Vola, corri, tuffati

Sardine che si muovono a tutta velocità, cercando di sfuggire ai delfini affamati.
Sardine che si muovono a tutta velocità, cercando di sfuggire ai delfini affamati.

SUBACQUEO DI GRANDI ANIMALI

Vola, corri, tuffati

In quale parte del mondo puoi uscire su una piccola barca e tuffarti nell'oceano per vedere da vicino delfini, squali e balene, tutto nello stesso giorno? È possibile in Sud Africa, quando si svolge il più grande spettacolo nell'oceano. MORTEN BJORN LARSEN si unisce alla Sardine Run

0719 squali sardinerun

Morten ammette che raramente riesce a cogliere sia uno squalo che un delfino nella stessa immagine. Riquadro: Il pilota dell'aereo da ricognizione scende a salutare.

La Natura fa tutto ciò che vuole... è un gioco d’attesa!” disse il nostro capitano del gommone, Louis, intendendo che l'unica cosa che potevamo fare era aspettare e vedere di che umore fosse Madre Natura.

A volte era un buon pensiero su cui concentrarsi mentre sedevamo lì, a guardare l'Oceano Indiano increspato, senza alcun segno di azione.

Continuavo a guardare da una parte all'altra, sperando di vedere quella che viene chiamata "acqua bollente". Questo è un modo per descrivere l'effetto visivo quando uno stretto banco di sardine è vicino alla superficie. Quando si osserva questo fenomeno, può essere un buon segno che i predatori stanno cacciando e mangiando le sardine.

Abbiamo anche cercato gli uccelli che si tuffavano dal cielo per catturare i piccoli pesci. Nel frattempo, Louis stava ascoltando le chiamate interessanti di Janneman sul suo aereo da ricognizione. Se il vento era favorevole, Janneman partiva la mattina presto per essere i nostri occhi al cielo.

All'improvviso, c'è stata una chiamata da Janneman che ha costretto tutti nel RIB a sedersi e ad ascoltare. Il walkie-talkie chiacchierava un po’, ma non abbiamo avuto dubbi quando il pilota ha alzato la voce e ha parlato di azione con i delfini e una palla da esca – per poi passare al bello: “Sembra statico”.

Era statico. Ciò significava che le sardine erano circondate e non si muovevano a nessun ritmo più veloce di quanto un essere umano potesse seguirle. Il Capitano Louis mise il gommone a piena velocità, perché avevamo circa cinque minuti per raggiungere la palla di esca.

Mentre ci avvicinavamo, ho indossato il mio fini, cintura pesi, mask and snorkel.

Non sapevamo ancora se sarebbe stato possibile immergersi attorno alla palla esca, ma abbiamo potuto vedere subito che tutta l'azione si svolgeva vicino alla superficie.

Now the expression “boiling water” made complete sense. We decided to jump in without scuba tanks.

Apparso su DIVER luglio 2019

Ho nuotato più velocemente che potevo. Proprio di fronte a me c'era la palla d'esca, ed era completamente attaccata da un branco di delfini comuni.

I delfini lavorano insieme secondo uno schema molto ben pianificato soffiando bolle sotto le sardine per tenerle vicine alla superficie.

Mentre mi avvicinavo alla palla da esca, ho potuto vedere migliaia di sardine nuotare in formazione serrata. Lo fanno per rendere più difficile per i predatori individuare gli individui.

Mi sono sdraiato sul lato della baitball, cercando di calmarmi, ma l'adrenalina e la gioia di vivere finalmente questo fenomeno mi hanno fatto battere il cuore come un matto.

Then, in a swift move, the baitball turned towards me, just as the dolphins attacked again, seemingly at the speed of light. I had just ducked my head beneath the water when the attack was over, almost as quickly as it had begun.

Ho nuotato un po' lontano dalla palla di esca, ma ora non c'era traccia di delfini, solo di sardine che volteggiavano intorno.

Sardine che si muovono a tutta velocità, cercando di sfuggire ai delfini affamati.
Sardine che si muovono a tutta velocità, cercando di sfuggire ai delfini affamati.

All'improvviso ho sentito i suoni forti che i delfini usano per comunicare e poi, pochi secondi dopo, sono tornati con un tuono dalle profondità.

Questa volta ho potuto scattare qualche foto prima che l'attacco finisse. Ormai avevo imparato che i delfini comunicano poco prima di un attacco. Questo si è rivelato il segnale per me di mettermi in posizione con la mia macchina fotografica.

Per i successivi 45 minuti, ci sono riuscito più volte, facendo un respiro profondo non appena ho sentito i delfini comunicare e tuffando il misuratore verso la palla da esca.

Questa tecnica non funzionava ogni volta che attaccavano; a volte restavo in superficie per godermi lo spettacolo mentre i delfini si sfondavano tra le sardine esposte e l'acqua si riempiva di scaglie di pesce.

Ad un certo punto ho visto una sagoma sotto le sardine. Si muoveva in modo diverso rispetto ai delfini, quindi ho fatto un respiro profondo e mi sono tuffato un po'.

Poi ho visto di cosa si trattava: uno squalo scuro, una specie capace di crescere fino a 4 metri di lunghezza. I Duskies hanno le sardine in cima al loro menu, quindi ha annusato la cena ed è venuto a unirsi alla festa, ma i delfini non avevano ancora finito e continuavano ad attaccare, soffiando bolle e tenendo stretta la palla di esca.

L'ho trovato, se scattavo contro il sole, le particelle e le scaglie delle sardine nell'acqua facevano sembrare l'acqua verdastra, ma se scattavo con il sole alle spalle, l'acqua era di un blu molto più gradevole.

Una volta realizzato questo, quando le sardine sono state nuovamente attaccate e ho avvistato lo squalo, mi sono tuffato con il sole alle spalle.

Ho guardato attraverso il mirino e ho sparato, solo che questa volta ho visto anche lo squalo che sfrecciava attraverso la palla di esca nella direzione opposta rispetto ai delfini. In altre parole, si stava dirigendo direttamente verso di me.

Ho avuto la fortuna di nuotare e immergermi con gli squali diverse volte in precedenza, quindi sono rimasta calma e ho trattenuto il respiro mentre lo squalo si avvicinava molto a me. Anche i delfini si sono avvicinati molte volte, ma mi hanno aggirato facilmente. Ammetto che a volte mi sentivo un po' agghiacciante trovarmi nel mezzo di questa frenesia alimentare, circondato da predatori.

Quando la palla si è ridotta quasi a zero e gli attacchi sembravano cessare, abbiamo deciso di strisciare di nuovo sul RIB. Quando ho preso la macchina fotografica e la cintura pesi e mi sono tirato fuori dall'acqua, mi sono reso conto di quanto fossi esausto.

Tuttavia, mi sono sentito anche molto fortunato ad aver assistito, forse, allo spettacolo più grande che la Natura ha da offrire.

Molti di noi lo hanno visto in TV, in quelle fantastiche serie della BBC in cui squali, delfini e uccelli cacciano e mangiano enormi banchi di sardine al largo della costa sud-orientale del Sudafrica. La Corsa delle Sardine dura solo circa sei settimane, in genere inizia a metà giugno.

Milioni di sardine seguono le correnti fredde che, in questo periodo dell'anno, si avvicinano alla terra. Questo, a sua volta, attira un certo numero di predatori, tra cui delfini comuni e tursiopi, sule, balene di Bryde e megattere, squali rame, toro, tigre bruno e della sabbia, foche e persino, a volte, pesci vela.

Per gli anni 10 passati, la Sardine Run era in cima alla mia lista dei desideri. Nel 2017 ho saputo che la compagnia danese Kingfish Dive & Travel, con la quale avevo viaggiato con successo in precedenza, aveva aggiunto la corsa al suo programma per il 2018.

Poiché vivo a Copenaghen, ho visitato i suoi uffici per saperne di più sul viaggio. Come puoi immaginare, non ci è voluto molto per convincermi a prenotare un posto per la Sardine Run 2018.

As I said, we never know what mood Nature will be in, so you can’t rely on seeing baitballs every day. However, given all the other things we saw during the week, it didn’t matter that much.

L'attrazione principale della Sardine Run potrebbero essere le palle da esca sotto attacco, ma abbiamo sperimentato azioni alternative più che sufficienti mentre navigavamo per preparare un intero safari oceanico.

Le orche nuotano accanto al RIB.
Le orche nuotano accanto al RIB.

Abbiamo visto più megattere e delfini di quanti potessi contare e, ultimo ma non meno importante, un piccolo branco di orche. Anche se c'erano meno orche, mi bastava vedere questi magnifici animali avvicinarsi al gommone, quindi non importava davvero quanti fossero.

Inoltre, quando abbiamo avvistato le orche per la prima volta, erano in movimento, quindi non avrebbe avuto senso tuffarsi e cercare di seguirle nell'acqua. Quindi siamo rimasti nel gommone e li abbiamo seguiti il ​​più a lungo possibile, un'esperienza che non dimenticherò mai.

Oltre a cercare le palle da esca, abbiamo trascorso un po' di tempo cercando di entrare in acqua con le megattere.

Le balene possono essere curiose e giocose, ma spesso le abbiamo viste sfondare e tuffarsi troppo lontano da noi per unirsi a loro.

Tuttavia, abbiamo avuto degli incontri molto ravvicinati, grazie all'occhio acuto del Capitano Louis per la fauna selvatica. Quando individuò un branco di megattere, riuscì a capire se stavano per tuffarsi o meno e se in quel momento ci sarebbe stata la possibilità di nuotare con loro.

Quando ha detto "provaci" siamo scivolati in acqua il più silenziosamente possibile, nella speranza che le balene passassero o proprio sotto di noi.

Tutti, da entrambi i gommoni, hanno avuto incontri indimenticabili con le megattere che si avvicinavano proprio accanto a loro, o si tuffavano proprio sotto di loro a un ritmo molto lento, mostrando tutta la loro bellezza e grazia. È stata un'esperienza epocale osservare questi giganti nel loro elemento.

Uno dei nostri primi giorni è stato molto tranquillo, quasi senza vento.

Con il suo forte accento sudafricano, il Capitano Louis ha spiegato che "vogliamo che il mare sia vivo" quando speriamo di vedere le palle di esca. Ci ha suggerito di navigare più vicino alla riva per vedere come stavano le cose lì.

Spesso la corrente e la visibilità vicino alla riva rendono impossibile l'immersione, ma poiché era una giornata così tranquilla, Louis ha pensato che valesse la pena dare un'occhiata.

Non abbiamo visto nulla che somigliasse lontanamente all'acqua bollente di una palla di esche, e i pochi delfini che abbiamo visto sembravano pigri e per niente in vena di caccia.

Lui aveva ragione. The conditions were great for diving at a site called Raggies, a nickname for sand tiger or raggedtooth sharks. The reef where they usually hang out starts at about 25m depth, and the first 10m always has a bit of current.

We made a negative entrance to get past the current and allow ourselves as much time on the reef as possible.

While we dived I looked around and initially thought there was nothing to see, but as soon as the reef came into sight I literally landed on top of a 2m sand tiger.

It swam away, and I began to enjoy the many colours of the magnificent reef and the resident sharks. I noticed a small group just under an overhang, so I let myself glide down to them.

Luckily, they didn’t need much time to get used to me, and they let me get close enough for some images. Despite the lack of baitballs and whales that day, we still had a world-class dive at Raggies.

Questo tratto di oceano al largo della costa sudafricana è fantastico. Ci sono abbastanza esperienze straordinarie da toglierti il ​​fiato ogni giorno, non importa quale sia il tuo livello di esperienza!

FATTO

COME ARRIVARE> Voli giornalieri con BA e South African Airways per Durban.

DIVING> Kingfish Dive & Travel, che ha organizzato il viaggio, si avvale di diversi operatori.

ALLOGGI> Il Creek vicino a Port St John's dispone di capanne accoglienti e di una sala comune dove vengono serviti tutti i pasti. thecreek.co.za

QUANDO ANDIAMO> The Sardine Run usually occurs from mid-June through July. Water temperature is around 20°C so a 5mm suit plus shortie with a hood is recommended, and 3mm gloves. Some divers use 5mm open-cell freediver suits.

I SOLDI>Rand sudafricano.

PREZZI> Kingfish Dive & Travel organizza un viaggio di gruppo nel 2020 con voli da Londra il 28 giugno e nove giorni alla ricerca di palle da esca. Inclusi voli, trasferimenti e immersioni costa £ 4050, kingfish.dk/expeditions

Informazioni sui VISITATORI> sudafrica.net

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x