Le mante giganti sono predatori delle profondità oceaniche

archivio – Diving NewsLe mante giganti sono predatori delle profondità oceaniche

Un nuovo studio scientifico sulle fonti di cibo delle mante giganti nel Pacifico equatoriale orientale ha rivelato che le razze traggono la maggior parte del loro sostentamento dalle profondità oceaniche piuttosto che vicino alla superficie, come si supponeva in precedenza.

Lo studio della Marine Megafauna Foundation (MMF), dell’Università del Queensland (UQ) e di Proyecta Mantas Ecuador si è concentrato sull’Isla de la Plata al largo dell’Ecuador, che ospita stagionalmente la più grande aggregazione di mante giganti al mondo.

As studying the contents of the rays’ stomachs is impractical, stable isotope analysis of manta muscle and zooplankton were used. This revealed that, while some 27% of the rays’ dietary intake came from surface feeding, the bulk derived from the mesopelagic zone – 200-1000m below the surface.

MMF researcher Katherine Burgess authored the project as part of a PhD at UQ. “Manta rays are one of the most iconic marine animals, yet we still know very little about their feeding habits,” she said. “The study reports much-needed information on the diet of this elusive species.”

The giant manta (Manta birostris) was first identified by the MMF’s Andrea Marshall. The species, like the reef manta ray (Manta alfredi), is on the IUCN Red List of Threatened Species.

It is formally protected in Ecuador along with other countries such as Indonesia, the Maldives, Mexico, New Zealand, the Philippines and parts of the USA, but understanding of its feeding habits is considered vital in helping to identify and conserve critical habitats and feeding sites.

“Le profondità dell’oceano sono la prossima frontiera per la pesca in mare aperto, e ci stiamo appena rendendo conto della potenziale dipendenza da questa zona da parte della megafauna marina minacciata”, ha commentato il professor Anthony Richardson dell’UQ.

Lo studio Manta birostris, Predator of the Deep?, pubblicato sulla Royal Society Open Science qui

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

01-dic-16

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x