Domande e risposte: Relitti

Kendall McDonald, ex redattore di Fleet Street
Kendall McDonald, ex redattore di Fleet Street

Kendall McDonald, ex redattore di Fleet Street, si immerge (e ne scrive) da più di 45 anni. È esperto di relitti del DIVER dal 1960.

Quanto tesoro c'era a bordo della Merchant Royal, si chiede John Messent, che aggiunge: Potete dirmi la sua posizione?

Vorrei poterlo fare: sarei un uomo ricco! Molti altri subacquei me lo hanno chiesto nave del tesoro e, per quanto ne so, tre squadre ben finanziate e ben equipaggiate la stanno cercando proprio in questo momento negli Avvicinamenti alla Manica.

Una nave da ricerca ha a bordo apparecchiature di navigazione computerizzata, magnetometro e sonar per un valore di oltre 500,000 sterline, il che dà un'idea di quanto seriamente prendano questa caccia al tesoro.

La Merchant Royal da 700 tonnellate e 32 cannoni (a volte scritta "Royall" nello stile dell'epoca) era una nave mercantile di proprietà di quattro mercanti londinesi.

Trascorse tre anni commerciando con le colonie spagnole nelle Indie occidentali dal 1637 al 40.

A quel tempo eravamo in pace con la Spagna, quindi la Merchant Royal e la sua nave gemella, la Dover Merchant, fecero scalo a Cadice mentre tornavano a casa a Londra. A detta di tutti, perdeva molto dopo il lungo viaggio.

Quando una nave spagnola a Cadice catturò contemporaneamente fuoco appena prima del trasporto tesoro da convertire in paga per i 30,000 soldati spagnoli nelle Fiandre, il Capitano Limbrey della Merchant Royal vide l'opportunità di guadagnare un po' più di denaro per i suoi proprietari.

Si offrì volontario per portare il tesoro ad Anversa mentre tornava a casa.

Quanto tesoro? I dettagli variano ma certamente aveva a bordo 100,000 in oro (20 milioni di dollari di oggi), 400 lingotti d'argento messicano (un altro milione) e quasi 1 pezzi da otto e altre monete.

Ma tu sai cosa sono i cacciatori di tesori. Alcuni di quelli coinvolti si aspettano di trovare anche la fortuna personale di John Limbrey da quel lungo viaggio nel relitto, quindi le stime arrivano fino a 100 milioni!

La Merchant Royal continuò a perdere acqua dopo che lei e la sua nave gemella lasciarono Cadice e, quando le pompe si ruppero, affondò al largo di Land's End in condizioni di tempo avverso il 23 settembre 1641.

Il suo affondamento fu visto dal Dover Merchant, che stimò la loro posizione a "dieci leghe da Land's End".

Se il tempo fosse stato brutto difficilmente avrebbero potuto vedere la costa, il che fa sorgere notevoli dubbi su quella posizione.

(Per chi volesse sapere dove si trova, una lega equivaleva a 3.18 miglia nautiche, e per scopi pratici a quei tempi veniva considerata come tre miglia nautiche).

Diciotto uomini sono annegati nell'affondamento: il capitano Limbrey e 40 membri del suo equipaggio sono scappati su barche e sono stati raccolti dalla Dover Merchant.

La caccia scientifica al Merchant Royal va avanti ormai da quasi dieci anni. Potrebbe essere ovunque nelle 600 miglia quadrate degli Accessi Occidentali. Ma non ho dubbi che alla fine la troveranno.

Naturalmente chiunque conosca la situazione mi scriva subito nella massima riservatezza!

Potete aiutarmi a identificare un relitto che abbiamo trovato durante le immersioni al largo della costa del Sussex? chiede Trevor Spires.

wrk2198

No, non posso, ma scommetto che ci sono dei sommozzatori che stanno leggendo questo articolo e che possono farlo. Trevor ha un indizio sulla sua nave, alcune targhe che portano quello che potrebbe essere lo stemma della compagnia di navigazione: un globo con linee di latitudine e longitudine su di esso.

Una cintura e una fibbia circondano il globo con le lettere CSN Co attorno alla cintura.

Qualcuno conosce una compagnia di navigazione con quello stemma e quelle iniziali? Mandami un messaggio e lo passerò a Trevor.

Hai qualche informazione sul naufragio dell'Empire Crusader al largo dell'Isola di Wight? chiede Gary Paddock.

L'Empire Crusader era originariamente conosciuto come Leander. Apparteneva alla linea tedesca Neptun di Brema, dove fu costruita dalla Atlas-Werke AG nel 1925 come piroscafo di 1042 tonnellate, lungo 224 piedi con una larghezza di 33 piedi.

Fingeva di essere una russa neutrale quando fu fermata al largo di Vigo, in Spagna, dal cacciatorpediniere HMS Isis il 9 novembre 1939. Fu portata in premio a Plymouth e ribattezzata Empire Crusader.

Non ha navigato a lungo sotto bandiera britannica. L'8 agosto 1940 fu bombardata e mitragliata dagli Junkers 87 mentre era in convoglio 15 miglia a ovest di St Catherine's Point sulla strada da Seaham a Devonport con 1020 tonnellate di carbone.

Il suo equipaggio di 15 persone includeva sei marinai per equipaggiare il grande cannone a poppa. Il suo comandante, il secondo ufficiale e due marinai andarono perduti quando prese fuoco e si capovolse.

Fino a poco tempo fa molti subacquei credevano che l'Empire Crusader fosse il relitto a 27 metri a 50 35 43; 01 43 21, ma si scoprì che si trattava della Venezuela, affondata nel 1918, e su questo non si può discutere visto che il nome è scritto a grandi lettere di ottone sulla sua poppa!

La sua pistola è ora una stella in mostra nella sala del club di Swindon BSAC.

Ci sono un certo numero di relitti nella zona giusta. L'Empire Crusader è probabilmente quello gravemente danneggiato a 50 25 52N; 01 42 16W. Si trova a 40 metri e non è stata ancora identificata con certezza dai subacquei.

C'è un bel dipinto dell'Empire Crusader dell'artista marino Barry Mason, riprodotto in Dorset Shipwrecks di Steve Shovlar.

Dato che hai chiesto di lei, Gary, questo significa che puoi identificarla con certezza? Mi piacerebbe saperlo.

Penso che il relitto che hai elencato su Dive Sussex come "probabilmente HMS Laforey" sia probabilmente HMS Minion. Cosa ne pensi? – Tim Bennetto.

Penso tu abbia ragione. E grazie all'aiuto di Tim con quel vecchio cacciatorpediniere e altri relitti nell'area di Brighton, che Tim copre con la sua barca per immersioni Spartacus, la prossima edizione di Dive Sussex dovrebbe essere una lettura ancora migliore per i subacquei della costa meridionale!

Il relitto vintage della Prima Guerra Mondiale a cui fa riferimento Tim è alto 8 metri su 43 metri a 50 38 37; 00 13 53.
Pensavo che i tre buchi fossero al posto dei fumaioli e non riuscivo a trovare un'altra nave da guerra adatta allo scopo, ma Tim Bennetto sì.

Durante molte immersioni su di lei, si convinse che i fori non erano per gli imbuti ma per le torrette, che erano state rimosse lasciando solo i binari su cui le torrette avrebbero ruotato.

Le torrette non si trovavano da nessuna parte sopra o vicino al relitto. La loro assenza suggeriva che una nave si dirigesse verso il cantiere del demolitore.

wrk3198

La ricerca di Tim lo portò all'HMS Minion, un cacciatorpediniere di classe M varato nel settembre 1915. Era una delle sei barche di classe M dell'Ammiragliato costruite da Thorneycroft, tutte di 1052 tonnellate, lunghe 276 piedi con una larghezza di 26 piedi.

Le loro tre torrette ospitavano tre cannoni da 4 pollici.

Portavano anche un pom-pom da 2 pdr e quattro tubi lanciasiluri da 21 pollici in coppia. Le loro tre caldaie e i motori da 25,000 CV azionavano tre eliche per raggiungere una velocità di 34 nodi.

Il Minion sopravvisse alla guerra e fu venduto per essere demolito in Germania nel 1921. Fu spogliata delle sue armi e rimorchiata quando affondò.

Puoi dirmi qualcosa sul relitto del galeone dell'Armada spagnola a Portencross, nel Firth of Clyde? chiede Paul Holden.

Posso, ma solo grazie all'eccellente libro di Peter Moir e Ian Crawford Clyde Shipwrecks (chiamare il numero 01475-520141 per le copie).

Armata spagnola? Forse, ma i primi documenti registrano solo "una nave spagnola contro la costa" vicino a Farland Head e al castello in rovina.

Certamente si notano nel 1740 alcuni ritrovamenti di cannoni, sia di bronzo che di ferro, da un relitto «ad appena un quarto di miglio dalla riva, a dieci braccia e un piede d'acqua».

Un grande cannone di ferro è in mostra vicino al castello di Portencross. Dovrebbe valere la pena cercare tra i 18 e i 19 metri a circa 400 metri di distanza, non credi?

Lasciate che il Immersioni Archeologiche L'unità saprà se trovi qualcosa.

Sai chi ha fatto una birra chiamata "Tue"? chiede Bob Peacock, che è lui stesso una miniera di informazioni sulle immersioni nel Kent.

Qualcuno sa? Bob sta cercando di verificare che si sta immergendo sull'Hundvaag, un piccolo piroscafo norvegese di 690 tonnellate utilizzato dalla Marina come carboniera e minato nel 1940. Il relitto si trova a 25 metri su sabbia dura a 51 08 41; 01 27 55 ed è diviso in due parti.

Bob ha trovato delle posate con quelli che potrebbero essere segni norvegesi e una bottiglia di birra con la parola "Tue" sopra. Se qualche bevitore di birra scandinavo può aiutarmi, lo riferirò.

CONTINUA A ARRIVARE LE TUE DOMANDE

Inviarli, contrassegnati con "Wrecks Q&A;": tramite lettera, indirizzata a DIVER, o tramite fax allo 020 8943 4312
via e-mail da steve@divermag.co.uk sulla pagina Wrecks Talk di DIVERNET.

Questo può anche portarti risposte rapide da altri lettori (anche se queste dovrebbero ovviamente essere trattate con cautela).

Siamo spiacenti che non sia possibile rispondere alle domande telefonicamente o, in generale, individualmente.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x