesso di presentare diversi residenti amichevoli tra cui Tony, Elvis e Madonna.
Abbiamo seguito un'altra catena di ormeggio fino a 25 metri, dove un miscuglio di massi giganteschi con alcuni interessanti passaggi a nuoto costituivano la topografia.
Mentre Emanuel sbatteva il suo coltello da immersione su una roccia, si è presentata una cernia di grandi dimensioni. Ho scattato qualche scatto dei ragazzi in posa con quello che poi ho scoperto essere Tony, un pesce senza un timido osso nel corpo. Mi sono sentito privilegiato nel vedere questo magnifico animale da vicino e i minuti sono passati velocemente.
Abbiamo trascorso il resto dell'immersione esplorando le creature che vivono dentro e attorno ai massi e alle nuotate, tra cui polpi, pesci pappagallo in miniatura e altri granchi freccia.
Il nostro tempo di fondo si è esaurito piuttosto bruscamente, e mentre aspettavamo che sette minuti di tempo di deco si cancellassero dal mio computer, Avrei voluto immergermi con nitrox.
Tornato in barca, Emanuel spiega che fornisce il nitrox solo durante la stagione estiva, quando c'è più richiesta. Anche le immersioni deco sono vietate al largo di Madeira (oops) a meno che non ci si immerga con due barche, con la seconda come potenziale nave di evacuazione per portare i subacquei in una camera, se necessario.
Arianna ha gentilmente risciacquato la mia attrezzatura quando siamo tornati a Explora Madeira e io sono andata a esplorare il pomeriggio. La temperatura dell'aria non scende mai sotto i 20°C in inverno, e durante il mio soggiorno ha raggiunto i 25°C circa. Le serate sono piacevoli e ci sono molti posti dove prendere cibo e una bevanda o due.

GIORNO 2:
Grotte e passaggi balneabili

Grotte e nuotate sono in cima alla lista per il giorno successivo nella riserva marina, istituita nel 1986 e comprende qualsiasi area entro un raggio di 50 metri di profondità. Ponta de Oliveira è una grotta che si estende per 40 metri nella scogliera sommersa e poi si apre alla fine per formare una sacca d'aria. Il fondale marino è a soli 12 metri, quindi il tempo di fondo non è un problema.
Sofia ha fatto retromarcia con il gommone fino alla parete rocciosa e noi ci siamo rotolati dentro, abbiamo pinnato lungo la parete per qualche minuto e uno dopo l'altro siamo entrati nella grotta.
Emanuel ci aveva chiesto di tenere il muro della grotta vicino alla nostra spalla sinistra mentre entravamo e uscivamo, perché una foca monaca veniva regolarmente avvistata nella grotta, e non era consigliabile bloccarla tra noi e il muro: potrebbe diventare aggressiva a livello difensivo. .
Ho cercato di trattenere il pensiero di questo sigillo che mi appariva all'improvviso in faccia, nell'oscurità, in un angolo della mia mente. Quando abbiamo raggiunto la fine del tunnel (la fine per noi che ci immergevamo con le bombole singole, comunque), potevo solo distinguere la tonalità blu dell'ingresso dietro di me.
Ho puntato la mia torcia sopra per trovare la superficie dell'acqua nella coppa e noi tre siamo entrati nella sacca d'aria nera come la pece e siamo rimasti per diversi minuti, meravigliandoci di questo ambiente.
Molto bello, ho pensato, mentre scaricavamo l'aria dalle nostre ali e tornavamo nella grotta per il nostro viaggio di ritorno dagli inferi.
La luce proveniente dall'ingresso diventava più grande ad ogni calcio di pinna e alla fine siamo usciti alla luce del sole. La foca è rimasta sfuggente e, per quanto ami le foche, non sono sicuro di aver bisogno di averne a che fare in quella grotta molto buia.
Ho considerato l'esperienza la mia immersione preferita dell'anno e mi sentivo entusiasta. Il mare sarebbe rimasto calmo durante il mio soggiorno poiché il vento prevalente era da nord-est, ma con le immersioni principali sul lato sud dell'isola, saresti sfortunato ad avere un'immersione senza vento.

CI SIAMO DIRETTI VERSO UNA ZONA CONOSCIUTA come l'Arena, con un labirinto di piscine e mini-caverne. Le formazioni rocciose sembravano quasi create dall'uomo, come quelle “rocce” fatte di fibra di vetro dipinta che si trovano nei parchi a tema.
Mi è piaciuto esplorare quest'area, ma se desideri vedere la vita marina interessante, questo probabilmente non è il sito adatto a te.
Tornando a Explora Madeira, ho interrogato Emanuel sui suoi concorrenti. "Ci sono 12 centri di immersione sull'isola", mi ha detto, servendo un'intensa stagione estiva che attira principalmente subacquei britannici e tedeschi.

GIORNO 3:
Relitto e barriera corallina

Emanuel aveva spesso menzionato con orgoglio la “barriera corallina” del centro immersioni, quindi ero contento che ci saremmo immersi il giorno successivo. Prima, però, voleva mostrarmi un relitto locale a soli cinque minuti di barca.
Il Pronto, a 33 metri di profondità, sarebbe l'immersione perfetta con nitrox. Prima di diventare un'attrazione subacquea, serviva l'isola come nave da carico e portava acqua dolce a un'isola vicina più piccola chiamata Porto Santo, fino a quando non esplose e affondò a poche centinaia di metri dalla costa di Funchal.
Nessuna boa segnala questo sito, come lo preferiscono i centri di immersione locali, secondo Emanuel. Secondo lui, se fosse contrassegnato, i pescatori locali ne strapperebbero presto tutta la vita.
Il Pronto era ragionevolmente frammentato, ma è stato interessante vederlo nella sua interezza dato che la visibilità era di circa 20 metri.
Fui condotto al timone sul fondo del mare, poi ai resti dello scafo e infine al livello del ponte, dove erano presenti le caldaie.
Abbiamo coperto l'intero relitto con il nostro tempo di fondo limitato in modo super veloce e ci siamo ritrovati alla catena dell'ancora del RIB in un lampo. Mi sarebbe piaciuto trascorrere più tempo lì, ma non si può discutere con la fisica.
Mi chiedevo se i mesi estivi avrebbero potuto offrire più attività ittica di quella che abbiamo visto sul relitto, anche se siamo stati accolti da una manciata di orate di discrete dimensioni durante il ritorno.
La barriera corallina, mi è stato detto, veniva solitamente trattata come un sito con due immersioni est/ovest, ma l'avremmo distrutta in una volta sola.
Siamo entrati dalla riva e ci siamo diretti verso il lato ovest e una serie di passaggi che sembravano creati dall'uomo e mi hanno ricordato un set di Star Wars (forse mi avevano raccontato).
Sul fondale di 12 metri abbiamo trovato mucchi di granchi freccia, nonché un polpo e una gallinella. Venti minuti dopo avevamo attraversato la sabbia verso il lato est e una zona dove mi era stato detto che spesso si trovavano cavallucci marini.
Emanuel mi aveva detto che sua moglie era un'esperta avvistatrice di cavallucci marini ma, essendo in forte gravidanza, non era disponibile ad aiutare.
Abbiamo cercato per circa 10 minuti, ma senza successo. Emanuel era certo che sarebbe riuscito a trovare il pesce rana residente, tuttavia, e, infatti, vicino alla "zona dei cavallucci marini" eccolo lì, incastrato in una fessura nel muro.
Ai ragazzi piace mantenere segreta la sua posizione, anche se non sono sicuro di come altri subacquei in visita avrebbero potuto trovarla: non avrei mai potuto individuarla. Bella scoperta!
La barriera corallina mi è stata anche descritta come il "miglior punto di immersione notturna dell'isola" e ho potuto capire perché Emanuel e il suo team ne fossero così entusiasti.
Se si stava pensando di portare con sé la famiglia, non sembrava esserci nulla in termini di spiaggia: la costa è prevalentemente rocciosa. Potevo immaginare di divertirmi con la muta subacquea in estate: ero felice nella mia muta stagna, ma prenderne uno limita il tuo bagaglio capacità.
Considero Madeira un luogo accessibile per i subacquei che desiderano esplorare qualcosa fuori dai sentieri battuti e veramente sottovalutato.
Immagino che il volo di quattro ore possa scoraggiare alcune persone ma, ehi, ottieni quello che metti, giusto?

FATTO:
ARRIVARCI: Voli economici diretti dal Regno Unito: Will ha volato con easyJet da Gatwick.
IMMERSIONE: Explora Madeira, Funchal, su exploramadeira.net
ALLOGGIO: Soggiornerò all'hotel 4* Baia Azul, hotel-baia-azul-funchal.h-rez.com
QUANDO ANDIAMO: Tutto l'anno. La temperatura del mare è di 17-23°C, e la fine dell'estate/autunno è la stagione più calda. Può essere bagnato verso la fine dell'anno.
PREZZI: Voli diretti di andata e ritorno da £ 220. Explora Madeira offre pacchetti di sette notti/10 immersioni da 450-650 euro a seconda della stagione. Ciò include i trasferimenti per hotel, immersioni, aeroporto e centro immersioni. La sistemazione in B&B al Baia Azul parte da 55 euro a notte.
INFORMAZIONI SUI VISITATORI: www.visitmadeira.pt

Apparso su DIVER luglio 2016

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x