Fight Club

archivio – TrainingFight Club

La prima regola dell'Aquathlon è... beh, non è che non si possa parlarne, sicuramente in Russia, Ucraina e Kazakistan, dove il wrestling subacqueo è un grosso problema, dice ALEXANDER KURAKIN. Potrebbe prendere piede qui? La giuria ha deciso – foto di ANDREY NEKRASOV

SOVIETICO MAGAZINE articoli degli anni '1980 e '90 si riferivano all'Aquathlon come a una sorta di lotta subacquea, ma fornivano poche informazioni specifiche, quindi avevo solo una vaga idea in mente quando un amico mi disse: "C'è una competizione di Aquathlon in arrivo - vorresti per sparargli?" Ma la curiosità ha avuto la meglio e mi ha portato a guardare il torneo.
Quella che sembrava essere la Coppa del Mondo CMAS juniores mi ha offerto la possibilità di apprendere le regole del combattimento e di assistere a battaglie tra maestri di Aquathlon di diversi paesi.
Incontrerei anche Igor Ostrovsky, uno dei creatori di questo sport.
“Aqua” è abbastanza chiaro, ma cosa significa esattamente “thlon” in questo contesto? Sulla superficie dell'acqua è segnato un ring quadrato di lotta di 5 x 5 m. Cerchi di un metro di diametro vengono posti sott'acqua sui lati opposti dell'anello.
I lottatori si tuffano attraverso questi per iniziare il loro combattimento, che consiste in tre round da 30 secondi.
Indossano maschera, pinne e un berretto da pallanuoto rosso o giallo. Alle caviglie sono fissati nastri colorati da 20 cm, uno rosso e uno giallo.
Lo scopo è strappare il nastro del tuo rivale preservando il tuo. Il vincitore è il primo lottatore che mostra il nastro dell'avversario sopra la superficie.
Un'altra strada verso la vittoria può essere quella di impedire al rivale di entrare sul ring bloccando il cerchio entro sei secondi dal segnale di partenza.
Durante il combattimento, puoi afferrare il tuo avversario (purché ciò non causi dolore o soffocamento), tenerlo sott'acqua e muoverti fuori dalle linee degli anelli (anche se all'interno del ring deve essere mostrato un nastro strappato). squillo).
Sono vietati calci o tentativi intenzionali di strappare la maschera o il costume da bagno.
Se non c'è una vittoria netta, i giudici assegnano i punteggi in base al livello di attività dei lottatori. Se un combattimento viene pareggiato, è possibile aggiungere un round aggiuntivo.
L'Aquathlon non sembra essere uno di quei tanti sport che possono far risalire le loro origini a migliaia di anni fa.
Nel 1977 Igor Ostrovsky era un giovane allenatore di sport acquatici presso l'Istituto Tecnologico di Mosca e faceva combattere i suoi studenti sott'acqua con l'attrezzatura subacquea come parte della loro attività fisica. formazione sistema. Sembra che si siano appassionati all'attività.
Col passare del tempo sono emerse delle regole. Una coppia di lottatori che indossavano autorespiratori e cinture pesanti (8-10 kg) ma senza pinne si sarebbero affrontati in un ring di 5 x 5 m sul fondo di una piscina. Lo scopo era spingere l'avversario fuori dal ring e fargli toccare il fondo con qualsiasi parte del corpo o del kit. Ciò ha segnato un punto e la battaglia è ripresa.

L'AQUATHLON GUADAGNA popolarità veloce. La prima competizione ufficiale ebbe luogo nell'aprile 1982 e questi campionati dell'URSS divennero un evento annuale, attirando concorrenti da tutto il paese. Sarebbe potuto rimanere uno sport tecnico esoterico, se non fosse stato per un incidente accaduto poco prima del quarto campionato.
Con l'inizio degli incontri tra squadre provenienti da tutta l'URSS il giorno successivo, il compressore che avrebbe fornito l'aria a tutte le squadre si ruppe.
Era troppo tardi per annullare la competizione, quindi le regole furono riscritte da un giorno all'altro, consentendo ai concorrenti di continuare a indossare maschere e pinne ma niente attrezzatura subacquea, lottando per strappare i nastri degli avversari. L'unico nastro era attaccato sul retro dei pantaloncini del lottatore (anche se l'anno successivo provarono a utilizzare due nastri fissati a una pinna).
Questa serie di eventi portò allo sviluppo di un tipo più popolare di Aquathlon, compreso l'uso delle pinne. Perché era facile organizzare questo tipo di gare in piscina o in piscina acqua aperta, lo sport trovò presto moltissimi devoti.
Nel 1990 una commissione di Aquathlon è entrata a far parte della Federazione degli sport subacquei dell'URSS. Tre anni dopo ha avuto luogo la prima competizione internazionale di Aquathlon: incontri amichevoli tra squadre russe, ucraine e israeliane. Tre anni dopo venne organizzata l'International Aquathlon Association e nel 2002 si tenne il primo Campionato Europeo di Aquathlon.
La CMAS ha riconosciuto l'Aquathlon come sport nel 2008, con la prima Coppa del Mondo CMAS che si è svolta l'anno successivo a San Pietroburgo e la più recente l'anno scorso a Paldiski, in Estonia.
Stavo guardando l'Aquathlon freestyle, dove l'outfit è ridotto al minimo: berretto, pinne, costume da bagno e nastro, e il combattimento consiste in due round da un minuto. È spesso usato come fisico generale formazione per nuotatori e pallanuotisti.
Lo stile di combattimento si basa su quello praticato nel formazione delle forze speciali sottomarine e dei servizi di sicurezza nazionale. Questo approccio è vietato nell'Aquathlon ordinario perché prevede calci, prese dolorose e soffocanti, strappi maschere, afferrando regolatore portavoce – tutto ciò che potrebbe portare a una vittoria rapida e certa.
Gli studenti di Aquathlon semplicemente imitano tali movimenti (o li eseguono senza tutta la forza) e li praticano utilizzando speciali esercizi subacquei.

SI USA L'AQUATHLON addestrare non solo i soldati ma anche i bagnini. Le persone che annegano possono rappresentare una minaccia reale per coloro che cercano di salvarle.
Someone struggling in panic can get a death-grip on rescuers, blocking hands or legs and threatening to drag them away into the depths. Aquathlon formazione elements can help a life-guard to sidestep such a grab and hold the victim, controlling his or her movements.
Lo sport è popolare tanto tra le donne quanto tra gli uomini e può essere praticato dall'età di sette anni, con i lottatori che passano attraverso i gradi di Rana, Pesciolino, Pesce, Delfini e Squalo.
Per diventare uno squalo sono necessarie prove che includono il nuoto per 1.5 km con le pinne, 800 m senza pinne, 75 m di nuoto in apnea con pinne e 50 m senza, e 400 m di nuoto con autorespiratore.

Apparso su DIVER luglio 2017

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x