Come i granchi usano gli idroidi per andare a pescare

archivio – Notizie sulle immersioniCome i granchi usano gli idroidi per andare a pescare

Ai granchi decoratori piace coprirsi di invertebrati come alghe, spugne e idrozoi, e questo è sempre stato associato al mimetismo e, dove la copertura comprende cellule urticanti, alla protezione armata dai predatori.

Ora la ricerca ispirata da vacanza le immersioni subacquee hanno rivelato che i granchi decoratori del genere Acheo attaccano una specie di idrozoo a zampe specifiche per trasformarle in canne da pesca.

Il biologo marino e specialista in idroidi Dr. Joan J Soto Àngel dell'Università di Valencia è venuto a conoscenza del fenomeno durante un'immersione ricreativa nel Mar Rosso settentrionale.

Studiando le fotografie macro dei granchi durante le sue immersioni notturne, quando erano attivi, notò che trasportavano la stessa specie di idroidi, Hydrichthella epigorgia.

Ciò lo ha spinto a condurre uno studio scientifico completo su esemplari vivi e archiviati, nonché a rivedere il lavoro dei macrofotografi subacquei, che ha rivelato che il 96% dei granchi decoratori portavano H epigorgia.

Gli idroidi si concentrerebbero sul secondo e terzo paio di zampe dei granchi, che i granchi agiterebbero nella corrente mentre usano le altre zampe per aggrapparsi al corallo.

Gli idrozoi si attaccano abitualmente alle zampe e al carapace dei granchi in modo da essere trasportati in aree dove le correnti forniscono zooplancton da catturare con i loro polipi.

I granchi sono in grado di spostare gli autostoppisti in diverse parti del loro corpo per soddisfare i loro scopi di mimetizzazione, difesa e, a quanto pare, alimentazione. Se le loro zampe servono come canne da pesca, gli idrozoi sono gli ami.

Il dottor Soto Angel ritiene che Acheo Favore dei granchi decoratori H epigorgia perché, a differenza di altri idrozoi, usa i suoi polipi difensivi per catturare il plancton, ma poi deve passare la preda catturata ai polipi che si nutrono per la digestione.

I granchi sono in grado di intervenire in questo processo e prendere per sé il cibo prima che possa essere trasferito.

La scoperta è stata pubblicata su Marine Biodiversity.

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

01-feb-18

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x