Festa dei nudi

SUBACQUEO DEL REGNO UNITO

NUDI GB

Quando guardi dentro ti rendi conto che le lumache di mare colorate non sono limitate ai tropici: la Scozia sud-orientale, ad esempio, può anche essere un felice terreno di caccia per gli appassionati di macro. RICCARDO ASPINALL partecipa allo Scottish Nudibranch Festival

0917 festa dei nudi flabellina pedata

Flabellina pedata, la lumaca di mare viola.

CHE SITO MERAVIGLIOSO! «Perché ti sei preoccupato di quello?» Sono solo alghe e niente da vedere!’

Mi sono seduto sulla panchina e ho rilasciato le cinghie del mio GAV, ansioso di dare un'occhiata al retro della mia macchina fotografica per vedere se avevo catturato qualcosa di valore.

Dentro e tra le solite immagini sfocate nel mirino, ce n'erano alcune che mi rendevano felice. Jim Anderson aveva ragione: questo era uno dei migliori siti di nudibranchi in Scozia.

Avevamo lasciato Eyemouth quella mattina, oltre le foche grigie che passano le loro giornate a posare per i turisti, e ci siamo diretti verso il mare meravigliosamente calmo.

Ci eravamo diretti a nord, lungo la costa fino a St Abb's Head, quell'imponente baluardo di roccia che, cadendo nel Mare del Nord, diventa una complicata serie di pinnacoli e burroni.

Mentre cancellavo le immagini, alcuni altri subacquei tornavano. "Hai visto quanti Acanthodoris pilosa c'erano?" chiese uno. Pochi minuti dopo aver tolto l'attrezzatura, gli esperti stavano confrontando gli appunti e io mi ero perso.

Sarei rimasto deluso se fosse stato diversamente. Eravamo a metà di una serie di immersioni nell'ambito dello Scottish Nudibranch Festival e avrei imparato molto.

Mentre ero nella fase "felice di vedere qualcosa di colorato", ero felice che ci fossero persone in giro che potevano dirmi esattamente cosa stavo fotografando.

Sono molto lontano dall'essere un ossessionato dai nudibranchi, ma posso capire perché sono una tale fonte di interesse.

Apparso su DIVER agosto 2017

I NUDIBRANCHI SONO FRA gli animali più colorati degli oceani. Non c'è niente di simile a loro, a parte forse i platelminti, che confondono molti di noi principianti desiderosi di imparare il nudismo.

0917 festa dei nudi janolus cristatus
Punte di cristallo, o Janolus cristatus.

Forse sono i loro rinofori, gli organi sensoriali all'estremità della testa, a conferire loro un aspetto carino, così come la loro natura lenta e facile da fotografare. Forse è semplicemente il fatto che sono così diversi dagli animali terrestri, ricordandoci quanto sia straordinario il mondo sottomarino rispetto alle nostre vite mondane sopra la superficie.

Non ne sono sicuro, ma posso capire perfettamente come, con un obiettivo macro montato su una fotocamera, un'immersione che alcuni potrebbero trovare noiosa (nessun accenno di relitto e solo fino a 10 metri) possa diventare speciale.

Per me, c'è qualcosa di magico nella luce della mia torcia che cade su una gemma dai colori meravigliosi in mezzo all'oscurità e al freddo dei tipici siti di immersione del Regno Unito.

A prima vista, le acque al largo della costa sud-orientale della Scozia potrebbero non essere il primo posto in cui potresti pensare di ospitare un festival dei nudibranchi. Le destinazioni tropicali vengono in mente più facilmente, Anilao e Lembeh sono solo due.

Ti sbaglieresti, tuttavia, perché i mari del Regno Unito pullulano di vita e di nudibranchi. Potresti non averli notati.

Davanti a un caffè e a una torta fatta in casa, ci siamo goduti il ​​sole estivo e il mare quasi calmo. Ho fatto solo una manciata di viaggi subacquei in questa parte del mondo, e ogni volta mi sono ritrovato a ripensare alle conversazioni con persone sulle crociere che giuravano che non si sarebbero immerse "a casa".

Un piccolo branco di delfini nuotava oltre, diretto a sud, e i cieli erano pieni di uccelli marini: fulmari, urie e gabbiani tridattili. Tanta vita. Certo, un temporale estivo può rovinare i tuoi piani, ma quando le condizioni sono buone queste sono immersioni di livello mondiale a portata di mano.

Ci stavamo immergendo dalle due barche di Marine Quest, Silver Sea e Jacob George, e il team ci stava trattando eccezionalmente bene.

Una storia di pesca locale e di immersioni di salvataggio (ai tempi delle forniture di aria di superficie a manovella e dei cappelli di ottone) si adattava al passaggio dell'azienda di famiglia al settore delle immersioni.

IL NOSTRO INTERVALLO DI SUPERFICIE era finita e Jim ci ha dato un breve briefing sul modo migliore per esplorare il muro e le nuotate. Mentre scendevamo, mio computer registrato 13°C e, mentre aggiungevo un po' di gas al mio muta stagna, ho potuto vedere per almeno 15 metri! Questa era un'eccellente visibilità.

Intorno a noi, le rocce che erano cadute dalle scogliere sovrastanti erano ricoperte da una rigogliosa crescita di alghe marine - da fronde fini a enormi crescite di alghe, ciascuna lama massiccia, simile a una foglia, ancorata alla roccia da uno spesso stelo e un robusto punto di ancoraggio.

In questa foresta sottomarina correvano i granchi e, sulle alghe stesse, pascolavano cipree e patelle dai raggi blu.

Ho potuto vedere anche i nudibranchi. In effetti ce n'erano centinaia. Mi sforzavo un po' per vedere quelli veramente piccoli, lunghi non molti millimetri.

Scattando alcune fotografie e visualizzandole sullo schermo della fotocamera si è scoperto che si trattava della comune Polycera quadrilineata, un nudibranco ideale per principianti e che avevo già visto in precedenza. Sono comuni e attraenti, con dettagli gialli sulle branchie e sui rinofori. Quattro strisce gialle sul corpo spiegano il loro nome scientifico.

Mi chiedevo quanto spesso avevo incrociato questi piccoli personaggi nelle immersioni precedenti? Quante volte avevo ignorato le acque basse ricche di alghe per raggiungere gli abissi, ignorando del tutto questo mondo frondoso?

Tra i resti di alghe, le alghe sono passate dal verde al ricco bordeaux sotto la luce riflessa della mia macchina fotografica e lì, riflettendo il bianco puro, c'era un grande nudibranco con un aspetto decisamente "soffice". Si trattava di Acanthodoris pilosa (l'avrei saputo più tardi), conosciuto anche con il nome comune di doris pelosa e spinosa.

Puoi capire perché i nomi scientifici sono preferiti dagli esperti. I grandi rinofori che usano per “annusare” il mondo che li circonda, danno l'aspetto di un soffice coniglio.

Scendere più in profondità ed esplorare i lati dei massi che, in alcuni casi, formano vasche alte diversi metri, ci ha portato in un paesaggio marino completamente diverso.

Le rocce erano ricoperte di escrescenze bianco puro di dita di uomini morti e grandi macchie di anemoni colorati, che rivaleggiavano con qualsiasi cosa dei tropici per colore e numero.

Ho intravisto qualcosa di luminoso e ho intravisto un nudibranco dal nome appropriato di punte di cristallo. Questi sono nudibranchi comuni e facilmente visibili che sembrano brillare alla luce delle torce.

Le sporgenze sul loro corpo, che fungono da branchie e contengono sottili fili del tratto digestivo, hanno la punta bianca e blu brillante.

STAVO BENE nell'avvistare i nudibranchi più grandi, ma c'era molto altro in arrivo. Tornando al porto sulla barca, ho chiacchierato con Jim Anderson, l'organizzatore del festival e autore principale (insieme a Bernard Picton) dell'ebook Scottish Nudibranchs.

0917 festa dei nudi acanthodoris pilosa
La grande Acanthodoris pilosa ha un aspetto “soffice”.

Jim sembra riluttante a essere definito un esperto, anche se sa di più sulle 107 specie di nudibranchi e altre lumache marine finora identificate lungo la costa scozzese di chiunque abbia mai incontrato.

Potevo riconoscere circa cinque specie e i loro nomi scientifici stavano lentamente affondando nella mia materia grigia, ma sospetto di essere la persona meno informata sulla barca.

Jim è stato introdotto ai nudibranchi alle Seychelles nel 1987, da a esperto di immersioni che stava compilando un elenco di specie locali e utilizzando gli ospiti per aiutare a trovare esemplari.

"Questo ha catturato la mia immaginazione", mi ha detto. "C'erano così tante specie di animali di cui fino ad allora non avevo idea esistessero, ed erano così colorati."

L'ebook di Jim è, dice, attualmente l'unica guida disponibile sui nudibranchi del Regno Unito. A Field Guide to the Nudibranchs of the British Isles di Picton e Morrow è ormai fuori stampa, anche se forse tornerà tra breve. digitale formato in modo che possa essere aggiornato man mano che la nostra conoscenza aumenta.

È qui che i subacquei possono assistere. Enti come Seasearch aiutano i subacquei a registrare i loro avvistamenti e registrazioni di vita marina, e i record vengono poi aggiunti ai database nazionali sulla distribuzione delle specie.

Osservando le mappe di molte specie marine, compresi i nudibranchi, si noteranno evidenti punti caldi. Tuttavia, questo potrebbe semplicemente riflettere il numero di immersioni effettuate in luoghi particolari.

Interi tratti di costa potrebbero essere habitat straordinari per nudibranchi e altre specie, ma nessuno ne ha ancora registrato nessuno.

Il giorno seguente fu un altro torrido e, mentre lasciavamo il porto, i gelatai si fregavano le mani dalla gioia. Dirigendoci ancora una volta a nord, abbiamo esplorato alcuni siti dai nomi meravigliosi: Conger Reef, Craig e, la nostra destinazione finale, Skelly Hole. Penso che il meglio sia stato tenuto per ultimo.

Ero determinato a fotografare alcuni dei nudibranchi più piccoli. Avevo fatto bene con gli esemplari più grandi, ma ero consapevole che alcuni altri subacquei ne stavano trovando di piccoli che, per chi ha una buona vista, sono belli quanto i loro cugini più grandi.

"Questa potrebbe essere la mia occasione", ho pensato, mentre Jim manovrava con attenzione la barca tra le lunghe sezioni di roccia che correvano verso il mare. Immagino che non sia un sito in cui immergersi con le onde, poiché la geologia locale prevedeva uno stretto ingresso in un luogo riparato, circondato da alte scogliere che ospitavano migliaia di rumorosi uccelli marini.

Scendendo verso i 15 metri circa, il fondale di ciottoli arrotondati ha lasciato il posto a rocce ricoperte di alghe. Un piccolo polipo sembrava ansioso di evitarmi.

Sono rimasto per un momento perplesso dalle rocce arrotondate che sembravano tutte della stessa dimensione, prima di realizzare che si trattava di gusci vuoti di uova di uria provenienti dalle colonie soprastanti.

Forse era il fertilizzante proveniente dall'alto, ma qui le alghe sembravano ancora più rigogliose, come una specie di foresta preistorica. La luce e la limpidezza dell'acqua erano eccellenti e senza corrente potevo ancora una volta concentrarmi sulle alghe.

Sforzando i miei occhi invecchiati, ho potuto distinguere qualcosa che avrebbe potuto essere un nudibranco. Ho sparato molti colpi ed eccola lì, una creatura lunga 4 o 5 mm, che si nutriva degli idroidi che crescevano sulle fronde di alghe. Era correttamente visibile per me solo quando ne ingrandivo l'immagine sul mio schermo LCD. Avrei avuto bisogno di lenti a contatto migliori.

RIDANDO TRA ME e consapevole che intorno a me c'erano molti più nudibranchi di quanto avessi mai immaginato, io e il mio amico ci siamo diretti un po' più lontano.

Potevo vederla puntare la torcia verso qualcosa e, mentre mi voltavo e sforzavo ancora una volta gli occhi, c'era una striscia di rosa viola; Avevo una Flabellina pedata da fotografare.

Poi, a non molti centimetri di distanza, una minuscola macchia marrone si rivelò essere una splendida piccola creatura con minuscole macchie blu sui fianchi. Aegires punctilucens è uno di quei nomi che non significa nulla finché non impari, come ho fatto io, che punctilucens significa "macchiato di luci", o qualcosa che si avvicina a quella traduzione.

Aggiungere altre due specie alla mia lista è stato un ottimo modo per concludere l'immersione. Avevamo raggiunto circa 50 minuti e stava diventando un po' freddo. Avevo più di 100 bar rimasti nella mia bombola da 15 litri e una scheda di memoria con circa 20 nudisti.

Anche il mio amico era felice di tornare in superficie, nonostante il gas rimanente, quindi ho inviato il mio DSMB.

Mentre alzavo lo sguardo, ho potuto vedere qualcosa nell'acqua: qualcosa è volato oltre.

C'erano decine di urie, che facevano delle passabili impressioni di pinguini mentre "volavano" sott'acqua intorno a noi. Mi sono piaciute le soste di sicurezza con i pinna bianca oceanici e con i delfini, ma mai con gli uccelli. È stata la conclusione perfetta di un fantastico fine settimana.

  • Lo Scottish Nudibranch Festival 2018 dovrebbe svolgersi a metà giugno, con date precise da definire. Controlla il sito web di Marine Quest, marinequest.co.uk

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x